l'ABC dei freni (La moto secondo Lukethebike)

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Pit stop (in officina) l'ABC dei freni (La moto secondo Lukethebike)

Visualizzazione 10 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #16268
      Mastic
      Amministratore del forum

      Il nostro @lukethebike ha messo in un testo la sua lezione sui freni tenuta ad Atessa quest’anno, nel corso del Technical Forum.
      La trovate QUI!

      Per ogni domanda, dubbio o curiosità, basta che scriviate qui sotto. Risponde lui direttamente 🙂

      • Questo topic è stato modificato 7 mesi fa da Mastic.
    • #16270
      zio franco
      Partecipante

      Ehm….controlla il link 😉

      (Fatto, grazie della segnalazione! – Mastic)

      • Questa risposta è stata modificata 7 mesi fa da Mastic.
    • #16287
      Anto
      Moderatore

      Magnifico vademecum 👍

    • #16288
      Anto
      Moderatore

      @lukethebike spesso ci mettiamo a pasticciare con le pastiglie mettendo alle nostre moto tipi ad alte prestazioni o da competizione, è giusto o è sempre meglio montare quelle previste?

      • #16302
        lukethebike
        Partecipante

        @Anto
        meglio attenersi alle indicazioni originali del costruttore. Soprattutto se andiamo su strada.

        Come illustrato nell’articolo e meglio spiegato durante il Technical Forum ad Atessa, la Potenza generata dall’impianto Frenante deve essere proporzionale alla capacità del mezzo di generare Attrito nel punto di contatto a terra degli Pneumatici.

        Inoltre la Potenza non è tutto: la modulabilità dell’impianto è FONDAMENTALE per la sicurezza e te ne accorgi nei PANIC-STOP dove non sei tu a governare la frenata.
        Un’ottima modulabilità è anche frutto del tipo di Attacco iniziale delle pasticche (initial bit).
        Occhio anche ai tubi in treccia se non sono previsti dal costruttore…

        Ciao

    • #16294
      Anadin74
      Partecipante

      Uno dei motivi per cui scelsi il Monster era per il suo impianto frenante.Il mio è a doppio disco dal diametro di 320(Brembo Serie Oro)che poco dopo con la versione a 6 marce sostituirono con uno più economico 🙁

      • #16295
        Mastic
        Amministratore del forum

        I freni buoni costano cari @anadin74.
        Comprendo benissimo la tua scelta, perché anche io sono affascinato da quel tipo di impianto frenante. Però è vero anche che in strada un impianto super spesso non serve. E un impianto super vuole anche delle sospensioni altrettanto di livello. Altrimenti la forcella va a pacco e devi mollare la leva del freno.
        Poi, ci sono delle moto insufficienti nella frenata d’emergenza. Perché i freni non mordono e perché la forcella va a pacco (anche con i freni che non mordono). E allora, in quel momento nel quale ti rendi conto che “non ti fermi”, ti rendi conto del valore di una moto di buon livello, con tutti i componenti giusti e ben settati 😉

    • #16300
      Dolfy
      Partecipante

      Frenare è da vigliacchi! (cit. Marco Logan):)

      Lamps

      Lamps

      Il Dolfy

    • #16321
      zio franco
      Partecipante

      Io ho un problema congenito

      Premessa,io non ho mai cambiato una coppia di pastiglie anteriori per il consumo,viceversa qualche disco si
      So che la mescola del materiale di consumo è un compromesso,o consumi la pastiglia o il disco,basta decidere

      Io con il materiale di serie consumo il disco,sembra un’eresia ma tant’è che ci ho fatto pace

      Stavolta con l’848 evo della serie limitata ho il DTC,per cui i dischi sono gli stessi della Panigale,con i nottolini che fungono da sensori per il controllo di trazione

      Solo che di serie i dischi hanno solo 6 attacchi,e dopo poco,prendono gioco o meglio si storcono e vanno fuori piano tanto da “sentire” sulla leva il pompaggio

      Problema conosciuto sopratutto ai pistaioli che li cambiano ripetutamente

      Io sono al terzo set di dischi,due cambiati in garanzia

      Sono questi (la foto è di un disgraziato che li vende storti dichiarati)

      Stufo ho preso l’unica alternativa after market possibile,i Brembo serie oro con 12 nottolini di attacco
      Diametro 330 come l’originale naturalmente,e “bottoni” alternati con il sensore DTC

      Per un pò è andata bene,adesso a 37mila km “pompano” anche questi,messi sul comparatore oscillano 1/10 di mm appena

      L’ultima soluzione prospettata è quella delle pastiglie con mescola diversa,fossero quelle che indurendosi con l’uso generano l’effetto “pompaggio” sulla leva a bassa andatura e vibrazioni ad alta,proprio come un disco storto
      Cuscinetti,perno e pinze sono tutti originali e intonsi da cadute o danneggiamwenti

      Non so più cosa fare

      • #16333
        lukethebike
        Partecipante

        Ciao Franco!

        37000km con un set di dischi non mi sembra male per un utilizzo sportivo…

        Tuttavia, fermo restando la tendenza a “distorcere” dei dischi di grande diametro, il fenomeno si accentua a caldo, ovvero dopo una serie di frenate importanti? O E’ sempre presente da freddo?
        Sarebbe il caso di misurare le distorsioni a caldo.
        Controlla anche la distorsione RADIALE nel frattempo.

        Tuttavia la qualità costruttiva del disco ed il sistema di fissaggio ha una influenza sul fenomeno. Ma Brembo e Ducati non mi sembrano gli ultimi arrivati… ma un’analisi la chiederei ai meccanici di tua fiducia.

        Le pastiglie possono influire invece per 2 motivi:
        1. sicuramente una base a matrice metallica, ha un attacco iniziale più violento e sembra tendere a scaldare di più. Una base a matrice resinosa è più dolce nell’attacco.
        2. Importante è il RODAGGIO iniziale. All’inizio il contatto pastiglia-disco non è completo, quindi tende a scaldare di più il disco e potrebbe compromettere la vita del disco stesso. Tale rodaggio iniziale, può variare in funzione dei materiali in questione, dalle temperature di esercizio di quei km, dal metodo di rodaggio.
        In genere le Case si limitano a consigli generici su tale rodaggio iniziale, semplicemente avvertendo di non effettuare frenate prolungate e con grande forza.

        Hai mai provato a cambiare insieme Disco e Pastiglie ed effettuare un Rodaggio iniziale appropriato?
        Magari usando la tua sensibilità ed esperienza.

        Spero ci rivedremo.

        Un Abbraccio
        Luca

        • #16339
          zio franco
          Partecipante

          37000km con un set di dischi non mi sembra male

          Mi sembra malissimo essendo il terzo set 🙁

          E’ sempre presente da freddo

          Sopratutto da freddo

          Hai mai provato a cambiare insieme Disco e Pastiglie ed effettuare un Rodaggio iniziale appropriato?

          Sempre pastiglie nuove (di serie) e dischi cambiati insieme,ed i primi km va tutto bene,poi peggiora lentamente ed inesorabilmente

          Adesso i Brembo Oro sono sicuramente dritti,proverò a cambiare pastiglie stando particolarmente attento al rodaggio
          Il problema è quali pastiglie rimanendo sulle Brembo

        • #16342
          lukethebike
          Partecipante

          Capito male io… pensavo 37000km con l’ultimo set…
          Scusa.

          Per le pastiglie prova una meno aggressiva come bit.

          Ducati che dice in proposito?

        • #16344
          zio franco
          Partecipante

          Per le pastiglie prova una meno aggressiva come bit.

          Ducati che dice in proposito?

          Dice proprio questo

          Tutta questo per dire che le pastiglie di serie sono un compromesso,cercare poi l’ideale è un altro paio di maniche,ci vuole pazienza
          Con MV che pesa e non frena,complice un fadding congenito,l’impianto frenante è stato commissionato a Nissin e l’ha cappellato fino da subito per cui sono tornati a Brembo,ecco dicevo dopo aver cambiato l’olio con un Dot 4 super,pastiglie meno aggressive e spurghi settimanali 😉 ho finito i dischi. 65 mila km ma li ho finiti davvero stavolta

        • #16343
          lukethebike
          Partecipante

          Franco,
          la SBS ha in listino diverse mescole anche RACING con un attacco più dolce.
          Una ha codice: 841DS-2

          Il sito è https://www.sbs.dk

          Hanno le replacement originali 841HS

          La tua è una 848EVO se non sbaglio…

          Ciao

    • #16331
      Anto
      Moderatore

      Ma i nottolini non dovrebbero rendere il disco leggermente “mobile” per renderlo indipendente dal resto e assorbire eventuali deformazioni nella zona di contatto delle pastiglie quando si pinza?

      • #16332
        zio franco
        Partecipante

        No questi sono semi flottanti,recuperano le deformazioni termiche tra l’alluminio della flangia e l’acciaio della pista

        Quelli flottanti non si usano più ormai

    • #16466
      Anadin74
      Partecipante

      Mio fratello nel 2004 comprò il Ninja 636.Rispetto al Monster la frenata faceva paura.Nel senso che il Ninja,nonostante pinze a 6 pistoncini(se non ricordo male),non frenava una mazza.Il motore spingeva forte…il problema era fermarsi.Poi nel 2010 passò al Monster 796 e la musica cambiò.

    • #16467
      Anadin74
      Partecipante

      Tra le moto provate recentemente,giudizio sulla frenata:
      -Brutale 800-Feeling e potenza
      -Benelli TRK 502-Non male per una moto di quel prezzo e peso

    • #16494
      topomotogsx
      Partecipante

      Occhio anche ai tubi in treccia se non sono previsti dal costruttore…

      Questa frase mi incuriosisce parecchio, quindi chiedo perchè.
      Ho, negli ultimi 25 anni, sempre voluto i tubi in treccia, e sinceramente mi troverei anche bene.
      Sicuramente il tipo di uso che faccio della moto non porta ad un uso intensivo dell’impianto frenante, però la curiosità c’è.

      • #16504
        Mastic
        Amministratore del forum

        Credo che il motivo sia nella risposta brusca dei tubi in treccia ai panic-stop. Il tubo in gomma con le sue deformazioni assorbe un minimo l’impulso violento. Corretto @lukethebike?

        • #16566
          lukethebike
          Partecipante

          @mastic
          Corretto!
          Inoltre i tubi intreccia commerciali hanno vita breve.

          Le Case costruttrici, Honda di sicuro, quando applicano di serie tale tecnologia, lo fanno con materiali progettati secondo propri standard costruttivi. Nel caso Honda, i tubi in treccia sono applicati da anni sulle moto più performanti almeno sul ponte anteriore per equiparare le pressione tra DX e SX. Essi seguono i severi standard costruttivi interni.

          Regola generale: NON CAMBIATELI o nel caso si renda necessario, usate le tubazioni originali.

          ciao

Visualizzazione 10 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti