Perché il British Superbike?

@zio-franco dal 2017 tiene aperta e viva una discussione sul Forum di Netbikers per informare e aggiornare sul British Superbike (BSB), il Campionato Inglese di Superbike, che lui segue con passione, non mancando occasionalmente di fare qualche puntata a vedere le gare dal vero. E allora sentiamolo parlare di questa sua passione.

 

 

Cosa mi piace del BSB e quali sono le differenze che interessano? La formula,le case,i circuiti e i piloti. L’organizzazione e i contenuti media. Infine il pubblico, vero protagonista.

La formula
Mezzi senza controlli elettronici, nessuno proprio, chi sa fare fa.
Main season di 8/10 gare con due/tre manches tra sabato e lunedì. Chi rientra nei primi 10 si gioca lo showdown per la vittoria finale; gli altri se la giocano per l’anno successivo.
Gomme libere

Le Case
Tutte più o meno ufficiali

I piloti
Qui ci sono due categorie, oppure nessuna ancora meglio. I vecchi piloti di SBK nazionali e i giovanissimi leoni irlandesi, scozzesi e, naturalmente, inglesi. Un mix propedeutico per chi ha voglia di fare il salto nel mondiale oppure semplicemente vuole finire la carriera qui perché, in fondo, gli piace correre, ma non rincorrere aerei, promozionali, conferenze e balle varie. Quasi tutti vengono con moglie e figli col camper.

L’organizzazione
A dir poco perfetta. Non ricordo problematiche di nessun tipo, nessuna contestazione sui mezzi, le piste, gli orari o i regolamenti

I contenuti media
Live timing sempre, TV live o differita sul satellite Eurosport nazionale. Registrazioni gare, highlights e on board su tutte, e sottolineo tutte, le moto, spettacolari per qualità e puntualità, per cui se non hai il satellite non perdi niente, su Youtube te la godi in tutte le salse, ma gli onboard sono imperdibili, soprattutto per la mancanza di commento e l’audio naturale. Niente chiacchiere. Interviste di BBC per bocca di quel grande di James ‘Jamie’ Whitham

Il Pubblico
Lo cito per ultimo, ma è il primo protagonista. Sempre con numeri da MotoGP, sempre posato, competente (non stanno tutti in tribuna ad esempio), multirazziale, multiculturale, di vario genere ed età. Non si vede uno striscione, un cappellino o una maglietta. Che ci sia il sole o la pioggia, la nebbia o la grandine (e sull’Isola non manca mai), stanno li allegri con le birre in mano, i ragazzini a giocare, i nonni sulla sedia portata da casa. Anche a chiacchierare con i marshall, perché reti o filo spinato non ce n’è come nel calcio.
Ah,si entra con un solo biglietto, 20 sterline circa.

 

E per quanto riguarda il regolamento sportivo?
Dal 2010 MSVR ha tolto a Dorna l’organizzazione e stilato un regolamento insieme a tutti, con una discussione durata 2 anni… capisciammè.

Il campionato è diviso in due fasi.
Si comincia con la Main Season di circa 9 eventi, con 2 o 3 gare per ciascuno.
La griglia di partenza di gara 1 si decide con le qualifiche, i migliori giri di Gara 1 determinano la griglia di Gara 2 (geniale!).
In caso di stop, guasto o incidente, al primo giro il pilota perderà solo 8 posizioni dalla qualifica.

I primi 6 della Main Season si giocano lo Showdown, che consiste in 3 eventi, di cui l’ultimo con gara tripla.

Partono alla pari con 500 punti, più i premi per i podi. 5 punti per vittoria, 3 per i secondi posti e 1 per i terzi posti (!). Più i punti che prenderanno regolarmente secondo la consueta scala: 25, 20, 16…

Gli altri si giocano regolarmente le loro gare per vincere la “Riders Cup”, insomma “the best of the rest”.

Dei mezzi sappiamo che viene tolta tutta l’elettronica per cui i modelli di serie usano la centralina unica che permette solo 750 giri in più della serie.

Complesso ma geniale,e sopratutto da 8 anni funziona sempre così,a quanto pare con soddisfazione generale.

 

E ora, se volete seguire gli aggiornamenti della discussione, ma anche se volete aggiungere il vostro parere a quello di Franco, scorrete in basso. Partirete dalla discussione originaria del 2017, con i link dei video e le classifiche delle gare: avrete tantissimo da leggere e da scoprire!

Home Forum Il BSB, Campionato British Superbike

Visualizzazione 129 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #1766
      zio franco
      Partecipante

      Si ricomincia col botto a Brands Hatch,celebre pista sacrificata sull’altare della sicurezza

      Venerdì sabato e domenica fine settimana per chiarire dove va questo campionato che è diventato il più bello del mondo rimanendo uguale a se stesso. L’affluenza sulle piste più che la copertura mediatica lo hanno affermato

      il campionato è quanto mai incerto,e le gomme sono l’unica certezza,fate un pò come vi pare insomma

      Si riparte con il recupero di tutti gli infortunati,a partire da Irwin,il mio cavallo pazzo che passa da Macao alla NW200 al Campionato appunto

      La classifica aggiornata

      1 12 LUKE MOSSEY JG SPEEDFIT KAWASAKI 147
      2 67 SHANE BYRNE BE WISER DUCATI 140
      3 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 132
      4 25 JOSH BROOKES ANVIL HIRE TAG YAMAHA 118
      5 22 JASON O’HALLORAN HONDA RACING 115
      6 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 93
      7 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 89
      8 24 CHRISTIAN IDDON TYCO BMW 86
      9 2 GLENN IRWIN BE WISER DUCATI 63
      10 4 DAN LINFOOT HONDA RACING 60

      Brookes torna dalle prove della 8 ore di Suzuka come anche Haslam,Shakey il mattatore degli ultimi anni ha l’affanno ma rimane il rappresentante Ducati più consistente,Honda qui si difende bene con O’Halloran

      E poi ci sono le Monsterine a farci compagnia

      • Questo topic è stato modificato 2 anni, 11 mesi fa da Netbikers.
    • #1846
      zio franco
      Partecipante

      Prove libere,i più bei on board di tutti i tempi
      Ma quanto è bella Brands Hatch !

      Prove libere n°2

      1 67 Shane BYRNE GBR Ducati – Be Wiser Ducati Racing Team 1:24.904 19 21 103.17
      2 25 Josh BROOKES AUS Yamaha – Anvil Hire TAG Racing 1:25.322 14 23 0.418 0.418 102.66
      3 21 John HOPKINS USA Ducati – Moto Rapido 1:25.405 20 20 0.501 0.083 102.56
      4 12 Luke MOSSEY GBR Kawasaki – JG Speedfit Kawasaki 1:25.449 14 17 0.545 0.044 102.51
      5 60 Peter HICKMAN GBR BMW – Smiths Racing 1:25.548 25 25 0.644 0.099 102.39
      6 91 Leon HASLAM GBR Kawasaki – JG Speedfit Kawasaki 1:25.902 18 21 0.998 0.354 101.97
      7 77 James ELLISON GBR Yamaha – McAMS Yamaha 1:25.919 18 22 1.015 0.017 101.95
      8 4 Dan LINFOOT GBR Honda – Honda Racing 1:25.983 19 21 1.079 0.064 101.87
      9 7 Michael LAVERTY GBR Yamaha – McAMS Yamaha 1:26.156 21 21 1.252 0.173 101.67
      10 24 Christian IDDON GBR BMW – Tyco BMW Motorrad 1:26.262 13 22 1.358 0.106 101.54
      11 28 Bradley RAY GBR Suzuki – Buildbase Suzuki 1:26.382 15 16 1.478 0.120 101.40
      12 14 Lee JACKSON GBR BMW – Smiths Racing 1:26.419 23 25 1.515 0.037 101.36
      13 96 Jakub SMRZ CZE BMW – Lloyd & Jones PR Racing BMW 1:26.438 12 23 1.534 0.019 101.34
      14 50 Sylvain GUINTOLI FRA Suzuki – Bennetts Suzuki 1:26.567 16 18 1.663 0.129 101.19
      15 5 James WESTMORELAND GBR Kawasaki – Gearlink Kawasaki 1:26.569 19 19 1.665 0.002 101.18
      16 46 Tommy BRIDEWELL GBR Kawasaki – Team WD-40 1:26.786 19 19 1.882 0.217 100.93
      17 22 Jason O’HALLORAN GBR Honda – Honda Racing 1:26.786 4 4 1.882 0.000 100.93
      18 3 Billy McCONNELL AUS Kawasaki – Quattro Plant FS-3 Racing Kawasaki 1:26.932 13 20 2.028 0.146 100.76
      19 40 Martin JESSOPP GBR BMW – RidersMotorcycles.com BMW 1:27.027 15 21 2.123 0.095 100.65
      20 27 Jake DIXON GBR Kawasaki – RAF Regular & Reserve Kawasaki 1:27.076 3 5 2.172 0.049 100.59
      21 18 Andy REID GBR BMW – Tyco BMW Motorrad 1:27.386 21 22 2.482 0.310 100.24
      22 2 Glenn IRWIN GBR Ducati – Be Wiser Ducati Racing Team 1:27.387 13 15 2.483 0.001 100.24
      23 6 Taylor MACKENZIE GBR Suzuki – Bennetts Suzuki 1:27.951 9 14 3.047 0.564 99.59
      24 64 Aaron ZANOTTI GBR Yamaha – Platform Hire Yamaha 1:28.745 3 6 3.841 0.794 98.70

    • #1853
      Anadin74
      Partecipante

      Io ogni tanto mi guardo e riguardo le gare su you tube.Spettacolo!
      Ciao zio!!!

    • #1866
      zio franco
      Partecipante

      Come sempre sarà Eurosport 2 (canale 211 di Sky, 373 di Mediaset Premium) a trasmettere in esclusiva TV per l’Italia lo spettacolo del British Superbike: domenica 23 luglio alle 14:15 la diretta di Gara 1, seguirà alle 23:30 la differita di Gara 2.

      Domani in giornata i filmati spettacolari on board su http://www.britishsuperbike.com/ e su youtube

      Ciao abbello ! 😉

      • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 11 mesi fa da zio franco.
    • #1871
      Mastic
      Amministratore del forum

      Sembra che Smrz ieri sia arrivato appena appena lungo alla curva 1.
      Mi sa che forse recupera il motore. Forse…

    • #1872
      Anto
      Moderatore

      Ma come ca…???

    • #1877
      Anadin74
      Partecipante

      Aiuto!!!!
      Grazie zio per il link 😉

    • #1887
      zio franco
      Partecipante

      Doppia vittoria per Shakey,gare disturbate dalla pioggia

      Gara 1

      Gara 2

      Appena pubblicano i video on board li posto così da commentarli

    • #1893
      zio franco
      Partecipante

      Viste le gare
      La prima in gran confusione fino alla fine per le condizioni variabili,poi in pochi giri si è consumato il delitto,Shakey rimontando dalla 11a li ha ingoiati e sputati in pochi giri,tenendo delle traiettorie che gli permettono di fare metà strada di tutti
      La seconda più lineare,nel senso che Shakey le Panigale sono scappati subito e prima Linfoot e poi Brookes che intendevano seguire si sono trovati nell’erba,si che lo sanno che a mettere le ruote dove le mette Shakey con la Panigale non ci stanno dentro !

      Annotazioni personali,la pista esclusa dal mondiale è perfetta,non ci sono vie di fuga asfaltate,anzi erba e terra fino all’asfalto. Non si è visto uno che sia uno mettere una ruota nemmeno sul cordolo,figurarsi fuori. Ne sono caduti 3 in due manches,due li ho già citati per seguire il leader,uno si è insaccato alla prima,safety car e mentre lo tiravano fuori lui parlava e si muoveva,l’immagine dopo era in piedi che tornava ai box,ed i materassi erano tornati al loro posto. Nessun Capirossi e nessun Uncini a visionare il luogo e nessun medico con barella,poche storie insomma 😉

      La Honda qui va come le altre,se non meglio,la Bmw va un pò meno,forse perchè il regolamento impedisce regimi di rotazione superiori a 750 giri/’ quello di serie
      Suzuki rema ancora ma ci siamo
      Panigale è forte più di quanto si creda nelle mani del vecchio Shakey,appena ristabilito Irwin lo rivedremo con i migliori

    • #1894
      zio franco
      Partecipante

      Shane BYRNE (Ducati) 190
      Luke MOSSEY (Kawasaki) 161
      Leon HASLAM (Kawasaki) 159
      Jason O’HALLORAN (Honda) 133
      Josh BROOKES (Yamaha) 129
      Peter HICKMAN (BMW) 119
      Christian IDDON (BMW) 110
      Jake DIXON (Kawasaki) 100
      James ELLISON (Yamaha) 81
      Dan LINFOOT (Honda) 80
      Glenn IRWIN (Ducati) 65
      John HOPKINS (Ducati) 62
      Michael LAVERTY (Yamaha) 50
      Tommy BRIDEWELL (Kawasaki) 47
      Bradley RAY (Suzuki) 44
      Sylvain GUINTOLI (Suzuki) 43
      Lee JACKSON (BMW) 24
      Billy McCONNELL (Kawasaki) 21
      Jakub SMRZ (BMW) 21
      Taylor MACKENZIE (Suzuki) 21
      Davide GIUGLIANO (BMW) 10
      James WESTMORELAND ( Kawasaki)
      Martin JESSOPP (BMW) 2
      Aaron ZANOTTI (Yamaha) 2
      Shaun WINFIELD (Yamaha) 1
      Josh ELLIOTT (BMW) 1

      Prossimi appuntamenti

      4th-6th August Thruxton

      18th-20th August Cadwell Park

      8th-10th September Silverstone

      15th-17th September Oulton Park

      29th Sept-1st October Assen

      13th-15th October Brands Hatch

    • #1895
      Axel
      Partecipante

      Ammazza come è indietro Guintoli, nel BSB non corre anche Giugliano? Non lo vedo in classifica

    • #1896
      zio franco
      Partecipante

      Aguzza la vista !

      Davide GIUGLIANO (BMW) 10

      Giugliano è stato cacciato per gli scarsi risultati e gli abbondanti danni

      Guintoli ha scommesso insieme a Suzuki e ne paga il prezzo,d’altronde è alla fine di una carriera dignitosa ed onorevole
      Al contrario di quello di cui sopra

    • #1897
      Axel
      Partecipante

      @zio franco intendevo che non lo vedevo nella classifica dell’ultima gara, poi hai risposto ed è tutto chiaro 🙂
      mi dispiace per Guintoli, Giugliano ritengo si sia montato un po’ troppo la testa ai tempi della Ducati SBK e ora deve ripartire da zero e ricostruirsi un nome, ammesso che sia ancora possibile 🙁

    • #2017
      zio franco
      Partecipante

      Come sempre i sensazionali,stupendi,emozionanti filmati del Bsb on board

      Nel primo si nota in particolare la compostezza della Honda di Linfoot,la “lama nel burro” della Panigale ed il casino della Kawasaki di Hickman 😉

      Ora guardo il secondo

      • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 11 mesi fa da zio franco.
    • #2324
      zio franco
      Partecipante

      Questa settimana c’è Truxton,ma vorrei aprire con James Witham #69 per chi se lo ricorda,adesso è commentatore ufficiale sul campo del Bsb,imbattibile commentatore,il Dipillo d’oltremanica insomma,spiritoso,ficcante ed esperto di quella roba li

      Chi non lo ricorda su quella R6 volare in tribuna ad Assen !

      Per la seconda volta in vita sua,ormai cinquantenne corre la gara più dura,leggendo il profilo social scrive Thanks for all the messages of support . . Means a lot

      i commenti sono tutti incentrati sul “kick ass & stay strong fella e via dicendo

      Per cui,si mettiglielo sotto la coda anche stavolta fratello !

      E’ così amato e conosciuto che gli è arrivata una lettera senza indirizzo,proviamo tutti !

      • #2325
        Mastic
        Amministratore del forum

        Si, però, tu mi metti la lettera di Whithan e mi tocca riprenderla sui social!

    • #2401
      zio franco
      Partecipante

      Si riparte fa Truxton dopo la pausa Suzuka a cui Brookes,Guintoli e Haslam hanno partecipato
      Si trova nel sud dell’Inghilterra sull’area di un aereoporto della RAF,circuito il più veloce del campionato

      La classifica con Byrne in rimonta dopo aver saltato le prime due gare del campionato

      1 67 SHANE BYRNE BE WISER DUCATI 190
      2 12 LUKE MOSSEY JG SPEEDFIT KAWASAKI 161
      3 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 159
      4 22 JASON O’HALLORAN HONDA RACING 133
      5 25 JOSH BROOKES ANVIL HIRE TAG YAMAHA 129
      6 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 119
      7 24 CHRISTIAN IDDON TYCO BMW 110
      8 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 100
      9 77 JAMES ELLISON MCAMS YAMAHA 81
      10 4 DAN LINFOOT HONDA RACING 80

    • #2580
      zio franco
      Partecipante

      Truxton strana ieri

      Prima vittoria Di Brookes con la Yamaha dopo aver battagliato con Hickman e Dixon,Byrne fuori dal podio,Haslam svogliato
      Grande assente Mossey caduto rovinosamente in prova

      25 Josh BROOKES AUS Yamaha – Anvil Hire TAG Racing 18 24:56.104 102.04 1:15.139 8
      2 60 Peter HICKMAN GBR BMW – Smiths Racing 18 1.026 24:57.130 1.026 101.97 1:15.017 9
      3 27 Jake DIXON GBR Kawasaki – RAF Regular & Reserve Kawasaki 18 1.774 24:57.878 0.748 101.92 1:15.115 10
      4 67 Shane BYRNE GBR Ducati – Be Wiser Ducati Racing Team 18 2.305 24:58.409 0.531 101.88 1:15.078 9
      5 24 Christian IDDON GBR BMW – Tyco BMW Motorrad 18 5.604 25:01.708 3.299 101.66 1:15.509 9
      6 22 Jason O’HALLORAN GBR Honda – Honda Racing 18 6.797 25:02.901 1.193 101.58 1:15.167 9
      7 91 Leon HASLAM GBR Kawasaki – JG Speedfit Kawasaki 18 6.926 25:03.030 0.129 101.57 1:15.350 10
      8 28 Bradley RAY GBR Suzuki – Buildbase Suzuki 18 12.419 25:08.523 5.493 101.20 1:15.791 10
      9 21 John HOPKINS USA Ducati – Moto Rapido 18 12.425 25:08.529 0.006 101.20 1:15.645 10
      10 50 Sylvain GUINTOLI FRA Suzuki – Bennetts Suzuki 18 12.994 25:09.098 0.569 101.16 1:16.031 9
      11 40 Martin JESSOPP GBR BMW – RidersMotorcycles.com BMW 18 18.267 25:14.371 5.273 100.81 1:16.441 12
      12 96 Jakub SMRZ CZE BMW – Lloyd & Jones PR Racing BMW 18 18.424 25:14.528 0.157 100.80 1:16.153 8
      13 6 Taylor MACKENZIE GBR Suzuki – Bennetts Suzuki 18 18.550 25:14.654 0.126 100.79 1:16.275 9
      14 14 Lee JACKSON GBR BMW – Smiths Racing 18 20.352 25:16.456 1.802 100.67 1:15.839 9
      15 4 Dan LINFOOT GBR Honda – Honda Racing 18 20.734 25:16.838 0.382 100.64 1:15.791 9
      16 46 Tommy BRIDEWELL GBR Kawasaki – Team WD-40 18 20.932 25:17.036 0.198 100.63 1:16.450 9
      17 18 Andy REID GBR BMW – Tyco BMW Motorrad 18 21.144 25:17.248 0.212 100.62 1:16.456 9
      18 5 James WESTMORELAND GBR Kawasaki – Gearlink Kawasaki 18 21.367 25:17.471 0.223 100.60 1:16.225 9
      19 77 James ELLISON GBR Yamaha – McAMS Yamaha 18 21.516 25:17.620 0.149 100.59 1:16.001 9
      20 2 Glenn IRWIN GBR Ducati – Be Wiser Ducati Racing Team 18 22.227 25:18.331 0.711 100.55 1:16.022 13
      21 7 Michael LAVERTY GBR Yamaha – McAMS Yamaha 18 22.405 25:18.509 0.178 100.53 1:16.441 10
      22 8 Shaun WINFIELD GBR Yamaha – Anvil Hire TAG Racing 18 39.452 25:35.556 17.047 99.42 1:16.663 8

      Nella 2a rovesciamenti di fronte tra Hickman e Byrne che si sorpassano più volte,finchè Byrne finisce le gomme,Brookes si sdraia all’ultimo giro lasciando via libera alla sfida finale del leader con Dixon
      Dietro Haslam agguanta il podio svegliandosi dal torpore

      60 Peter HICKMAN GBR BMW – Smiths Racing 18 22:46.021 111.76 1:15.290 4
      2 27 Jake DIXON GBR Kawasaki – RAF Regular & Reserve Kawasaki 18 6.044 22:52.065 6.044 111.26 1:15.227 3
      3 91 Leon HASLAM GBR Kawasaki – JG Speedfit Kawasaki 18 11.227 22:57.248 5.183 110.85 1:15.179 3
      4 24 Christian IDDON GBR BMW – Tyco BMW Motorrad 18 11.467 22:57.488 0.240 110.83 1:15.414 3
      5 22 Jason O’HALLORAN GBR Honda – Honda Racing 18 14.971 23:00.992 3.504 110.55 1:15.294 2
      6 40 Martin JESSOPP GBR BMW – RidersMotorcycles.com BMW 18 18.505 23:04.526 3.534 110.26 1:15.927 3
      7 14 Lee JACKSON GBR BMW – Smiths Racing 18 18.600 23:04.621 0.095 110.26 1:15.609 2
      8 50 Sylvain GUINTOLI FRA Suzuki – Bennetts Suzuki 18 19.199 23:05.220 0.599 110.21 1:15.694 2
      9 77 James ELLISON GBR Yamaha – McAMS Yamaha 18 19.512 23:05.533 0.313 110.18 1:15.781 3
      10 96 Jakub SMRZ CZE BMW – Lloyd & Jones PR Racing BMW 18 19.725 23:05.746 0.213 110.17 1:16.036 3
      11 2 Glenn IRWIN * GBR Ducati – Be Wiser Ducati Racing Team 18 19.939 23:05.960 0.214 110.15 1:15.912 2
      12 4 Dan LINFOOT GBR Honda – Honda Racing 18 21.630 23:07.651 1.691 110.01 1:15.566 3
      13 7 Michael LAVERTY GBR Yamaha – McAMS Yamaha 18 21.857 23:07.878 0.227 110.00 1:15.985 3
      14 46 Tommy BRIDEWELL GBR Kawasaki – Team WD-40 18 26.813 23:12.834 4.956 109.61 1:16.036 3
      15 5 James WESTMORELAND GBR Kawasaki – Gearlink Kawasaki 18 31.808 23:17.829 4.995 109.21 1:16.083 3
      16 18 Andy REID GBR BMW – Tyco BMW Motorrad 18 36.490 23:22.511 4.682 108.85 1:16.192 5
      17 8 Shaun WINFIELD GBR Yamaha – Anvil Hire TAG Racing 18 51.400 23:37.421 14.910 107.70 1:15.755 3

      Prossima Cadwell Park,non ve la perdete ! 😉

      • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 11 mesi fa da zio franco.
      • Questa risposta è stata modificata 2 anni, 11 mesi fa da zio franco.
    • #2623
      zio franco
      Partecipante

      Gli immancabili on board

      Che asfalto e che velocità media ! (oltre 180 km/ora)

      Ci credo hanno stracciato le gomme in gara 2

      1

      2

    • #2662
      zio franco
      Partecipante

      E questo fine settimana

      Queste le ufficiali

      The MCE British Superbike Championship comes to the Lincolnshire Wolds for its annual ‘Party in the Park‘ this August

      Queste le nostre 😉

    • #2664
      Dragonair
      Partecipante

    • #3313
      zio franco
      Partecipante

      Si avvicina il gran finale dello showdown in tre gare : Outlon-Assen e Brands Hatch

      Questo fine settimana si sapranno i nomi dei sei che accederanno ai play off

      Tre gare a Silverstone,una delle più belle piste d’europa,non fosse altro per le Bekett,quelle irripetibili esse in discesa tra i verdi prati inglesi

      Sabato alle 16 e domenica 13.30 – 16,30 la sfida finale

      I pretendenti attuali ed i possibili outsider

      Come era finita l’anno scorso 😉

    • #3476
      zio franco
      Partecipante

      Giornata da lupi a Silverstone

      Prime libere della mattina

      Le seconde sono in corso ma la situazione è la stessa

      Ed è previsto cattivo tempo anche domani,forse Domenica non pioverà

    • #3478
      zio franco
      Partecipante

      Seconde libere bagnate,molti sono caduti,Harrison,Smrz,Laverty,Linfoot,Ellison credo,Haslam sul finale e Brookes

      Ah,Iddon ha la moto Tyco di Giugliano…

    • #3633
      zio franco
      Partecipante

      Fine settimana decisivo e da dimenticare per il meteo

      Basti dire che nella terza e decisiva gara partiti in 23 sono arrivati in 3 a pieni giri,7 in tutto,caduti in 16 ma qualcuno di quei sette si è rialzato

      1 4 Dan LINFOOT GBR Honda – Honda Racing 9 22:50.725 86.68 2:30.303 5
      2 7 Michael LAVERTY GBR Yamaha – McAMS Yamaha 9 4.115 22:54.840 4.115 86.42 2:30.558 7
      3 27 Jake DIXON GBR Kawasaki – RAF Regular & Reserve Kawasaki 9 20.423 23:11.148 16.308 85.41 2:31.700 7
      4 5 James WESTMORELAND GBR Kawasaki – Gearlink Kawasaki 8 1 Lap 20:50.060 1 Lap 84.49 2:33.513 5
      5 96 Jakub SMRZ CZE BMW – Lloyd & Jones PR Racing BMW 8 1 Lap 21:00.184 10.124 83.81 2:33.770 5
      6 28 Bradley RAY GBR Suzuki – Buildbase Suzuki 8 1 Lap 21:13.792 13.608 82.91 2:36.087 3
      7 14 Lee JACKSON GBR BMW – Smiths Racing 8 1 Lap 21:18.725 4.933 82.59 2:35.538 6

      Provate a vedere come si guida senza controlli elettronici sul pieno bagnato

      Allo Showdown accedono questi 6

      POS NO RIDER TEAM PTS
      1 67 SHANE BYRNE BE WISER DUCATI 532
      2 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 526
      3 25 JOSH BROOKES ANVIL HIRE TAG YAMAHA 522
      4 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 518
      5 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 509
      6 22 JASON O’HALLORAN HONDA RACING 503

    • #3666
      zio franco
      Partecipante

      Senza tregua,domenica primo match point dello showdown ad Outlon Park tra questi sei

      Occhio a quello in giallo sulla moto dei tre diapason

      Pista così così rallentata da un paio di varianti per niente belle

      Gare alle 13.30 e 16.30

    • #3971
      zio franco
      Partecipante

      Outlon park ha sconvolto la classifica complice il meteo incerto
      Un primo ed un secondo per Haslam che si rilancia al primo posto nella classifica,l’altra manche a Linfoot con la Honda,hopkins che va sul podio e Brookes,Dixon e Hickman che accumulano punti senza sbagliare niente. Nelle posizioni di rincalzo Byrne che compie un mezzo disastro mangiandosi tutto il vantaggio e precipitando al 3° posto

      1 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 571
      2 25 JOSH BROOKES ANVIL HIRE TAG YAMAHA 549
      3 67 SHANE BYRNE BE WISER DUCATI 548
      4 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 541
      5 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 530
      6 22 JASON O’HALLORAN HONDA RACING 517

      Penultima prova ad Assen il prossimo finesettimana,ultima chiamata per capire chi si aggiudicherà questo pazzo campionato
      E speriamo nel meteo…

      THE MCE BRITISH SUPERBIKE CHAMPIONSHIP RETURNS TO EUROPE IN 2017 WITH THE TT CIRCUIT ASSEN HOSTING THE PENULTIMATE ROUND OF THE SEASON SHOWDOWN ON 29/30/1 OCTOBER.

    • #4029
      zio franco
      Partecipante

      Assen oggi 😉

      no comment





    • #4059
      zio franco
      Partecipante

      Prime e seconde libere ad Assen

      Shane Byrne (Be Wiser Ducati) 1m: 36.136s
      Leon Haslam (JG Speedfit Kawasaki) + 0.554s
      John Hopkins (Moto Rapido Ducati) + 0.570s
      Josh Brookes (noleggio Anvil TAG Yamaha) + 0.620s
      Jake Dixon (RAF Regular & Reserves Kawasaki) + 0,796s
      Sylvain Guintoli (Bennetts Suzuki) + 0.863s
      Dan Linfoot (Honda Racing) + 0.881s
      Peter Hickman (Smiths Racing BMW) + 1.125s
      James Ellison (McAMS Yamaha) + 1.210s
      Christian Iddon (Tyco BMW) + 1.285s

    • #4353
      zio franco
      Partecipante

      Eccoci al gran finale a Brands hatch questo fine settimana,tre gare per sapere il vincitore

      Assen ha rilanciato prepotentemente Haslam,e speriamo dico io,è tanto che cerca una soddisfazione

      1 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 612
      2 25 JOSH BROOKES ANVIL HIRE TAG YAMAHA 580
      3 67 SHANE BYRNE BE WISER DUCATI 579
      4 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 558
      5 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 549
      6 22 JASON O’HALLORAN HONDA RACING 526

      i tre pretendenti intanto si fanno compagnia,chi ha mai visto altrove un clima simile

      a proposito di clima speriamo tenga,stamani all’alba era così

      Adesso va già meglio

      Gli orari del gran finale,e so già che ci mancherà 🙁

    • #4363
      zio franco
      Partecipante

      Prime libere con pista bagnata che si va asciugando verso la fine

      Shakey e Brookes segnano i migliori tempi,Haslam non rischia

      Tra poco la seconda sessione qui

      http://www.britishsuperbike.com/live-timing/

    • #4367
      Mastic
      Amministratore del forum

      Le foto che metti sono bellissime.
      Dov’è che c’è un’atmosfera simile, chiedevi?
      Dove si fa sul serio e dove i protagonisti non hanno grilli per la testa. Non devono entrare in una parte, non mirano a una scalata che a volte si costruisce anche con atteggiamenti erroneamente ritenuti professionistici.
      A questi probabilmente non gliene frega nulla della carriera, fanno una cosa che gli piace e il clou per loro è correre. Se la giocano in pista, e lì basta. E lì finisce. Niente pippe mentali. Per come ho conosciuto gli inglesi a suo tempo, corrono perché gli piace e basta.
      Ne abbiamo già parlato, no? Quando scendono dalla moto se chiacchierando gli racconti come vai in moto tu, loro si mettono ad ascoltarti.

    • #4369
      zio franco
      Partecipante

      Eh eh gli anglosassoni strana etnia,freddi a prima vista,pragmatici per come siamo noi,e in questo particolare sport ti ritrovi ad invidiarli per l’approccio prima durante e dopo

      Bisogna conoscerli i popoli,ti stupiscono sempre e c’è sempre qualcosa da imparare

      Seconde libere

      Le foto sono le ufficiali sul sito Twitter

      Prendo le più significative per come le sento io

      Padre e figlio…maremma che emozione,eppure eccoli

      Non sono mai riuscito a vedere una bandierina,un cappellino,una manifestazione di preferenza qualsiasi,sono british dentro e fuori !

    • #4372
      zio franco
      Partecipante

      Questa è curiosa,di Shakey in conferenza stampa,sotto commenta

      Press conference in a pub… 1st time for everything lol

      Alla lettera “c’è una prima volta per tutto,LOL” 😉

    • #4408
      zio franco
      Partecipante

      Giornata strana ieri,un ritorno allo sport come da tanto non ne vedevamo,forse non è una parentesi,forse era giusto così,forse ma forse ma si citando Vasco

      Tre gare in cui Shakey,Haslam e Brookes non si sono risparmiati,in cui il vantaggio enorme di Haslam si è assottigliato tanto fino al disastro finale della caduta pazzesca con frattura della caviglia

      Leon non ce l’ha fatta nemmeno quest’anno,il titolo è andato a Shakey per 3 punti su Brookes
      Ma lo Sport ha vinto su tutto,i 56mila spettatori di Brands Hatch

      l’abbraccio commosso sulla linea di partenza tra Haslam che sofferente ha voluto andare ad omaggiare Shakey sorretto da papà e meccanici,e certo Shakey non si è fatto pregare mollando tutto per un abbraccio sincero ed una carezza

      Momenti di sport,in cui torna in mente quel raccontino strappalacrime in cui si esaltanto quegli uomini duri e coraggiosi che però se alzi la visiera scopri fragili ed innamorati della vita

      Ieri li abbiamo visti ancora,e non sarà certo l’ultima !

    • #9140
      zio franco
      Partecipante

      Cosa ci siamo persi

      Purtroppo Shakey è caduto durante dei test a Snetterton, una brutta botta che ha causato fratture spinali senza interessamento midollare ma per cui si è reso necessario un delicato intervento per metterle in sicurezza

      Da Corsedimoto l’articolo di Alessio Piana che ci tiene al corrente

      Una buona, fantastica notizia dopo giorni difficili vissuti dalla sua famiglia, dalle persone a lui più care, da tutto il circus del BSB e da migliaia di suoi tifosi o semplici appassionati di motociclismo. Nella giornata odierna Shane Byrne è stato sottoposto ad un delicato intervento al Norfolk & Norwich University Hospital, conseguenza della paurosa caduta registratasi giovedì scorso al terzo giro di pista in occasione dei Test ufficiali del British Superbike sul tracciato di Snetterton 300.

      L’operazione, come annunciato pubblicamente dalla moglie Petra (rimasta sempre accanto al marito in questi giorni di dolore), è andata a buon fine: non ci sono state complicazioni e, per la prima volta da giorni, si può davvero tirare un primo sospiro di sollievo parlando delle condizioni di salute di Shakey.

      Per quanto sin dall’incidente fuori pericolo di vita, il recordman del BSB sin dal primo pomeriggio di giovedì è stato trasferito al Norfolk and Norwich University Hospital dove è rimasto costantemente in stato di osservazione dai medici.

      L’intervento, perfettamente riuscito, si è reso necessario per stabilizzare le fratture vertebrali accusate dal 41enne pilota Be Wiser PBM Ducati. Un’operazione delicata, eseguita da professionisti, che ha scongiurato un interessamento del midollo spinale

      Petra,la compagna, gli è sempre stata vicina

      Petra Byrne, ha aggiornato i suoi seguaci instagram ieri sera sui suoi progressi.

      Ha pubblicato questa foto di se stessa dal lato del marito all’ospedale in cui viene trattato.
      Ha detto: “La prima volta che ho sorriso da giovedì.

      “L’operazione è andata bene e la colonna vertebrale è al sicuro.

      “Shane è vigile e di buon umore, ma c’è ancora molta strada da percorrere nel processo di recupero.

    • #9156
      zio franco
      Partecipante

      Gpone annuncia l’uscita del libro di Steve Parrish, simpatico e pungente oltre che esperto, commentatore BBC della Sbk Inglese (tutto quello che avremmo voluto ed invece ci sono toccati Meda,Rangheri e seguaci)

      Campione motociclista e pilota di camion, presentatore televisivo, burlone o semplice sopravvissuto – Steve Parrish è stato chiamato con tutti questi nomi. Parrish Times segue il suo incredibile viaggio negli ultimi quarant’anni, attraverso un giro di emozioni sulle montagne russe, sicuramente l’arena sportiva più pericolosa ed esilarante che esista.

      La prima fase della vita di Steve lo vede negli anni ’70 gareggiare per il campionato mondiale di motociclismo con il leggendario compagno di squadra Barry Sheene su una Suzuki. Poi, dopo essersi ritirato dalle competizioni motociclistiche nel 1986, Steve dirige un team di successo Yamaha e vince tre titoli del campionato britannico Superbike e inizia una carriera di pilota di camion di successo, conquistando titoli europei e britannici nel 1990. È diventato il pilota di camion di maggior successo di sempre , ritirandosi nel 2002. Steve ha anche dimostrato di essere un commentatore naturale, prima per la radio della BBC, poi trasferito in televisione con Sky, ITV ed Eurosport.

      In questo contesto di trionfo sportivo ci sono i famigerati scherzi: posa come medico per permettere a John Hopkins di volare dal Giappone al GP d’Australia; impersona Barry Sheene in una sessione di qualificazione; possiede una autopompa antincendio, un carro funebre e un’ambulanza – e la parcheggia su due linee gialle con le porte aperte in visita alla sua banca locale.

      È un racconto divertente e infernale della vita – e della morte – nella corsia di sorpasso che manterrà i lettori incantati fino alla fine. Le ultime parole di Barry Sheene al suo migliore amico riassumono: “Nessuno di noi due morirà curioso”.

    • #9784
      zio franco
      Partecipante

      Intanto il Bsb orfano di Shakey,va avanti e quest’anno il meteo è stato clemente

      Knockhill l’ultima di Domenica,un pistino niente male.complice il meteo stellare ed i piloti sempre all’altezza di mezzi che ricordo sono senza nessun ausilio elettronico

      Sembra sia finalmente l’anno di Haslam che ne vince una e l’altra arriva secondo,i ragazzi emergenti Dixon, Buchan e Ray gi stanno intorno
      Senza dimenticare il nostro road racer Irwin che difende da solo il team Ducati,affiancoto all’ultimo da suo fratello,prelevato dalla SS per sostituire Byrne
      Buoni piazzamenti anche per lui e sopratutto niente errori

      I sempre emozionanti e bellissimi video on board con tutti,non ve li perdete !

    • #10040
      zio franco
      Partecipante

      Come sempre gli spettacolari video on board ufficiali (sottolineato) dello scorso fine settimana nel carrousel di Brands Hatch

      Brookes si aggiudica tutte e due le manches di misura su Glen Irwin orfano di Shakey e sempre più coccolato dal team e dal pubblico

      Haslam il predestinato fa due terzi posti,e poi lo spettacolo dietro senza controlli

      Gara 1

      Gara 2

    • #10295
      zio franco
      Partecipante

      Per fare pace col Motociclismo sportivo l’ultima a Truxton,tracciato per la maggior parte elementare e velocissimo,sempre in curva praticamente come Nardò

      Meteo caraibico 😉

      Però si vedono tanti dettagli,la stabilità della Honda,la trazione della Yamaha e l’allungo della Kawasaki

      Per il gusto di Viperello senza nessun controllo elettronico,tanto è vero che ci sono state tante penalizzazioni per eccesso di velocità in Pit Lane

      Pure li se non riesci paghi

      Gara 1

      Gara 2

    • #10296
      viperello
      Partecipante

      lo ammetto, le gare senza ausili elettronici mi piaccino di più assai.
      dove se dai gas e molli la frizione di colpo… ti ribalti 😉

      • #10297
        zio franco
        Partecipante

        Ma hai visto come si muovono sui curvoni ?
        Da come stanno vicini si fidano,ma come sono bravi !

        Entro stretto esco largo,entro largo esco stretto,qui c’è proprio l’ABC

        C’è niente da fare,i Francesi sono Motociclisti e gli Inglesi dei motociclisti da corsa 😉

    • #10298
      viperello
      Partecipante

      Secondo me sono liberi dal peso degli Agostini, Biaggi, Rossi.
      Non devono per forza parametrare tutto al blasone di chi corre.
      Anzi…

      • #10299
        zio franco
        Partecipante

        Anche !

        A parte le riprese verificabili,anche vedendo dal vivo Cadwell Park su 80mila spettatori diventassi un cane se ce n’era uno,uno solo con lo striscione,il cappellino o la maglietta di Tizio o Caio !

        Una festa per tutti in nome dello sport all’aria aperta
        Non mi sembra nemmeno ci siano le ombrelline purtroppo,ma il pubblico femminile supera di gran lunga quello maschile

        Per cui fatti una domanda e datti una risposta

    • #10300
      Mastic
      Amministratore del forum

      Io faccio il giornalista e rompo le palle con il sistema mediatico.
      Lì hanno un’altra concezione della pratica degli sport. C’è meno idolatria. Il che si traduce in comportamenti diversi del pubblico, ma anche dei campioni. Che si sentono persone normali. Qui, se da ragazzino inizi ad andare forte in moto, è il sistema che ti porta a montarti la testa e a diventare un rompicazzi presuntoso, pieno di te e capriccioso. Si comincia già dalle formule promozionali.
      Proprio per questo, lì servono meno barriere. Ai piloti non serve proteggersi dal pubblico. E finisce che l’evento è una festa da vivere tutti assieme. Non è solo un fatto motociclistico.

      Non vado in Inghilterra da troppi anni, ci servirebbe @stinger che è in vacanza. Però, il ricordo che ho io è quello di serate trascorse nei pub insieme ad altri sconosciuti alticci, con i quali si condivideva la serata in amicizia. Ho raccontato mille volte che ho fatto la pipì con Nigel Mansell ubriaco che mi poggiava la testa sulla spalla (e faceva pipì anche lui). Sempre che fosse Mansell… non ne sono mai stato sicur 🙂
      L’ultima volta in Scozia il padrone del pub con il quale ho chiacchierato di sport (lui era un rugbysta dilettante), quando sono andato via mi ha fatto cenno di aspettare un attimo. E’ salito a casa sua (sopra il pub), ed è sceso con una maglietta imbustata nuova della sua squadra di rugby, per me. E il vessillo della squadra. Sono ancora sorridente per quel regalo inaspettato.
      Credo sia questo il punto

      • #10301
        zio franco
        Partecipante

        Credo sia questo il punto

        Lo è sicuramente,ed avere il punto di vista pluralista è una gran fortuna,di questo dovremmo tenere conto invece di scannarsi sul “meglio questo o meglio quello”

        Io cerco di evitarlo almeno,tengo particolarmente a certi eventi per scelta,per offrire un punto di vista,per tenere viva la possibilità di considerare diversamente quello che offre il “sistema mediatico”

        In questi giorni ci sono gli auropei di atletica,ciclismo su pista,nuoto ecc,divisi tra Glasgow e Berlino

        Ebbene a Glasgow durante gli eventi nel velodromo succedeva e commentavano un fatto all’apparenza incredibile
        Non ci sono più ciclisti (giovani) “da pista”,mentre invece su strada si sprecano
        Vuoi anche per mancanza di velodromi (ma anche di autodromi,non parliamo poi di motodromi, dico io),vuoi per la noia di girare intorno (ahahahaha,questa la tengo come pallottola di riserva) ma è incredibile la differenza tra il seguito che hanno le due proposte

        Il ciclismo è nato su strada

        Si come l’automobilismo,il motociclismo…..

        Allora ?
        Allora conosciamo tutti il Giro d’Italia,Gimondi Coppi e Bartali,Pantani e….vattelapesca,conosciamo tutti il Tour de France (Polidor Anquetil,Merx ecc, conosciamo la Vuelta Spagnola,Indurain ecc… ma nessuno sa chi è Maspes o Golinelli,sono 30 anni che non c’è un Italiano !

        Capito l’antifona,si va controcorrente, eppure si fermano paesi interi per gli eventi piuttosto che un velodromo dove,dicevano i commentatori insieme ai preparatori,i ragazzi si bruciano sulle strade quando su pista sarebbero adattissimi,spesa e resa non sono nemmeno paragonabili,idem per la televisione,per la sicurezza,per la macchina organizzativa

        Pensate al giro d’italia col motocross (che non esiste ma immaginiamo le classiche Red Bull Touchet Baja eccheneso’..) in confronto all’indoor Americano,non ci sarebbe partita !

        Curiosa questa cosa

    • #10751
      zio franco
      Partecipante

      No niente,visto il mortorio scrivo da solo

      Siamo arrivati allo showdown con le ultime 4 gare che decideranno il vincitore

      Silverstone (si quella dove la GP non ha voluto correre sul bagnato)
      Outlon
      Assen
      Brands Hatch

      Questi dieci se la giocheranno

      1 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 330
      2 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 230
      3 2 GLENN IRWIN BE WISER DUCATI 187
      4 25 JOSH BROOKES MCAMS YAMAHA 174
      5 28 BRADLEY RAY BUILDBASE SUZUKI 159
      6 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 126
      7 83 DANNY BUCHAN FS-3 KAWASAKI 119
      8 21 CHRISTIAN IDDON TYCO BMW 111
      9 67 SHANE BYRNE BE WISER DUCATI 98
      10 22 JASON O’HALLORAN HONDA RACING 94

      Prime libere condizionate dalla bandiera rossa per una caduta highside di Haslam che però è stato dichiarato FIT

      Irwin ancora dolorante si diverte così

      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 9 mesi fa da zio franco.
    • #10760
      zio franco
      Partecipante

      Il ragazzino (21 anni) terribile,che poi terribile non è ma guidando una Suzuki ci mette del suo,dichiara : The key is not to do anything stupid! “la chiave è non fare cazzate !”

      Con questa faccia è credibile ?

    • #10772
      zio franco
      Partecipante

      Ispirati da Irwin i fotografi del BSB,in questo caso Andrew il più giovane dei fratelli

      Questa è titolata “behind the bubble”

    • #10773
      Mastic
      Amministratore del forum

      Gli occhiali da nerd li ha. Ma ho imparato che la fisiognomica non serve a nulla. Ho visto figli di puttana con la faccia d’angelo e tonti de mamma con la faccia da paraculi 😀

    • #10775
      zio franco
      Partecipante

      Infatti,qui è stato beccato stamattina quando con quel polmone era a quasi un secondo dai migliori

      When you find out only 0.897s separate the top 18 riders

      Adesso in FP2 è primo…st’impunito si direbbe a Roma

    • #10776
      zio franco
      Partecipante

      Cosa mi piace del BSB e quali sono le differenze che interessano ?

      La formula,le case,i circuiti ed i piloti
      L’organizzazione ed i contenuti media
      Infine il pubblico,vero protagonista

      La formula

      Mezzi senza controlli elettronici,nessuno proprio,chi sa fare fa
      Main season di 8/10 gare con due/tre manches tra Sabato e Lunedì,chi rientra nei primi 10 si gioca lo Showdown per la vittoria finale,gli altri se la giocano per l’anno successivo
      Gomme libere

      Le Case

      Tutte,più o meno ufficiali

      I piloti

      Qui ci sono due categorie,oppure nessuna ancora meglio, i vecchi piloti di Sbk nazionali ed i giovanissimi leoni Irlandesi,Scozzesi e naturalmente inglesi
      Un mix propedeutico per chi ha voglia di fare il salto nel mondiale oppure semplicemente vuole finire la carriera qui perchè in fondo gli piace correre ma non rincorrere aerei,promozionali,conferenze e balle varie,quasi tutti vengono con moglie e figli col camper

      L’organizzazione
      E’ a dir poco perfetta,non ricordo problematiche di nessun tipo,nessuna contestazione sui mezzi,le piste,gli orari od i regolamenti

      I contenuti media

      Live timing sempre,tv live o differita sul satellite Eurosport nazionale
      Registrazioni gare,highlight e on board su tutte,e sottolineo tutte le moto,spettacolari per qualità e puntualità,per cui se non hai il satellite non perdi niente,su Youtube te la godi in tutte le salse,ma gli onboard sono imperdibili veramente sopratutto per la mancanza di commento e l’audio naturale,niente chiacchiere insomma

      Interviste di BBC per bocca di quel grande di James ‘Jamie’ Whitham

      Il Pubblico che cito per ultimo ma è il primo protagonista,sempre con numeri da Motogp,sempre posato,competente (non stanno tutti in tribuna ad esempio) multirazziale,multiculturale di vario genere ed età. Non si vede uno striscione,un cappellino od una maglietta. Che ci sia il sole o la pioggia,la nebbia o la grandine (e sull’isola non manca mai) stanno li allegri con le birre in mano,i ragazzini a giocare,i nonni sulla sedia portata da casa. Anche a chiacchierare con i marshal,perchè reti o filo spinato non ce n’è come nel calcio

      Ah,si entra con un solo biglietto,20 sterline circa

      Ed è sempre,sempre stato così,conservatori delle cose buone,come le road races

    • #10828
      zio franco
      Partecipante

      Silverstone ha dato il suo giudizio molto chiaro

      Haslam le ha vinte tutte e 3

      Questi sei si giocheranno lo Showdown nelle ultime tre gare,Outlon Park,Assen e Brands Hatch

      1 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 568
      2 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 523
      3 25 JOSH BROOKES MCAMS YAMAHA 519
      4 28 BRADLEY RAY BUILDBASE SUZUKI 519
      5 2 GLENN IRWIN BE WISER DUCATI 516
      6 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 504

      Intanto godiamoci gli onboard di Gara 1 in attesa della pubblicazione di Gara 2 e 3

    • #10848
      zio franco
      Partecipante

      Come annunciato gli imperdibili onboard di Race 2 e 3

    • #10943
      zebratre
      Partecipante

      grazie Franco, sti video sono sempre una goduria

    • #10985
      zio franco
      Partecipante

      Outlon Park,prima delle tre eliminatorie dello Showdown

      Spettacolare Dixon che se le aggiudica entrambe,la prima sul bagnato e la seconda col sole
      Quando uno ce l’ha ce l’ha
      Stellare come sempre Haslam che parte ultimo per un problema in qualifica
      Guardate il via di Haslam perchè non capita tutti i giorni
      E la guida sul bagnato fa pensare che Rea avrà da sudarsela l’anno prossimo
      …se Dorna permetterà di correre sul bagnato 😉

      Bridwell ottimo secondo alla seconda gara col bicilindrico,Irwin 4°

      Stesso copione o quasi nella seconda asciutta
      Dixon scappa e Haslam per poco non lo riprende
      Ottimo 3° sempre Bridwell

      La prossima si attraversa la manica per Assen

      Con questa classifica aggiornata ai 6 privilegiati

      1 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 604
      2 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 573
      3 25 JOSH BROOKES MCAMS YAMAHA 530
      4 2 GLENN IRWIN BE WISER DUCATI 530
      5 28 BRADLEY RAY BUILDBASE SUZUKI 524
      6 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 520

    • #11005
      zio franco
      Partecipante

      Ma come funziona questo strano campionato che richiama tanti concorrenti ufficiali e tanto pubblico ?

      Dal 2010 MSVR ha tolto a Dorna l’organizzazione e stilato un regolamento insieme a tutti con una discussione durata 2 anni…capisciammè

      Il campionato è diviso in due fasi,la Main Season di circa 9 eventi con 2 o 3 gare per ciascuno
      La griglia di partenza di gara 1 si decide con le qualifiche,i migliori giri di Gara 1 determinano la griglia di gara 2 (geniale !)

      In caso di stop,guasto o incidente,al primo giro il pilota perderà solo 8 posizioni dalla qualifica

      I primi 6 della Main Season si giocano lo Showdown che consiste in 3 eventi di cui l’ultimo con gara tripla

      Partono alla pari con 500 punti + i premi per i podi,5 punti per vittoria,3 per i secondi posti e 1 per i terzi posti (!) più i punti che prenderanno regolarmente,25,20, ecc

      Gli altri si giocano regolarmente le loro gare per vincere la “Riders Cup”,insomma “the best of the rest”

      Dei mezzi sappiamo che viene tolta tutta l’elettronica per cui i modelli di serie usano la centralina unica che permette solo 750 giri in più della serie

      Complesso ma geniale,e sopratutto da 8 anni funziona sempre così,a quanto pare con soddisfazione generale

    • #11006
      Dolfy
      Partecipante

      Bsb, dove uno più uno fa sempre due!

      caro Zio Calissi, formula concreta, moto primitive e piloti di gran spessore, umano e motociclistico, mi sarei stupito del contrario.

      Lamps

      Il Dolfy

    • #11137
      zio franco
      Partecipante

      Bsb vive una giornata drammatica ad Assen in gara 2,per fortuna senza conseguenze

      Subito fuori Laverty,Dan Linfoot tocca Haslam all’uscita della variante del traguardo e tra una nuvola di scintille Glenn Irwin gli passa di sopra,gambe e petto,il resto del gruppo riesce ad evitare il povero Dan che si rialzerà senza conseguenze

      Mackenzie magico ed ancor più magici Dean Harrison e Zanotti che lo evitano

      La moto però scivolando viene presa in pieno da Bridwell che si incastra rimanendo dritta mentre la Honda prende fuoco.
      Il tutto davanti alla tribuna

      Le gare confermano l’anno di Haslam che le vince tutte e due complice la rottura della moto di Dixon

      Gara 1

      Gara 2

      Classifica aggiornata prima del finale a Brands Hatch il 14 Ottobre per la “tripla”

      1 91 LEON HASLAM JG SPEEDFIT KAWASAKI 654
      2 27 JAKE DIXON RAF REGULAR AND RESERVES KAWASAKI 593
      3 25 JOSH BROOKES MCAMS YAMAHA 557
      4 2 GLENN IRWIN BE WISER DUCATI 554
      5 60 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 549
      6 28 BRADLEY RAY BUILDBASE SUZUKI 533

      Novità del finale di stagione l’arrivo di Scott Redding con la V4 nel Team Br Wiser al posto di Glenn Irwin che torna al Team Kawasaki di Haslam dirottato al fianco di Rea nel SBK

    • #11196
      zio franco
      Partecipante

      La squadra Be Wiser per prima annuncia i piloti per la stagione 2019 con l’ingaggio di Josh Brookes

      2015 champion Josh Brookes will complete an ultra-competitive line up at the multiple title-winning Be Wiser Ducati team for the 2019 Bennetts British Superbike Championship it has been announced today (Wednesday).

      The Australian from Bringelly in New South Wales has a wealth of British Superbike experience to date including over 220 starts and is currently fourth in the list of all-time BSB race winners with a total of 39 victories prior to this weekend’s season finale at Brands Hatch, where he did the double earlier in the season.

      As well as his domination en route to the 2015 title, Brookes has been runner-up three times in his BSB career as well as winning the 2005 Australian Superbike Championship. He also has two World Supersport Championship victories to his name.

      He completes a superb line up for the Lake District-based PBM team who announced GP winner Scott Redding last week having confirmed that both riders will line up on the very latest Ducati V4 machinery ahead of the opening round of the 2019 season at Silverstone

      Paul Bird, Team Owner commented: “We are the first team to announce our riders and plans for 2019 so we can now concentrate on winning the BSB title back next year which is our sole aim

      Dopo 15 anni di fedeltà del Team di Paul a Shakey Byrne con 6 titoli, 84 vittorie, 186 podi in 347 gare disputate quindi il Team si rinnova completamente,indimenticabili gli anni passati insieme

      Un ruolino di marcia sensazionale, anche in termini di longetivà. Dal trionfale 2003 vissuto con i colori Monstermob Ducati sempre schierato dal team di Paul Bird, archiviate le parentesi tra MotoGP (Aprilia, KR-KTM con una comparsata con Honda Pons) e World Superbike, Byrne nel BSB ha scritto pagine memorabili di storia. Dalla prima affermazione nel 2002 a Donington Park è riuscito a vincere con 4 distinte case costruttrici (Ducati, Honda, Suzuki, Kawasaki) e 6 differenti modelli: Ducati 996/998, Honda CBR 1000RR (due distinte versioni), Suzuki GSX-R 1000, Ducati 1098, Kawasaki Ninja ZX-10R fino ad arrivare alle più recenti vittorie con la Ducati Panigale R.

      Brookes sa bene cosa troverà :

      Brookes said: “PBM have been the benchmark during much of my time in BSB and have always set the bar very high. With Shakey being my arch-rival, I never really saw myself riding alongside him but when things changed, it became a real consideration, although I wish him a full recovery.

      Che la forza sia con voi !

    • #11197
      zio franco
      Partecipante

      Chi è Josh Brookes e perchè ci piace 😉

    • #11200
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      mi dispiace non aver seguito, mail mio tempo libero è sempre pochissimo, parlavo con un amico appassionato anche lui e mi ha detto che non c’è paragone con il Wsbk, molto meglio quello inglese, parole sue, trasuda più passione e follia.

      magari il prossimo anno se potessi mettere gli orari delle gare uno come me può registrarle

      ciao Zio

      • #11203
        zio franco
        Partecipante

        Ciao Bob !

        Non credo si vedano in diretta se non su Eurosport Inglese
        Sul sito BSB http://www.britishsuperbike.com/ c’è il live timing molto completo
        Gli orari sono per lo più gli stessi del Sbk, 13 e 16.30 quando sono doppie e quando sono triple alle 16 del sabato ed alle 13 – 16.30 la domenica

        Questo fine settimana per esempio c’è l’ultima tripla a Brands Hatch dove Haslam se la giocherà con Dixon

        • #11204
          Bobpezzadoo
          Partecipante

          proverò a cercarlo. Io seguivo su youtube stadium super truck ed era veramente comodo…

          Grazie 😉

    • #11205
      zio franco
      Partecipante

      Si alla fine li vedo anche io i video delle gare e sopratutto gli on board spettacolari su youtube la settimana dopo

      Questa è la novità di oggi,Pirro sarà a Brands Hatch per dei giri dimostrativi sulla nuova Panigale V4 che sarà presente l’anno prossimo con il Team Di Paul Bird guidata da Brookes e Redding

      Il comunicato

      L’ultimo round del campionato britannico Superbike di Bennetts includerà una dimostrazione esclusiva di Ducati del nuovissimo prototipo Panigale V4 in vista del debutto nella serie della prossima stagione.

      Brands Hatch ospiterà questa visione pubblica della nuova moto da corsa V4 con il collaudatore Ducati MotoGP e il campione del 2018 italiano Superbike Michele Pirro
      Pirro è stato determinante nel portare la tecnologia MotoGP al V4 attraverso i test che ha completato con il team Ducati Corse.

      I giri dimostrativi si svolgono sia il sabato che la domenica, dando ai fan britannici la possibilità di assaporare l’aspetto e il suono di questa straordinaria creazione dalla fabbrica di Bologna come anteprima fino al 2019 quando la versione da corsa della Panigale V4 sarà presente sia in Gran Bretagna che nel Mondiale Superbike per la prima volta.

      Pirro ha dichiarato: “Sono davvero felice di prendere parte a questo evento nell’ultimo round del campionato a Brands Hatch, è un circuito storico e ho dei bei ricordi qui. Sono davvero contento di incontrare i fan britannici e mostrarli la moto che inizierà una nuova era per Ducati in Superbike.

      “È una moto che porta tutta l’esperienza della MotoGP e sono così felice di far parte di questo progetto. Alla World Ducati Week ho potuto già apprezzare le capacità della moto da strada e sono certo che la nuova Superbike porterà grandi soddisfazioni ai tifosi “.

      Amministratore delegato di Ducati UK, Tim Maccabee ha commentato: “Siamo davvero lieti di essere in grado di presentare questa uscita pubblica del prototipo di V4 a Brands Hatch. È stato un posto speciale per Ducati nel corso degli anni, fornendo alcuni grandi risultati e grandi ricordi nella nostra storia di corse. È un’esperienza che sono certo che i fan britannici si godranno questo fine settimana e assaggino le cose che verranno l’anno prossimo “.

      Eh vabbè mi risparmio i confronti…

    • #11206
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      chissà se sarà matura per lottare per il titolo

      • #11207
        zio franco
        Partecipante

        Se pensiamo che è nata con l’elettronica della GP e per questa,a quanto dicono,che dovrebbe fare la differenza,immaginarla senza niente è già difficile

        Mi raccontavano a Bologna che il primo anno di Panigale con (Baiocco ?) fu una tragedia col cablaggio,perchè va bene togliere i comandi dalla centralina,ma tutti i sensori quà e là disseminati ovunque hanno un cablaggio,e non è immediato semplicemente tagliare i fili !

        Però alla fine ci sono riusciti,gli inglesi con la direzione di Bgo Panigale immagino,e si sono portati a casa l’unico titolo della Panigale 🙁

        Riusciranno anche stavolta ?
        Auguri !

        Certo Haslam viene in Sbk ed è già favorevole avere Brookes che è un veterano,ma i ragazzini come Dixon,Mckenzie e Ray,classi ’95/’96/’97 sono lanciatissimi

        • #11209
          Bobpezzadoo
          Partecipante

          Credo anch’io, però è bello che una casa come Ducati si adoperi anche per Sbk inglese. Probabilmente credono nella formula e nel motociclismo d’oltremanica, vista la grande passione nonostante il loro clima non sia tra i più favorevoli

    • #11208
      zio franco
      Partecipante

      Grandi novità per questa finale tanto attesa
      Ci sarà Danny Kent con la Suzuki,lo ricordate il campione sulla Moto3 ?

      Questo il programma del fine settimana,si prevede l’invasine del pubblico sullo splendido tracciato escluso dal mondiale

    • #11210
      zio franco
      Partecipante

      E Dorna tenta di ricopiare la formula,ma come è natura propone l’ennesima porcata

      Dorna WSBK Organization e FIM hanno annunciato alcuni aggiornamenti all’agenda del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike del 2019. Si terranno infatti tre gare in un fine settimana per la prima volta nella storia.

      Resta l’ormai tradizionale Gara 1 il sabato alle 14:00, che aprirà il weekend e avrà la stessa durata. Ma per la prima volta in assoluto, la domenica ci sarà una gara sprint alle 11:00. Il fine settimana del WorldSBK si concluderà con Gara 3 alle 14:00,

      Immagino i team felici per dover allestire di nuovo le moto in meno di due ore tra le 11.45 e le 13.30 🙁

      Non ci prendono nemmeno per sbaglio

    • #11211
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      sono d’accordo al 100%, le tre gare non le capisco, capirei di più una gara con il doppio dei giri che tre gare…..

    • #11212
      zio franco
      Partecipante

      Poi l’impressione è che si divertano

      C’è chi dice che è il cimitero degli elefanti,e magari è positivo perchè vuol dire che c’è meno stress ed ansia da prestazione

      Gino Rea lo ricordate ?

      Stamattina è rimasto fermo per guasto della sua Suzuki,rientrato “esimo” ha salutato il pubblico come si vedeva una volta

    • #11223
      zio franco
      Partecipante

      E’ finita per quest’anno,ed è finita come doveva,Haslam è il nuovo campione che se ne andrà nel mondiale

      E che sia un campione è sicuro,come lo sono tutti

      Guardatevi il video on board e poi non voglio più leggere che tizio è uno scarso perchè non ha vinto niente !
      Guardatevi come guidano a Brands Hatch sul bagnato e senza controlli
      Incredibili tutti
      W il Bsb

      Ma cosa fanno questi !

      Haslam col titolo in tasca.Dixon,Bridwell (ducati) O’Halloran con la honda

      • #11224
        zio franco
        Partecipante

        Infine Gara 1 asciutta

    • #11256
      zio franco
      Partecipante

      Quando si è Campioni lo si è dentro e fuori la pista

      Alessio Piana su corsedimoto

      Glenn Irwin cuore d’oro: vince e dona 4.000 £ alla famiglia di William Dunlop
      Il protagonista del BSB Glenn Irwin trionfa alla Sunflower Trophy classe Supertwin e decide di devolvere il premio in denaro ai familiari del compianto William Dunlop.

      Glenn Irwin, 28enne abituale protagonista del British Superbike, ne ha dato prova lo scorso fine settimana a Bishopscourt, tracciato dell’Irlanda del Nord che ha ospitato la 41esima edizione del Sunflower Trophy, evento che richiama ogni anno diversi protagonisti del motociclismo della Terra d’Albione (e non solo). In trionfo nel 2017 tra le Superbike, l’originario di Carrickfergus non si è ripresentato al via della top class per la conclusione del sodalizio con il team Be Wiser PBM Ducati, ma ha deciso di accettare l’offerta di John Burrows per correre con una sua Kawasaki ER6 nella classe Supertwin.

      Una partecipazione a cui Irwin ci teneva molto, tanto da promuovere a più riprese l’evento sui social, compreso un (bonario) scambio di battute alla vigilia con Jeremy McWilliams, a sua volta al via. Il buon Glenn, tanto per continuare il suo straordinario momento di forma testimoniato dalla vittoria di Gara 1 a Brands Hatch che gli è valso il terzo posto in campionato nel BSB, ha completato l’opera conquistando la vittoria di categoria, confermandosi inoltre come un uomo di cuore.

      Al termine della contesa, Irwin ha infatti deciso di donare ai familiari del compianto William Dunlop le 4.000 £ (circa 4.500 €) di premio in denaro per questa vittoria. Non soltanto l’assegno di 400 sterline dell’organizzazione destinato al vincitore, ma anche i vari premi di sponsor personali e dell’evento

    • #11257
      zio franco
      Partecipante

      A 12 mesi di distanza le parti si sono invertite ed il rispetto è sempre lo stesso

      2017

      2018

      • #11277
        Mastic
        Amministratore del forum

        Sai Franco, la cosa brutta è che ci stupiamo per quelli che dovrebbero essere normali comportamenti sportivi. A furia di seguire sport e classi dove la polemica (a volte finta) è diventata la norma, dove i tifosi non condividono ideali sportivi ma seguono solo per far parte di uno schieramento che si contrappone a un altro, ci sembra normale tutto ciò. Invece la normalità dovrebbe essere questa che mostri tu. Perché lo sport, anche quando si ha la fortuna di farlo diventare un lavoro, dovrebbe rimanere sport.

        • #11278
          zio franco
          Partecipante

          Si certo,ormai l’ho presa come una missione 😉
          Perchè fa bene mostrarlo,evidenziarlo,sottolinearlo sempre,anche perchè se non altro è un momento positivo,di speranza di quello che manca,una prospettiva,una zona franca,un esempio

          Come per la squadra di Volley ai mondiali,c’è chi l’ha presa come occasione di polemica,mentre la maggioranza per una settimana si è immedesimata nelle crazy girl che col sorriso e la rabbia dei vent’anni si sono giocate la finale
          Dicevano dei colori in campo,ma nel mondiale c’erano tutti ! ed è stato ancora più bello per questo.lo sport ma anche la vita è trasversale,multitutto,è l’esempio principe,un modello da esportare
          E gli Inglesi,ma non solo,con i mille difetti che conosciamo,sono d’esempio per il Motociclismo,mostriamolo allora,si tira una bel respiro di aria fresca (e piovosa) e poi per un pò di tempo non se ne parla più in attesa che ritorni a primavera 😉

    • #13608
      zio franco
      Partecipante

      In attesa dei week-end in questo modo

      Siamo pronti allo start

      Si parte con i test Europei

      30 days until we are on track at Monteblanco 🇪🇸

      34 days until we hit @AIAPortimao 🇵🇹

      57 days we will back in the UK for @SilverstoneUK

      E poi 12 round per 27 gare per 30 iscritti

      Il calendario del Bennetts British Superbike Championship 2019

      19-21 aprile: Silverstone National

      4-6 maggio: Oulton Park *

      24-26 maggio: Donington Park National **

      14-16 giugno: Brands Hatch GP

      28 – 30 Giugno Knockhill

      19-21 luglio: Snetterton 300

      2-4 agosto: Thruxton

      16-18 agosto: Cadwell Park

      6-8 settembre: Oulton Park **

      20-22 settembre: Assen

      4-6 ottobre: Donington Park GP

      18-20 ottobre: Brands Hatch GP **

      * Si corre il lunedì

      ** Tre gare in programma nel weekend

    • #13609
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      iniziano a pasqua, bene

    • #13610
      Mastic
      Amministratore del forum

      Qualcuno la pensa come te Franco… 2 gg fa sono stato a Bergamo per una rimpatriata con l’amico Oscar Rumi. Si parlava di SBK e gli ho chiesto quale sarebbe la sua ricetta. Non ci ha pensato un attimo: basterebbe fare come nel British Superbike, no?

      • #13612
        zio franco
        Partecipante

        Già,senza nemmeno pensare tanto a formule cervellotiche,se una cosa funziona copiarla è già una garanzia

        OT

        Telepatia,proprio ieri una concatenazione di pensieri mi ha portato a ricordare i tempi d’oro di Rumi
        Gramigni corse una stagione almeno in Sbk,il Dipillo mi telefonò a Firenze chiedendomi se potevo andare a prendere la licenza internazionale che il Gram aveva dimenticato e di portarla che loro erano già a Monza

        Non gli feci finire la frase che ero già partito e arrivato dopo due ore,1 e 45′ casello casello 😉

        A Monza mi fece avere un pass “Track” per la tre giorni come ringraziamento e trovando il Dott Costa ci feci le classiche due chiacchiere condite dalle poesie di quell’uomo,e quando ci lasciammo mi disse testuale : ” ci rivediamo per sfidare nuovamente l’avversario più leale che abbiamo,il vento !”

        Vento,aerodinamica,studi….ecc…

        Non sto bene è vero 🙁

    • #13614
      Anadin74
      Partecipante

      Bei tempi la SBK con Rumi quando i round erano combattuti e un team non ufficiale poteva splendere.
      Sbaglio o quest’anno corre Scott Redding con Ducati?
      Saluti zio Franco e Mastic!

      • #13621
        zio franco
        Partecipante

        Ecco l’elenco iscritti,si Redding prende il posto di Irwin in be Wiser insieme a Brookes venuto via da Yamaha,Irwin che prende il posto di Haslam in Kawasaki

        Io dai tempi del campionato “fantasy” che facevamo altrove 😉 seguo Tommy Bridwell con grande interesse perchè è uno serio,bravo ed affidabile (peccato il numero !) ma consiglio di tenere d’occhio i giovani rampanti come Ray,Mossey,Buchan,Mackenzie ecc

        ENTRY LIST BENNETTS BSB 2019

        2- Glenn Irwin – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        4- Dan Linfoot – TAG Yamaha – Yamaha YZF R1
        5- Dean Harrison – Silicone Engineering – Kawasaki ZX-10RR
        6- Xavi Forés – Honda Racing – Honda CBR 1000RR
        7- Ryan Vickers – RAF Regular & Reserves Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        8- Shaun Winfield – TAG Yamaha – Yamaha YZF R1
        10- Josh Elliott – OMG Racing – Suzuki GSX-R 1000
        12- Luke Mossey – OMG Racing – Suzuki GSX-R 1000
        18- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR
        20- Sylvain Barrier – Brixx Ducati – Ducati Panigale V4 R
        21- Christian Iddon – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR
        22- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1
        23- David Allingham – EHA Racing – Yamaha YZF R1
        25- Josh Brookes – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R
        28- Bradley Ray – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
        33- Keith Farmer – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR
        40- Joe Francis – Lloyd & Jones Bowker Motorrad – BMW S1000RR
        45- Scott Redding – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R
        46- Tommy Bridewell – Oxford Racing Ducati – Ducati Panigale V4 R
        59- Matt Truelove – Raceways Yamaha – Yamaha YZF R1
        60- Peter Hickman – Smiths Racing – BMW S1000RR
        61- Ben Currie – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        71- Claudio Corti – Team WD-40 Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        74- Dean Hipwell – CDH Racing – BMW S1000RR
        77- James Ellison – Smiths Racing – BMW S1000RR
        81- Luke Stapleford – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
        83- Danny Buchan – FS-3 Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        89- Fraser Rogers – Gearlink Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        90- Sam Coventry – Team 64 Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR
        95- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1

      • #13622
        Mastic
        Amministratore del forum

        Ciao Anadin. Credo il problema sia sempre lo stesso che c’è nelle corse da sempre. Piano piano si scivola verso una maggiore professionalizzazione. Succede anche nei trofei della salsiccia, come il supertwin, morto quando i vecchi piloti che lo animavano sono finiti a usare motori da tempo e a rifare un motore a gara.
        La superbike ha patito un eccesso di professionismo. E chi ha potuto spendere ha fatto il vuoto.
        Esempio? Fanno il regolamento con la seconda manche che vede chi ha vinto la prima partite in terza fila (una cazzata) e la Kawasaki investe un po’ di soldi in più sul launch control e nulla è cambiato.
        Il pallino è in mano a chi fa i regolamenti, perché chi corre è normale che faccia di tutto per vincere

        • #13623
          zio franco
          Partecipante

          Il pallino è in mano a chi fa i regolamenti

          Questa è l’ultima in ordine di tempo,a pochi giorni dal via ufficiale sono stati comunicati il numero dei giri motore ammesso,ovvero lo stesso che Dorna aveva deliberato l’anno scorso partendo da un limite del +3% rispetto al modello di serie
          E fin qui va bene, è il meccanismo di correzione che fa cadere le braccia,ovvero non si considera il pilota ma la marca ed il calcolo è sconosciuto

          In base al regolamento, Dorna ha facoltà di intervenire su queste tabelle ogni tre round Mondiali, spostando i valori in alto o in basso di 250 giri/minuto nel caso una determinata marca si riveli troppo avvantaggiata o troppo lenta. Il calcolo però non tiene conto non solo di chi vince, ma di tutti i piloti che corrono per un determinato costruttore, privati inclusi, motivo per cui nel 2018 nonostante il dominio schiacciante di Jonathan Rea la Kawasaki restò inchiodata ai 14.100 giri concessi all’inizio.

          Come funziona il regolamento
          L’equilibro fra i Costruttori è infatti determinato da un misterioso algoritmo studiato da Scott Smart, commissario tecnico della FIM, di cui nessuno – neanche gli ingegneri delle Case – hanno mai capito in pieno il funzionamento. L’algoritmo infatti calcola risultati, tempi sul giro, velocità massime, numero di piloti per marca, condizioni meteo e moltissimi altri parametri.

        • #13624
          Mastic
          Amministratore del forum

          Che poi, le forze in campo (intese come investimenti) sono tanto squilibrate che chi sta avanti ovvia al taglio di giri sviluppando una mappatura elettronica differente che lavora a un regime più basso. E alla fine… Davanti ci sono sempre gli stessi.

    • #13685
      Anadin74
      Partecipante

      I regolamenti fanno veramente cag…come certe polemiche(mi riferisco a quelle dopo la gara in Australia della SBK).
      Ho visto cè Xavi Fores su Honda(mmh mi sa non molto competitiva)che andava molto forte con la Ducati V2 del team Barni in SBK.
      E anche Claudio Corti che non posso non tifare visto che è delle mie zone.
      Mi piace il BSB per l’atmosfera un pò più “casereccia” e per certi circuiti veramente spettacolari:Cadwell Park su tutti!

    • #13701
      zio franco
      Partecipante

      Sul profilo twitter del BSB visibile a tutti fanno da anni un giochino interessante che fa tanto cultura motociclistica sportiva
      Nelle pause invernali o settimanali la redazione pubblica una foto ritagliata che non fa vedere molto,almeno non fa vedere le caratteristiche fondamentali di moto,pilota e pista,e chiede ai lettori di indovinare

      Io la capisco come per realizzare contatti si,e anche per fidelizzare,per far sentire in competizione gli appassionati,per ricordare i personaggi che per lo più sono marginali,certo i campioni si riconoscono più facilmente,e per prendere confidenza da uno scorcio tute,curve,moto sopratutto !

      Esempio

      Questo è Bradley Ray nel 2016 su una R6 in SS,si nota il n°28,la R6 sopratutto che ha scatenato perculate su twitter 😉

      Questa ha avuto due interpretazioni,la certa è la pista di Outlon Park,la dubbia il pilota Gary Mason su Yamaha R1

      Si potrebbe replicare in Sbk o GP magari se il Bsb non viene seguito da molti

    • #13709
      Anadin74
      Partecipante

      Chi segue il BSB sono pochi…ma buoni!!! 😉

    • #13731
      zio franco
      Partecipante

      C’è uno scemo in più quest’anno 😉

      “When you know official testing starts this week in Spain and you have the new @DucatiMotor to play with”

    • #13757
      zio franco
      Partecipante

      Primi test a Barcellona

      Live timing

      https://www.britishsuperbike.com/live-timing/

    • #13766
      zio franco
      Partecipante

      Terminata la prima giornata con gli esperti Redding e Fores che fanno la differenza pur con le nuove moto,circuiti.campionato e team

      Redding all’uscita dai box

      Sopra mi sono sbagliato,Monteblanco è nel sud vicino Siviglia

    • #13778
      zio franco
      Partecipante

      Seconda giornata di test

      Video dell’uscita di pista del promettente giovane Buchan,notare la velocità della moto “scossa” dal cavaliere !

      Classifica odierna

    • #13784
      zio franco
      Partecipante

      Giornata finale della 3 giorni di test

      Come nel mondiale Sbk una panigale V4 e poi le Yamaha consistenti,non si fanno scrupoli le Suzuki che senza elettronica dicono la loro anche per merito di quei ragazzini terribili di Ray e Mossey che abbiamo imparato ad apprezzare

      Fa pensare che davvero Redding,come Bautista,abbia la marcia in più dei transfughi delle Moto GP,vuoi la messa a punto,vuoi l’esperienza con la potenza,vuoi la bravura nuda e cruda,ma due indizi fanno una prova
      Brookes e Bridewell pur con l’esperienza del Bsb sono a metà schieramento come appunto Davies e Laverty

      Prossimi test a Portimao,poi si parte sul serio da Silverstone il 19/21 Aprile

      • #13786
        Mastic
        Amministratore del forum

        Fa pensare che davvero Redding,come Bautista,abbia la marcia in più dei transfughi delle Moto GP

        Mi sa proprio di si. Abitudine a gestire potenze elevatissime, velocità di ragionamento moltiplicata, istinto in bagarre. E poi, in MotoGP il livello è top in tutto, il che significa che si fa esperienza e si impara. A settare la moto. A gestire le gomme. A gestire i momenti di crisi. A massimizzare il risultato.

    • #13798
      zio franco
      Partecipante

      Finite anche le due giornate di test a Portimao con alcune conferme

      O’Halloran su Yamaha,Redding su Panigale 4V e Fores su Honda

      Ottime prestazioni in crescendo per Bridewell e Brookes sempre su Panigale 4V
      Un pò indietro Irwin e le Kawasaki,sempre consistenti i giovani sulle Suzuki

      Considerata l’assenza di elettronica di supporto i valori in campo rispetto al WSBK sono diversi escluso per Ducati e Yamaha che mantengono le prime posizioni assolute

      Prossima giornata di test il 9 aprile prossimo a Silverstone.

    • #13819
      Anadin74
      Partecipante

      Redding e Fores possono contare su esperienze “maggiori”.Vedo abbastanza bene anche Claudio Corti per cui tifo.

    • #13820
      Anadin74
      Partecipante

      Ah.Sono anche un fan della prima ora del buon Haslam passato in SBK.

    • #13827
      zio franco
      Partecipante

      C’entra niente,se non fosse che una Pilota del Bsb ha fatto da stuntman nel film “Mission impossible Fallout” e per questo è stata premiata
      Se poi la premiata è anche Jenny Timmouth vale la pena vedere l’intervista e le scene girate,specialmente chi capisce l’inglese parlato

    • #14139
      zio franco
      Partecipante

      Per Pasqua in Inghilterra si corre !

      e immancabilmente si scommette

      6 Case impegnate

      12 Round doppi o tripli,30 iscritti

      Time table

      SATURDAY 20th APRIL

      09.00 – 09.30 British Talent Cup Qualifying
      09.40 – 10.00 Pirelli National Superstock 1000 in association with Black Horse – Group A Qualifying
      10.05 – 10.25 Pirelli National Superstock 1000 in association with Black Horse – Group B Qualifying
      10.35 – 11.20 BENNETTS BRITISH SUPERBIKES IN ASSOCIATION WITH PIRELLI Free Practice 3
      11.30 – 12.05 Dickies British Supersport/British GP2 Cup Qualifying
      12.15 – 12.40 Pirelli National Superstock 600 in association with Black Horse Qualifying
      12.50 – 13.10 // Dickies Junior Supersport Qualifying
      14.00 British Talent Cup Race 1 – 28 laps
      14.45 Pirelli National Superstock 1000 in association with Black Horse Race 1 / 2 24 laps ea.
      16.00 – 16.18
      16.25 – 16.37
      16.44 – 16.52
      BENNETTS BRITISH SUPERBIKES
      IN ASSOCIATION WITH PIRELLI
      DATATAG EXTREME QUALIFYING
      Q1
      Q2
      Q3
      17.10 Dickies British Supersport/British GP2 Cup – Sprint Race 1 – 18 laps
      17.45 Ducati Performance TriOptions Cup Race 1 – 15 laps

      SUNDAY 21st APRIL

      09.00 – 09.08 Pirelli National Superstock 600 in association with Black Horse Warm up
      09.15 – 09.23 Pirelli National Superstock 1000 in association with Black Horse Warm up
      09.30 – 09.45 BENNETTS BRITISH SUPERBIKES IN ASSOCIATION WITH PIRELLI Warm up
      09.52 – 10.00 Dickies British Supersport/British GP2 Cup Warm up
      10.30 British Talent Cup Race 2 – 28 laps
      11.15 Pirelli National Superstock 600 in association with Black Horse Race – 22 laps
      11.40 – 12.25 Pit Walk, Bennetts/VIP Safety Car & Pillion laps
      12.40 Dickies Junior Supersport Race 1 – 15 laps
      13.15 Pit lane opens for Bennetts BSB race one: Bennetts and VIP grid walk
      13.30 BENNETTS BRITISH SUPERBIKES IN ASSOCIATION WITH PIRELLI Race 1 – 30 laps
      14.15 Ducati Performance TriOptions Cup Race 2 – 15 laps
      14.55 Pirelli National Superstock 1000 in association with Black Horse Race 3 – 24 laps
      15.40 Dickies British Supersport Championship/British GP2 Cup – Feature Race 2 – 26 laps
      16.15 Pit lane opens for Bennetts BSB race two: Bennetts and VIP grid walk
      16.30 BENNETTS BRITISH SUPERBIKES IN ASSOCIATION WITH PIRELLI Race 2 – 30 laps
      17.20 Dickies Junior Supersport Race 2 – 15 laps

    • #14185
      zio franco
      Partecipante

      Questa è buffa

      “quando guidi per la prima volta una V4R (senza elettronica e 16mila giri di serie) nelle prime libere di Silverstone (corto) e fai il miglior tempo 😉

      Josh Brookes

    • #14187
      zio franco
      Partecipante

      Più di mille parole il video ufficiale on board di gara 1

    • #14260
      zio franco
      Partecipante

      What you missed ?

      Oulton park sopratutto,forse la più difficile,pista ostica,o la ami o la odi,come Valencia non si sta mai in pace,non si sta mai dritti,c’è sempre qualcosa da fare urgentemente

      Molte rotture,molti ritiri,molte sorprese,una su tutte il terzo vincitore diverso su tre gare,un podio nuovo,tre facce simpatiche che non si sono risparmiate i record

      Foto incredibili che riassumono la situazione

      Nel mezzo un Australiano eh eh,mi sa di già vista 😉

      Appena disponibili gli incredibili on board delle due gare della Domenica e del Lunedì…eh si qui non si guarda lo share televisivo,se vuoi vai a vederla dal vivo che è meglio

      Classifica gare e campionato

      Il cielo Brexit 🙁

    • #14261
      Mastic
      Amministratore del forum

      Si, pista affascinantissima e folle. Non è una pista come la intendiamo noi.
      Gli on board sono dovuti questa volta! 🙂

    • #14274
      zio franco
      Partecipante

      Disponibile per ora solo gara 1,ma è abbastanza per goderne più del recente GP

      Alcune annotazioni personali,la velocità di approccio dimostra quanto i piloti vedono qualcosa che noi non vediamo,più di una volta ho pensato che non ci stavano dentro,eppure si sorpassano anche,e nessuno che si lamenti delle entrate. Ci siamo un pò dimenticati di come si corre,perchè si corre,non si passeggia per campi di colza 😉
      Giuro non ho mai letto una polemica su questo o quello,di entrate dure,di regolamenti,di contenziosi tra squadre,piloti o case costruttrici,sarà perchè alla fine lavorano tutti insieme a che lo svolgimento sia sportivo più che remunerativo o d’immagine
      Anzi,Glenn Irwin,il campione 2017 e vice di Haslam 2018 è passato in Kawasaki con prestazioni imbarazzanti al momento,come Lorenzo in Honda per fare un parallelo,si è pubblicamente scusato chiedendo pazienza ed ammettendo le sue difficoltà con una frase introduttiva che suona così

      Un rapido aggiornamento sui risultati scioccanti che abbiamo raccolto

      Tecnicamente, il suono dei motori,si capisce che Yamaha e Ducati hanno scoppi irregolari,sembrano dispari rispetto a Bmw,Suzuki,Honda,Kawasaki,e non si percepiscono nemmeno i diversi regimi di rotazioni,essendo quelli di serie per regolamento
      I nuovi arrivi Redding e Fores si sono adattati benissimo,nessuna prima donna e nessuno sconto in pista
      Bravo Redding per essere la prima volta che vedeva questo toboga
      Quel Bridwell lo tengo d’occhio da tempo,è un privatissimo eppure sta li con i migliori,peccato solo il numero di gara 😉
      Prati,spettatori,andamento altimetrico e griglia piena fanno il resto,se poi ci aggiungiamo questi onboard ufficiali il servizio è di primo livello. E come al solito nessun tifo scomposto

      Bello,da imitare o quanto meno da prendere ad esempio
      Lunga vita al BSB anche con la Brexit

    • #14275
      Mastic
      Amministratore del forum

      l’Highlight degli onboard è bello e di gran qualità. Ottima la scelta di non metterci una colonna sonora: meglio i motori!
      Solo un appunto, ma mi rendo conto di essere io fuori dal tempo: non mi piacciono i montaggi video con tanti tagli continui. Non mi consentono di immedesimarmi nell’azione. Non mi consentono di prendere le misure. Mi serve una storia, quindi devo vedere un pezzo più lungo di video per divertirmi sul serio.

      Comunque bellissimo. Fa venire voglia di andarci a girare.

      Quanto a quella cultura sportiva che rende ancora possibile che i piloti corrano senza lamentarsi di tutto e senza polemiche, in parte credo sia colpa degli interessi economici che girano intorno ad ambienti dove questa cultura si è persa. Poi, si, è proprio un fatto culturale, e bisognerebbe ricominciare a raccontare lo sport in maniera differente.

      Fico, grazie!

    • #14286
      zio franco
      Partecipante

      Ecco gara 2 del Lunedì

      Si in effetti per far vedere le azioni salta in sella con tutti !

      I giovani anche qui,Buchan gran manico,Mackenzie,Elliot,lo stesso Iddon figlio d’arte (ma come urla la sua Bmw !)

    • #14456
      zio franco
      Partecipante

      Fine settimana bellissimo per il BSB,perla pista,una delle più belle d’Europa,per l’appuntamento triplo,una gara al Sabato e due la Domenica e per il colpo d’occhio di Donnington (national) su quello scorcio della Hollywood con le Craners curve senza uguali

      Con 12 sterline si entra 😉

      Prime libere stamattina con un pezzo d’Italia a condurre

    • #14462
      zio franco
      Partecipante

      Seconde libere

      Farmer,chi segue le corse di oltremanica non potrà non ricordare suo zio Mark,un nordirlandese di cui si raccontano le pazzie

      Qui col n°5 chiamato all’ultimo momento per la caduta del titolare si permise il lusso di rincorrere e passare R Dunlop col n°4

      Morto l’uno poi con la Britten e l’altro alla nw200…storie maledette

      Keith Farmer è suo nipote,un gran lavoratore del manubrio e si vede dai giri percorsi e dalla moto,non proprio al vertice di categoria

      Vai Keith !

    • #14487
      zio franco
      Partecipante

      Un fine settimana emozionante quello di Donington

      Si, tre vittorie sempre dello stesso ma non per questo noiose o scontate

      La faccia di questi tre la dice lunga del clima,non si vedono spesso facce rilassate e sinceramente sorridenti così

      Il primo video on board di gara 1 come antipasto

      Redding le ha vinte tutte sudandosele,si Redding quello che ha puntato il dito contro tutto e tutti nel motomondiale tanto da farsi cacciare e si è reinventato proprio ieri,lui che in 125 a Donington si era messo dietro Marquez,quindi insieme a Fores la conosce bene a differenza di tutte le altre piste del BSB,e ieri lo ha dimostrato,complice una moto messa a disposizione dal team in condizioni eccellenti,a dispetto di chi la paragona ad una MotoGP di cui ha solo i numeri ma nessuna elettronica,quindi di che GP stiamo parlando ?

      Quel ragazzaccio di Tarran Mackenzie che ci mette tanto del suo con quella meraviglia di Yamaha è in corsa a buon titolo,la rivelazione potrei azzardare

      Il mio “pupillo” Bridewell che avete visto ad Imola messo su un aereo il sabato mattina

      Tutte moto diverse e competitive nella misura in cui ognuna è pilotata da chi osa di più fanno di questo campionato il più bello e completo del panorama Motorsport

      Poi quei prati e quelle curve disegnate da una mente ispirata fanno il resto

      A breve gli onoboard di gara 2 e 3 che da soli basterebbero a mitigare il dispiacere di non essere presenti li sul pezzo

      Lunga vita al Bsb ed al suo popolo

    • #14488
      ACE71
      Partecipante

      Quindi una “MotoGP vestita da SBK” (cit. giornalettismo) funziona bene anche senza elettronica da MotoGP …bizzarro!

    • #14502
      zio franco
      Partecipante

      Come promesso gli onboard gara 2 e 3 della Domenica

      Una foto panoramica di quella meraviglia di Donington sullo sfondo di O’Halloran

      E poi chi l’ha detto che i piloti delle corse su strada in pista non rendono ?

      Alastair Seeley,il campione irlandese del nord recordman della recente NW200 se le è vinte tutte e due

      Campionato dopo 3 prove e 7 gare

      1 SCOTT REDDING BE WISER DUCATI 115
      2 TOMMY BRIDEWELL OXFORD RACING DUCATI 109
      3 TARRAN MACKENZIE MCAMS YAMAHA 108
      4 JOSH BROOKES BE WISER DUCATI 74
      5 XAVI FORÉS HONDA RACING 70
      6 DANNY BUCHAN FS-3 KAWASAKI 68
      7 JOSH ELLIOTT OMG RACING SUZUKI 52
      8 ANDREW IRWIN HONDA RACING 48
      9 CHRISTIAN IDDON TYCO BMW 44
      10 JASON O’HALLORAN MCAMS YAMAHA 42

      La prossima a metà Giugno sul toboga di Brands Hatch dove Redding e Fores non credo abbiano messo gomma

    • #14503
      zio franco
      Partecipante

      Un breve commento su uomini e mezzi

      Peccato per il meteo bizzoso,Donington col sole a primavera ha un colpo d’occhio eccezionale,quelle picchiate e risalite attraverso i curvoni Holliwood e Craners sono la quintessenza della guida

      Ma l’ho già detto 🙁

      I mezzi,a sentirli e vederli così da vicino stupisce Honda,da gregaria del mondiale ad agile e stabile mezzo,guidata da Fores come nessuno,ma anche Irwin junior sembra trovarsi meglio del titolato fratello con la Regina verde delle Sbk,Glenn e Kawa proprio non si prendono
      Nota di merito per Fores,proprio un bel campioncino ci siamo fatti scappare
      Yamaha ha un’agilità impressionante,manca di allungo,però nel complesso uomo macchina mi sembra la più costante,il giovane Tarran Mckenzie ci mette del suo e pure O’Halloran mi piace tanto
      Suzuki sembrerebbe la meno performante,ma i ragazzi Elliot,Mossey e Ray con il buon Stapleford fanno miracoli e ci provano sempre
      Bmw è inspiegabile,ha un motorone e almeno due piloti di primo piano,Hickhman e Iddon,ora anche Farmer junior,ma non rende,si vede infilare dappertutto ma non “esce”,urla però a regimi stratosferici
      Kawasaki ha perso Haslam e si vede,ora il jolly Barbera ha dato spettacolo,speriamo rimanga e sopratutto speriamo Glen Irwin si ritrovi per quello che conosciamo,certo passare dal bicilindrico ad una Stock Kawasaki conferma che tra il modello di serie e quella di Rea ci corre come mangiare e stare a vedere 😉
      Rimane la matricola Ducati 4v,spesso imbizzarrita dalla guida per uomini forti,senza elettronica rimane la favorita anche per la qualità degli uomini e delle squadre,Bridewell una certezza per serietà e tenacia con una squadra ultra privata,Brookes il veterano e simpatico maestro,Redding che sembra aver trovato la scarpa per il suo piede

      Il campionato è lungo,l’organizzazione è perfetta ed i mezzi si alternano,il pubblico esemplare (ma che silenzio in griglia,l’avete notato ?) ricetta che mi piace e si vede…

    • #14506
      lukethebike
      Partecipante

      Grazie Zio Franco!
      Bella la passione e pista meravigliosa!
      Il BSB e la JPN SBK sono campionati aperti e competitivi.
      Molta alternanza tra le case e soprattutto vedi i piloti battagliare!
      Bellissimo.
      Bellissimi gli onboard.

      Ho girato con Ron Haslam un pò di anni fa quando tenni un Corso sull’Assetto ai Concessionari Inglesi.
      Ron si è dedicato una giornata intera a me. Interfono e continui debriefing.

      Pista che sembra facile, ma appena spingi un pò divanta importante fare le inversioni eni punti giusti altrimenti…. prato!

      …volevo agevolare qualche foto ma non riesco.. sono negato…

      • Questa risposta è stata modificata 1 anno, 1 mese fa da lukethebike.
      • #14524
        zio franco
        Partecipante

        Bella Luca ! Ron è una pietra miliare del motociclismo inglese

        Un pò di capelli fa eh eh,primi anni duemila,anni d’oro

        Intanto gli Australiani fanno quello che gli italiani non hanno il coraggio,portare un mezzo che senza elettronica potrebbe essere ancora competitivo

        Il Campione del Mondo Moto3 2015 Danny Kent tornerà al campionato britannico Superbike Bennetts dal sesto round della stagione a Snetterton mentre il costruttore italiano sarà di nuovo presente sulla griglia, gestito dalla MV Agusta Paramatta.

        Il team, in collaborazione con Jap4performance e MV Agusta Paramatta Australia, si unisce al campionato a metà stagione. Il nuovo team inizierà il suo programma con alcuni test iniziali mentre si preparano a partecipare alla campagna MV Agusta dell’ex Campione Britannico Leon Camier del 2016 nelle specifiche BSB, prima di uno sforzo lungo una stagione nel 2020 con il supporto di Reparto Corse.

        Kent ha dichiarato: “Voglio ringraziare tutti i membri del team per l’opportunità. Non pensavo che nulla sarebbe accaduto quest’anno. Ora è il momento di fare qualche prova e non vedo l’ora che arrivi Snetterton, dove non sono stato dal 2006, non vedo l’ora di uscire con la MV Agusta F4 RC “.

        Il team manager Dave Tyson ha commentato: “Abbiamo lavorato duramente per riportare MV Agusta in griglia nella classe Superbike e ora è tutto pronto. Sappiamo che la moto è competitiva e ha avuto grandi risultati nel Campionato del Mondo contro le altre fabbriche.

        “Ora stiamo lavorando per trasformare la moto in specifiche BSB e fare alcuni test, quindi siamo pronti per Snetterton. Vogliamo solo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo progetto tra cui Reparto Corse, Dave Wong, Sam Nehme, James Pearce e Gavin Greenall. Annunceremo anche il nostro sponsor per il titolo a tempo debito. “

    • #14508
      Anto
      Moderatore

      Corretto io Luca, non per niente che guido Benelli 😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

    • #14758
      zio franco
      Partecipante

      Cosa c’è di meno noioso di un GP ?

      Il Bsb

      Cosa c’è di più adrenalinico della pista di Brands Hatch ?
      La pista di Brands Hatch bagnata !

      Gara 2 è asciutta e questi tre fanno un pò vergogna,si fanno ancora le corna come a scuola 😉

      Bridewell lo avete conosciuto come sostituto all’ultimo momento di Laverty,qui è in team privatissimo
      Redding vabbè…
      Josh è…josh !

    • #14765
      zio franco
      Partecipante

      Gli imperdibili on board

      Il primo di Gara 1 sul bagnato che si asciuga

      Il secondo di Gara 2 solo per il rumore di scarico della Kawasaki di Glenn Irwin, eccitante

    • #14892
      zio franco
      Partecipante

      Buongiorno Scozia !

      Fine settimana qui

      Nel triangolo Edimburgo,Glasgow,Dundee

      • #14893
        Mastic
        Amministratore del forum

        Bellissimo, facci sognare!
        Ho nostalgia di quando andavo alle gare nel Regno Unito. Così diverse dalle nostre. Con un pubblico così diverso.
        Clap clap

    • #14894
      zio franco
      Partecipante

      Sono anche matti da le-gare

      Si sono inventati una scommessa tanto per cambiare,si chiama Integro Summer Triple Crown

      Una società finanziaria.la Integro, mette in palio dei premi,da 75 mila/40/30/25 sterline per il grande slam in tre gare

      Tre appuntamenti cioè sei gare,se le vinci tutte porti a casa il malloppo,a scalare se ne vinci 5/4/3
      Poche tattiche insomma,gas e via

      Poi c’è la questione Supersport per niente scontata

      Alastair Seeley (EHA Racing Yamaha) 178
      Jack Kennedy (Integro Yamaha) 145
      Brad Jones (Integro Yamaha) 132

      Seeley si fa anche le corse su strada per non farsi mancare niente

      Ah,i prezzi

      40 Sterline per i tre giorni da domani
      100 per tutta la famiglia (2+2) tutti e tre i giorni (!)….poi ci si chiede perchè
      Con 160 c’è anche il pernottamento per tre giorni in Camping
      7 domani
      18 il sabato
      32 Domenica

      • #14895
        Mastic
        Amministratore del forum

        Discorso prezzi.

        40 Sterline per i tre giorni da domani
        100 per tutta la famiglia (2+2) tutti e tre i giorni (!)….poi ci si chiede perchè
        Con 160 c’è anche il pernottamento per tre giorni in Camping
        7 domani
        18 il sabato
        32 Domenica

        Con calma, quando hai tempo e voglia: come si giustificano prezzi così ridotti? Quale servizio non è offerto rispetto agli standard delle nostre gare? Se ci sono servizi non offerti… O, comunque, come fanno a fare prezzi così popolari?

    • #14896
      zio franco
      Partecipante

      come si giustificano prezzi così ridotti

      Bella domanda
      Personalmente sono cosciente che i più grandi e famosi circuiti sono ex aeroporti,quindi investimenti fatti da altri
      Io conosco solo Caldwell Park e sinceramente non ci sono grandi strutture,escluso la centrale non ci sono tribune ad esempio,l’ingresso è uno solo,poco spazio alle strutture di contorno insomma
      Piste essenziali,erba e asfalto,vie di fuga naturali,infatti non ci sono contestazioni,se esci sei sull’erba

      Un pò di bancarelle per mangiare e bere,quello si,ma sopratutto famiglie intere davvero,50 mila spettatori con pochi costi anche perchè molto british non ci sono che pochi marshal e tutti volontari,non ci sono recinzioni o servizio d’ordine
      Poche spese e introiti dagli sponsor tecnici

      Soncini del team Supersonic ci ha corso nel BSB,lui raccontava

      Il BSB è il campionato nazionale più vicino ad un mondiale e per alcuni aspetti addirittura superiore. Lo è sicuramente per quanto riguarda l’affluenza del pubblico alle gare e la passione che la gente mette nel seguire le spettacolari gare inglesi, dove non mancano piloti di spessore,

      «Il British Superbike è un campionato fantastico. E’ senza dubbio il più bel campionato del mondo. Non ho mai visto tanta gente sugli spalti e nei prati nemmeno quando ho fatto il mondiale Superbike. Le gare del British Superbike sono una vera festa per il motociclismo. Il biglietto ha un prezzo accessibile ed oltre ad assistere a gare molto combattute e spettacolari, il pubblico ha a disposizione un ora di pit-walk. Questo significa che ad ogni gara 40 o 50 mila spettatori affluiscono nei box, parlano con i piloti e si fanno firmare i manifesti. Un pubblico composto da appassionati, ma anche dalle famiglie, con mogli e figli che fanno la fila per raccogliere i manifesti o per parlare con i loro beniamini. Si perché i vari Tommy Hill, Joshua Brokes o Shakey Byrne, tanto per citarne alcuni, sono famosissimi in Inghilterra, anche grazie ad una grande copertura sia televisiva che sui giornali e sul web. Attorno al paddock ci sono decine e decine di bancarelle, ma anche le case e gli sponsor approfittano della grande affluenza di pubblico per esporre e pubblicizzare i loro prodotti. Sono due o tre giorni di full immersion nel mondo delle moto. Una manna per i motociclisti ed uno spettacolo per tutti».

      Trovare sponsor per fare il BSB non è molto difficile. Le aziende ci sono e sono interessate ad una manifestazione che, come abbiamo detto, ha una grande visibilità e popolarità.

      E sopratutto

      serve ridurre i costi, ma anche dei regolamenti chiari e durevoli nel tempo, in modo che i team privati possano sfruttare i propri investimenti nell’arco di due o tre anni almeno

      Ed il regolamento è fantasioso,pensiamo alla main season ed allo showdown,alle qualifiche che definiscono la griglia di gara1 ma i tempi sul giro che definiscono Gara2,poi ci sono le triple header
      Regolamento tecnico stilato insieme ai team che ha richiesto 2 anni ma adesso è stabile e condiviso

      Insomma una ottima attrattiva di pubblico e sponsor,grande partecipazione e pochi investimenti faraonici,essenziale e divertente,altamente tecnico perchè vetrina mondiale per le case che non disdegnano sperimentare ma la partecipazione è fondamentalmente dei team privati
      Cimitero degli elefanti per piloti di spessore a fine carriera e fucina interminabile dei giovani campioni che poi vengono a cercare i soldi nel mondiale,da Rea a Crutchlow,da Haslam a Lowes,da Sikes a Davies

      Una riserva indiana moderna insomma

      • #14897
        Mastic
        Amministratore del forum

        Frequentavo le gare inglesi una vita fa, quindi non posso esprimere un parere attendibile.

        La sensazione è che loro hanno ridotto i costi. Meno costi di personale, perché hanno un’attenzione ridotta anche alla sicurezza dei piloti (forse). Meno personale nel paddock, perché il pubblico è disciplinato e ordinato. Meno spese organizzative, perché anche chi ci lavora guadagna poco.

        Poi hanno 50mila spettatori. Che qui ce li sognamo. Per cui l’introito di cui hanno bisogno per gestire la manifestazione lo spalmano sul triplo degli spettatori che ci sono qui.

        Può andare come analisi?
        Il problema è che fatta l’analisi risulta difficile comunque – a patto che sia corretta – replicare il medesimo modello qui. Bisognerebbe investire nel tempo e attendere che arrivino i risultati. Lì è una cultura, quella di andare alla manifestazione, tutti assieme. Qualunque manifestazione. Io che sono fissato con i trattori d’epoca ho visto dei derby riservati a tali mezzi nei quali c’era tutta la popolazione dell’isola. Vecchi, bambini, giovani, belli e brutti. Invalidi compresi.
        Forse non si potrebbe replicare ciò che fa parte di una cultura in maniera profonda.

    • #14898
      zio franco
      Partecipante

      Questo è il campionato inglese a Cadwell Park peraltro isolato dalle grandi città

      Questo è il CIV al Mugello

      Però si vince a mani basse nel Paddock

      Quindi

      Può andare come analisi?

      Si,come scrivevamo,meno costi e più introiti,più distribuiti intendo,e più partecipati se è vero che gli sponsor ci spendono volentieri

    • #14903
      zio franco
      Partecipante

      Sono in corso le libere del venerdì e gli Scozzesi postano foto e commenti particolari

      Si sta proprio bene 😉

      Questa è davvero curiosa

    • #14916
      zio franco
      Partecipante

      Il meteo purtroppo non è stato bello

      Gara 1 sull’umido,ma nessuno ha avvertito i piloti 😉

      Gara 2 asciutta ma interrotta per le giapponesi scoppiate sulla pista,Ray su Suzuki e Hickman su Bmw

      Però gli incroci di Buchan e Mackenzie sono tutti da gustare
      Poi che dire,l’agilità di Redding è impressionante

    • #15138
      zio franco
      Partecipante

      E ci risiamo,Snetterton questo fine settimana,ex base della RAF,circa 5 chilometri in varie conformazioni dal 1953

      Sarà teatro anche della British Talent Cup,riservata ai ragazzi e ragazze tra i 12 ed i 17 anni con moto 250 4T

      Monster Energy ha istituito un premio,chiamato “Corsa degli assi” che premierà chi si aggiudicherà la miglior prestazione complessiva del fine settimana

      Premio vinto da illustri predecessori

      Ci sarà il debutto delle nuove Yamaha R1 e R1M
      Yamaha per questo evento offre biglietti scontati ai possessori del modello fino dal 1998 e organizza una parata di tutti i clienti

      Poi ci si domanda del perchè del successo di una formula

      Ho visto una foto che mi è piaciuta per ricordare che competizione vuol dire tecnica ai massimi livelli
      Questo scarico è italiano ed è arte pura
      Da esporre in salotto quando è freddo 😉

    • #15145
      zio franco
      Partecipante

      Da Corsedimoto

      Di fatto per Redding l’unico brivido si è registrato al via per una presunta partenza anticipata. Un jump start che, materialmente, si è verificato, ma dove non ha tratto vantaggio. Rispetto al regolamento di altre realtà nazionali ed internazionali, nel BSB se non superi la linea bianca della piazzola di partenza e non guadagni visivamente qualcosa rispetto al resto del gruppo (in questa circostanza Redding di tempo ne ha perso…), non viene comminata alcuna penalità. Una piega regolamentare introdotta lo scorso anno a Cadwell Park, messa in pratica proprio in questa occasione e, in puro stile-BSB (e del promoter MSVR), motivata pubblicamente in tempi-record scongiurando code di polemiche nelle prossime ore.

    • #15148
      zio franco
      Partecipante

      I consueti onboard un pò meno avvincenti stavolta,la pista “europea” non rende giustizia

      Hector Barberà che sostituiva Irwin è forse il più sorpassato 😉 non c’è rispetto per i blasonati qui
      Redding invece pur non avendo mai visto la pista ha fatto il grande slam, pole gare e giro veloce,gli è venuto quasi facile

      Truxton la prossima

    • #15149
      Faz
      Partecipante

      Buongiorno a tutti.
      Redding da quanto sto leggendo nel BSB sta andando bene…. e oggi leggevo un articolo su come un personaggio come lui farebbe bene ne mondiale SBK.

    • #15273
      zio franco
      Partecipante

      Giusto Faz
      Per il suo bene forse è meglio se sta dov’è 😉

      C’è una organizzazione online che ha il suo account Twitter leggibile a tutti

      Si chiama

      Oggi proprio Redding commenta una propria immagine con un consiglio che conosciamo tutti

      Look where you want to go, not in the direction you are going

      Perchè mi ha colpito ?
      Perchè tra autovelox,telefoni,auricolari,navigatori,cartelli stradali e deficienti alla guida,non sempre lo facciamo

      E’ importante guardare dove si va,utilizzare il naso come timone anche per curvare,se guardiamo dove siamo non possiamo fare prevenzione e perdiamo tutto il bello di quello che ci attende

    • #15325
      zio franco
      Partecipante

      Truxton !

      Velocissima,se vi piacciono i curvoni in appoggio senza elettronica in aiuto,questo fa per noi

      Gara 1

      gara 2

      Due bandiere rosse per pioggia e per caduta con perdita copiosa di olio
      Redding è stato penalizzato a fine gara per taglio variante,pur avendo restituito la posizione non ha scontato il “giro lungo”
      Una manovra, in base all’opinione della race direction, dove ha tratto vantaggio di tempo, per quanto materialmente non di posizioni. Sta di fatto che Redding, evidentemente senza aver visto le segnalazioni dal muretto (Thruxton è il tracciato più complicato in tal senso), ha così subito un ride through “postumo” per mancata osservazione del long lap penalty, quantificato in 15 secondi. Il risultato? In soli 8 giri di gara, da 2° a 22°

      In religioso silenzio

    • #15332
      zio franco
      Partecipante

      Si conclude un’avventura con reciproca soddisfazione e belle parole

      Dopo una partnership quadriennale, che li ha visti collaborare per due campionati britannici Superbike di Bennetts mentre attualmente conduce la serie 2019, Paul Bird Motorsport, campione BSB multiplo di Penrith, concluderà la sua partnership con gli sponsor Be Wiser alla fine della stagione.

      Il caratteristico marchio rosso con il logo del gufo è stato sinonimo del team Cumbrian nel campionato, quest’anno con Scott Redding e Josh Brookes sulle Ducati con la coppia attualmente in testa alla classifica in vista del prossimo round di Cadwell Park. Shane ‘Shakey’ Byrne ha vinto anche il titolo di “Be Wiser Ducati team” nel 2016 e 2017.

      Paul Bird, il proprietario del team ha detto: “E’ stato un piacere lavorare con il team di Be Wiser Insurance negli ultimi quattro anni e li ringraziamo per il loro supporto. Alcuni dei nostri più grandi successi sono stati con Be Wiser come title sponsor e anche se siamo dispiaciuti che non continuino la loro associazione, comprendiamo le ragioni commerciali della loro decisione e gli facciamo i nostri migliori auguri per il futuro. In questo modo, il nostro team commerciale e i nostri partner stanno lavorando su questo aspetto come priorità per il 2020 e oltre”.

      Andy Dunkerley di Be Wiser Ducati ha commentato: “Abbiamo apprezzato molto il nostro rapporto con PBM, che ha dimostrato il massimo livello di professionalità durante gli anni della nostra sponsorizzazione, contribuendo a promuovere il nostro marchio sia all’interno che all’esterno dell’arena britannica Superbike. Il nostro piano iniziale prevedeva un accordo di sponsorizzazione triennale, ma il successo che abbiamo ottenuto con PBM è stato tale che siamo arrivati al quarto anno per l’attuale stagione 2019. Siamo fiduciosi di un altro risultato di campionato di successo al culmine della stagione 2019 e ci auguriamo che PBM continui ad avere successo nel 2020 e oltre”.

    • #15721
      zio franco
      Partecipante

      Due mesi dall’ultimo report,due mesi maledetti
      Show must go on,glielo dobbiamo

      L’ultimo fine settimana si è svolto il secondo atto dei tre che decretano la fine del campionato,un campionato già segnato dallo strapotere di uomini e mezzi dei primi tre in classifica

      1 SCOTT REDDING BE WISER DUCATI 645
      2 JOSH BROOKES BE WISER DUCATI 617
      3 TOMMY BRIDEWELL OXFORD RACING DUCATI 580
      4 DANNY BUCHAN FS-3 KAWASAKI 559
      5 TARRAN MACKENZIE MCAMS YAMAHA 538
      6 PETER HICKMAN SMITHS RACING BMW 530

      Strapotere di una moto nuova,di piloti al vertice tra cui un ex GP come Redding,un veterano come Brookes ed una promessa,Bridewell e di una squadra come la Be Wiser
      Dietro non da meno un giovane e cocciuto Buchan di cui sentiremo parlare,uno sfortunato per i malanni Mackenzie ed un multitasking Hickman che un pò se l’è tirata durante un’intervista con Marta Covioli quando a domanda rispose che non aveva mai corso con moto italiane perchè non erano affidabili. Lo vedete fermarsi in gara 2 col cambio della BMW a pezzi 😉 Ed è almeno il secondo zero

      Gli imperdibili ed invidiabili on board ufficiali di Bennetts,che la fortuna ce li mantenga sempre così generosi e puntuali

      Gara 1,qui A. Irwin,il fratellino terribile su Honda che va sempre oltre le righe ed è stato già penalizzato per le molte cazzate si conferma oltre l’esuberanza

      Gara 2

      Qui nello spettacolare Donington si notano le differenze a mio parere,la trazione delle Yamaha (è il sound bellissimo) la precisione d’inserimento delle Suzuki,a discapito proprio della trazione,l’esuberanza motoristica di Bmw e Kawa e la particolarità del V4 Ducati che permette aperture di gas a moto inclinata sconosciute agli altri,nonchè un motorone che già conosciamo
      Redding,il candidato,il predestinato prenderà il posto di Bautista l’anno prossimo,vedendo come guida senza controlli non si può che sperare in bene,nonostante il livello esasperato del mondiale

      Le Craner curve di Donington sono irripetibili

    • #15726
      Mastic
      Amministratore del forum

      Si Zio, decisamente bello! E sono felice che tu continui a scriverne. Infatti l’ho rilanciato in home page 🙂

    • #15788
      zio franco
      Partecipante

      Siamo al gran finale
      Triplo appuntamento nel fine settimana nel toboga più pazzo del mondo,Brands Hatch,su e giù per la Dingle Dell

      Triplo anche il trio di piloti,case e team a giocarsi il titolo
      Titolo ormai in mano Italiana per quanto riguarda la moto
      Tre piloti ugualmente simpatici e diversi
      Redding l’esperto disceso all’inferno (MotoGP) e tornato in patria per rilanciarsi in Sbk
      Brookes,la simpatica canaglia già campione Bsb con Yamaha
      Bridewell,il bell’anatroccolo in crescendo vertiginoso che ha rischiato di rimanere a piedi salvato dal team privato che l’ha fatto sentire unico e unici sono stati i risultati di quello che ha trovato la scarpa per il suo piede,lo Stoner dei poveri,il Bautista d’oltremanica,il predestinato come Leclerc

      Sabato gara alle 16 (Inglesi) 17 Italiane
      Domenica gara alle 12.45 e 16 (inglesi)

    • #15789
      zio franco
      Partecipante

      what you missed ?

      Due anni fa esatti,il 15 Ottobre 2017,proprio a Brands Hatch

      Mi stravolge l’atteggiamento timido e pudico del papà Haslam,quasi imbarazzato dal rispetto

      Nell’ultima gara di BSB in Inghilterra, tenutasi a Brands Hatch, Leon Haslam e Shane Byrne sono stati testa a testa per il titolo. Il figlio di Ron si è schiantato, fratturandosi la caviglia e la mano, ma ciò non gli ha impedito di abbracciare Shakey, il campione confermato.
      Sportività.

      L’anno dopo toccò a Shakey infortunarsi ed a Haslam vincere il titolo
      C’è un fil rouge in tutto questo

    • #15795
      zio franco
      Partecipante

      The calm before the storm…

    • #15828
      giannic
      Partecipante

      Bravo Redding, e mo so cazzi tua 🙂
      null

      • Questa risposta è stata modificata 8 mesi, 2 settimane fa da giannic.
      • Questa risposta è stata modificata 8 mesi, 2 settimane fa da giannic.
    • #15832
      zio franco
      Partecipante

      E’ finita come previsto,anche se Josh ci ha provato fino in fondo,doveva vincere per sperare e l’ha vinte tutte e tre in solitaria,ma non è bastato per due terzi ed un secondo posto di Redding che al primo assalto vince il titolo da rookie non conoscendo il campionato,la moto e le piste

      Giù il cappello ed ora sono ‘zzi suoi dal prossimo anno,per sostituire Bautista nell’impresa di affrontare Rea,Razgatliogu e tutti gli altri meno Melandri (fiuuuuu…!)

      il primo on board di gara 1 del sabato
      Già venduti tutti gli adesivi Bmw di Iddon e Hickman 😉

      Finale di campionato

      Fanno un pò pensare le prime tre moto uguali,c’è da dire che al contrario di quanto si pensa la V4 è nata bene se all’esordio tolti gli ammenicoli elettronici fa cappotto
      Manca forse un Rea oltremanica

      Quei ragazzi

      Quel ragazzo ed il suo team all’arrivo

    • #15833
      zio franco
      Partecipante

      Questo lo dovete vedere
      Il filmato della scivolata di T. Mackenzie alla Stirling con la moto che vola nel bosco.
      Ed i commissari che vanno a cercarla insieme al pilota illeso

      • #15835
        Mastic
        Amministratore del forum

        Non c’è niente da aggiungere: si respira un’atmosfera diversa.

    • #15843
      zio franco
      Partecipante

      Intervista puntuale come solo gli inglesi sanno fare

      https://www.bennetts.co.uk/bikesocial/news-and-views/racing/british-superbikes/2019/bsb2019-brand-hatch-scott-redding-champion-interview

      Il 2019 sembra essere stato l’anno che ha riformato Redding, l’uomo che alla fine del 2018 sembrava una figura scontenta.

      Era depresso nel paddock della MotoGP dove era cresciuto da ragazzo, ma in fondo credeva di poter ancora vincere le gare, anche se stava per smettere di correre per sempre.

      Ma ha ammesso che la sua stagione nel paddock British Superbike di Bennetts era proprio quello di cui aveva bisogno.

      Sicuramente, devi solo guardare tutti intorno a noi, tutti sono così felici. Questa volta volevo smettere di correre

      i fan di BSB gli hanno permesso di essere di nuovo “Scott Redding”.

    • #15844
      zio franco
      Partecipante

      Gli attesi,almeno da me,onboard di gara 2 e 3

      Vedere come lavora quella forcella è pura poesia

    • #15860
      giannic
      Partecipante

      grazie per i video Franco..ci volevano!

    • #16069
      zio franco
      Partecipante

      In BSB si cazzeggia nella pausa invernale,feste ovunque e riportano un ashtag di “Penne del Mercoledì”

      https://twitter.com/hashtag/WheelieWednesday?src=hash

      Pubblicano tutto quello che si riferisce alle impennate più clamorose

      Ne ho raccolte qualcuna con particolare attenzione ai nostri connazionali

      Il Campione del Mondo !

      Pecco Bagnaia

      Quel matto di Bradley Ray…sapete quello con gli occhialoni e la faccia da schiaffi

      Questa di una road race senza parole

      E questa per un finale naturale come solo i bambini sanno regalare

    • #16352
      zio franco
      Partecipante

      23 piloti e 6 case confermate ufficialmente al via dal prossimo 12 Aprile a Silverstone

      Numero che dovrebbe arrivare a 30 come l’anno passato

      PBM Ducati: Josh Brookes e Christian Iddon

      Moto Rapido Ducati: Tommy Bridewell

      Bike Devil Ducati: Gino Rea

      TAS Racing BMW: Bradley Ray e Taylor Mackenzie

      Smiths Racing BMW: Peter Hickman e Alex Olsen

      OMG Racing BMW: Luke Mossey e Hector Barbera

      PR Racing BMW: Joe Francis

      Honda Racing: Glenn Irwin
      Andrew Irwin

      Massingberd-Mundy Kawasaki: Danny Buchan e Lee Jackson

      Lee Hardy Racing Kawasaki: Ryan Vickers

      CDH Racing Kawasaki: Josh Owens

      Claudio Corti da confermare

      McAMS Yamaha: Tarran Mackenzie e Jason O’Halloran

      TAG Racing Yamaha: Dan Linfoot e Jack Kennedy

      Buildbase Suzuki: Keith Farmer
      Kyle Ryde

    • #18098
      zio franco
      Partecipante

      “Il BSB British Superbike riaccende i motori. Dopo una prolungata attesa, finalmente in data odierna il promoter MSVR ha reso noto il nuovo calendario della stagione 2020, successivo all’emergenza COVID-19. Nonostante la situazione attuale, MotorSportVision Racing è riuscita a metter insieme 6 differenti date da agosto ad ottobre, con qualche novità nel format di gara.

      3 GARE, NIENTE SHOWDOWN
      Per mantenere l’integrità del campionato e scongiurare l’ipotesi di round “back-to-back” in due weekend consecutivi, il BSB British Superbike 2020 disputerà complessivamente 6 round da 3 gare ciascuno. Si arriverà così a 18 gare complessive nel corso della stagione, rispetto alle 27 originariamente previste. Come anticipato nelle scorse settimane, non si disputerà tuttavia lo Showdown, play-off dei conclusivi 3 eventi riservati ai 6 migliori piloti della classifica. Con sole 6 tappe, sarebbe stata a dir poco una forzatura…

      CALENDARIO
      Tutte le gare saranno pertanto cruciali in ottica-campionato a cominciare dal primo round. Si partirà nel weekend del 7-9 agosto con le 3 gare sul tracciato “National” di Donington Park, anticipate da una giornata di test il 28 luglio prossimo. Successivamente spazio a Snetterton (21-23 agosto), Silverstone National (4-6 settembre) ed Oulton Park (18-20 settembre). Penultimo round a Donington Park, ma sul tracciato GP, dal 2 al 4 ottobre, finalissima confermata a Brands Hatch dal 16 al 18 ottobre prossimi.

      PORTE APERTE
      Come si può notare, si correrà esclusivamente su tracciati gestiti direttamente da MSVR. Mancano all’appello eventi come Knockhill, Thruxton, la trasferta extra-UK ad Assen o l’attesissima tappa a Cadwell Park che richiama sempre un gran numero di spettatori. A tal proposito, si cercherà di correre scongiurando il “porte chiuse”, come ribadito da Stuart Higgs. “Siamo ottimisti che saremo in grado di accogliere il pubblico in pista nel corso di questa stagione. Con i grandi spazi all’aperto nei circuiti scelti, ci sarà la possibilità di mantenere il distanziamento sociale. Stiamo lavorando con i circuiti per concordare protocolli che possano soddisfare le linee guida in materia, adattandoci di volta in volta alle decisioni governative.

      Poche chiacchiere ed un preavviso ragionevole,formula chiara e senza discussioni,totale fiducia nell’ultima parole delle istituzioni

      Così si fa,anche stavolta gli extracomunitari fanno la differenza 😉

    • #18113
      Mastic
      Amministratore del forum

      Boh, si. Sulla carta tutto ok. Poi mi chiedo se ci sarà un esercito di stewart per ricordare alle persone di stare lontane. Perché l’applicazione delle regole mi sembra difficoltosa anche qui. Anche con persone timorose come il sottoscritto. A volte dimentico il pericolo e le prescrizioni. Figurati se mi porti a una gara con gli amici se me ne ricordo sempre

    • #18124
      zio franco
      Partecipante

      se mi porti a una gara con gli amici se me ne ricordo sempre

      E’ il nocciolo che non tutti riescono a digerire

      Non è fondamentale chi sono gli amici,al limite te li ricordi facilmente

      Metti uno scopre di essere contagioso,i medici ti chiedono chi dove e per quanto sei stato in compagnia,pochi secondi e si conosce la catena di eventuale contagio
      Per cui con gli amici ed all’aperto puoi stare anche vicino

      Poi fatelo almeno un sierologico ! costa come un pieno di benzina e se sei positivo ti fanno il tampone
      E’ questo il segreto,trovare i positivi !

      Il problema sono gli estranei,e sono principalmente al chiuso,ecco la necessità dell’applicazione e del distanziamento

      Gli Inglesi a casa loro sono bravi,lo fossimo altrettanto !

Visualizzazione 129 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti