Vento e motocicletta

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Andando in Moto Vento e motocicletta

Visualizzazione 8 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #21038
      cla_lo
      Partecipante

      Anche oggi uscita guastata dal vento. Ho imparato a togliere il bauletto per evitare l’effetto vela, ma, comunque, quando le raffiche sono trasversali danno fastidio e sembra che compromettano la stabilità.
      Una domanda agli esperti del forum è inevitabile: quando il vento può considerarsi pericoloso per la moto?

    • #21039
      MT
      Partecipante

      per conto mio preferisco una pioggia leggera al vento, uno perchè essendo meteoropatico, mentre una bella burrascata di BORA NERA mi fa saltare come un capriolo, il vento secco mi da depressione e emicrania, poi , non so dove sia tu, sul crinale e sulla pianura romagnola da un pò di tempo predomina il GARBINO, un mezzo libeccio a raffiche, che qui, nella marche e in parte dell’emilia è conosciuto come CORINA o VENTO DEI MATTI.
      Quando inizia ad essere pericoloso da parte mia è quando ti accorgi di avere problemi in frenata, sia negli spazi che nelle sbandate

    • #21043
      cla_lo
      Partecipante

      Vivo a Roma MT. Adesso che fa caldo spesso a metà giornata si alza un vento dal mare con raffiche che non mi piacciono per niente. Qualcuno dice che in caso di vento bisogna andare più forte per stabilizzare la moto. Io riduco la velocità

    • #21044
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      il vento non è piacevole se è costante ma si può gestire bene, ma il vento a raffiche è pericoloso e fastidioso

      metto una situazione limite, qui si è davvero impotenti

    • #21045
      Mastic
      Amministratore del forum

      Interessante questione Claudio!
      Il vento è pericoloso quando ci devia dalla nostra traiettoria in maniera apprezzabile.
      Poi, a parità d’intensità di vento, c’è chi si lascia deviare di più e chi di meno. Un segreto, che nella guida PAGA SEMPRE, è restare morbidi sul manubrio e sulla moto. Contrastare il vento fluidamente, morbidamente. Non irrigidirsi mai sul manubrio. In questo modo, ovviamente dovremo essere attenti a contrastare il vento, per mantenere la nostra traiettoria, ma potremo scorrere con la moto.
      Insomma, il trucco è quello di non avere paura. Quasi di prenderlo come un gioco.

      Lo so, facile a dirsi! Ma ci si arriva 😉

    • #21047
      cla_lo
      Partecipante

      Impressionante il video di Bob. Una situazione simile mi è capitata in Puglia alla fine del 2019. Non si riusciva a camminare, le persone si tenevano l’un l’altra. Io stavo in macchina, ma in quelle condizioni una moto non può stare in equilibrio. Credo che il consiglio di Riccardo sia il più saggio

    • #21060
      lukethebike
      Moderatore

      Ciao Claudio.
      E’ questione di Inezia:

      Essa Aumenta col QUADRATO della Velocità. (E=mc2 dice niente?…)

      I punti però sono 2:
      1. Anche se è vero che la velocità rende più stabile la moto, ma è altresì vero che raggiungerà il limite strada più velocemente.
      2. I Dromedari che vanno di moda ora sono l’antitesi del Turismo Sicuro a parer mio. Soprattutto con i Carichi a sbalzo. Bauletti in particolare perchè sono fuori asse posteriore e contribuiscono allo “scuotimento” della moto. Oltre all’effetto vela.

      Le migliori moto erano le SPORT TOURING (K1300, VFR1200, ZZR1100, CBR1100XX, ecc…).
      Affilate, pesanti (come devono essere le turistiche per la legge di inerzia sopra illustrata), veloci, affilate, protettive.

      Togliere il bauletto è il minimo.
      Abbigliamento attillato aiuta.

      Ciao

      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane, 3 giorni fa da lukethebike.
      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane, 3 giorni fa da lukethebike.
    • #21063
      cla_lo
      Partecipante

      Grazie Luca. Dal mio “scontro” con il vento negli ultimi anni ho imparato a togliere il bauletto e a guardare le previsioni del tempo prima di partire. Comunque devo dire che la mia AT senza bauletto anche col vento trasversale si comporta bene. Il resto lo fa il pilota che inverte la rotta e torna a casa…

      • #21064
        lukethebike
        Moderatore

        Ahaha!
        Claudio mi hai fatto morì…

        • #21067
          cla_lo
          Partecipante

          E’ la saggezza dell’età…

    • #21097
      sec
      Partecipante

      Miiii anche noi “li giu'” nel profondo Egeo acchiappavamo certe ventate….

      C’ era, a volte, un vento turbinoso che manco a farlo apposta credo sia lo stesso citato da MT. “Γκαρμπής” ovvero Garbis. Sara’ il Garbino, no?
      Cosa vuoi stare morbido ai comandi… una volta, su un V-Strom (senza bauletto! 😀 ) mi trascino’ di forza trasversalmente al piano stradale, attraverso tutta la carreggiata opposta, non potevo assolutamente controllare la direzione di marcia ma riuscii a fermarmi giusto OLTRE il limite della carreggiata. In piedi, che culo! Una fortuna che non c’erano veicoli che procedevano nel senso di marcia opposto, me li sarei beccati in pieno volto. Ovvio che con quel tempo non trovi molti folli per strada. In moto, poi…
      Comunque il video di Bob era assolutamente pazzesco!

Visualizzazione 8 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti