Tutti a 30 km/ora?

Visualizzazione 6 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #21503
      cla_lo
      Partecipante

      In Francia dicono di sì. Già diverse città hanno imposto questo limite e l’ultima è Parigi. In teoria sembra una decisione saggia. Più si va piano meno si rischia l’incidente. Nella pratica guardando il tachimetro quando giro per Roma mi rendo conto che 30 km/h è veramente poco. Per chi va in motocicletta poi è peggio perchè sulle due ruote ci si muove con meno ostacoli e si riesce a restare fuori dalla massa dei veicoli. L’agilità della motocicletta non ci sarebbe più e aumenterebbero i rischi di incidenti. Quando guido in città cerco innanzitutto di stare lontano dagli altri, ma se tutti vanno a 30 si finisce per essere tutti vicini.
      Per quanto riguarda l’inquinamento a quella velocità si usa una marcia bassa con lo stesso numero di giri di una velocità più elevata, ma per più tempo. Dove sta il minore inquinamento?
      No decisamente i 30 km/h non mi convincono e credo che causerebbero più problemi di quelli che sembrano risolvere.

    • #21509
      Mastic
      Amministratore del forum

      Con una posizione che sicuramente sarà osteggiata dalla maggior parte delle persone che leggono, ti dico che io sono d’accordo con i 30 km/h.
      Il problema vero è pensare che gli agglomerati urbani, soprattutto quelli italiani, che sono storici, debbano essere attraversati con un veicolo privato.
      La città, la parte di città abitata da residenti, dovrebbe essere vivibile e in buona parte riservata ai pedoni. Certo che c’è tutto da rifare qui. A cominciare dalla scelta di mettere gli uffici in centro città e le abitazioni in periferia. In Germania hanno fatto il contrario, e se provate a pensarci i vantaggi sono notevolissimi: dal traffico alla qualità dell’aria.
      I 30 km/h hanno dimostrato con ricerche in tutte le capitali europee che fanno decrescere tantissimo l’incidentalità con i pedoni.
      Ho vissuto l’esperienza di una città dove in centro non ci sono più strade aperte al traffico privato. Solo tram su gomma e veicoli delle forze di polizia. Per il resto, traffico di furgoni merci solo alle prime ore del mattino. La gente viveva, passeggiava, si era ripresa il gusto di vivere la città. I bambini potevi non tenerli stretti per mano.

      A me piacciono moto, auto, camion e trattori. Guido tutto ciò che abbia un motore, compreso il tagliaerba di mio suocero. Però penso che nelle città la mobilità privata, oggi fondamentale per scelte scellerate fatte e reiterate da tantissimo tempo, sia un errore gravissimo.

      E ora sparatemi pure 😀

      • #21514
        cyrano
        Partecipante

        … 92 minuti di applausi, ovazione, abbraccio e bacio accademico

        quoto tutto Riccardo, anche la punteggiatura … purtroppo, come dici bene tu, in Italia abbiamo ancora tantissima “strada” da percorrere

    • #21511
      kitcarson
      Partecipante

      Grande Mastic!

      Le piazze delle città e dei borghi
      sono dei bimbi
      che ci devono giocare sopra
      a quello che meglio credono !

      goodbytes rt

    • #21515
      cla_lo
      Partecipante

      In effetti hai ragione: le città sarebbero da riprogettare. E anche il trasporto urbano ne avrebbe bisogno. Se penso a Roma ho l’immagine di una città caotica consegnata all’anarchia dell’individualismo. Vivo in un quartiere dove persino i marciapiedi sono una rarità e dove anche le fogne fino a pochi anni fa erano una conquista nel senso che ti ci dovevi allacciare abusivamente perchè era proibito. Per decenni si è costruito dove hanno voluto i palazzinari e dove arrivava l’intreccio tra edilizia, politica, affaristi e anche malavita. Il risultato è un caos nel quale ognuno cerca di arrangiarsi e di emergere. Anche nel traffico.
      Sì mi andrebbero benissimo i 30 km/h e tante zone pedonali se servisse ad avere una città più vivibile

    • #21524
      Stefano.gr
      Partecipante

      Totalmente in disaccordo , in particolar modo in una città come Roma. Con un trasporto pubblico fatiscente , con una superfice di 1285 Km quadrati , siamo di fronte ad una metropoli , ma solo nei fatti , nella pratica abbiamo gli stessi servizi della capitale del Burkina Faso.

      Ma siccome gli amministratori di Roma , da sempre , soffrono della sindrome del c@zzo piccolo , c’è da aspettarsi che lo faranno sicuramente.

      Mai dietro a Parigi e Londra , in particolar modo quando si tratta di fare delle “cagate pazzesche” come direbbe il buon Ragionier Fantozzi !!!

    • #21526
      sec
      Partecipante

      Io sono col capo. I veicoli privati dovrebbero proprio sparire dalle citta’ e mi fa davvero incazzare vedere quanto la politica continui ad incaponirsi in battaglie complicatissime e dal dubbio esito, giocando su statistiche interpretate in modo fantasioso e manipolando scienza e coscienza…. quando potrebbe risolvere tantissimi problemi semplicemente vietando la circolazione dei mezzi in citta’ e potenziando le infrastrutture.
      Pero’… 30kmh sono veramente troppo pochi. Se non hai qualche ausilio elettronico sono letteralmente impossibili da rispettare, i ns. mezzi non sono costruiti per andare cosi’ piano.
      Le moto, poi, neanche a parlarne.
      Penso al 748… seee, stai li a prenderti pistonate nelle mascelle,scuotimenti e vibrazioni a vanvera. Noooo, meglio a piedi a quel punto.

      • #21531
        cla_lo
        Partecipante

        In effetti i mezzi a motore non sono fatti per andare a 30 km/h e inquinano di più. Il motore elettrico è la soluzione

        • #21537
          sec
          Partecipante

          bisognerebbe sempre poter verificare se l’ inquinamento lo riduci o lo sposti altrove.

          Ma il problema non e’ solo quello. Secondo me resta penosa la marcia a 30kmh. In piu’, almeno nel caso delle auto, i problemi VERI restano: congestionamento e parcheggi.

          Bah… bisogna lavorare perche’ spariscano del tutto. Metro, bus e “lavoro plantare”.

          Anche perche’ e’ il progresso ad essere stato dannoso. Parlavamo in altro thread delle vetture anziane vs quelle nuove. Io stesso avevo detto che una – esempio – Polo odierna e’ molto piu’ sicura e piantata di una Polo di altri tempi. E’ pure vero pero’ che nascono per essere differenti. Con una Polo odierna ci fai tranquillamente un viaggio autostradale. Una Polo delle origini era una vettura prettamente cittadina: non aveva un telaio bilanciatissimo e la potenza era misera… ma come vettura cittadina (e’ quello l’ intento originario) era assolutamente piu’ coerente. Le vecchie Fiat 500 erano perfette in citta’… quelle di oggi hanno pure 100cv e tante stronzate e non capisco il perche’.
          Quelle vecchie erano minuscole e leggerissime. Moooolto piu’ intelligenti come veicoli cittadini.
          Adesso in citta’ si gira col SUV….
          Siamo scemi. Ci possiamo girare attorno quanto vogliamo, ma siamo scemi.

    • #21533
      kitcarson
      Partecipante

      I 30 km/h penso valgano più che altro come dissuasione.
      Aldilà delle necessarie politiche per la regolamentazione della mobilità urbana ,
      andrebbe fatta anche una bella meditazione sui comportamenti comuni
      che di urbano hanno poco .
      Nelle MIE categorie mentali purtroppo è scritto che le sigarette si vanno a
      prendere in moto, magari sgasando un pochino passando davanti al bar con i pensionati
      che giocano a carte, solo per agitarli , alzarsi in piedi sulle pedane per salvare
      le otturazioni dentali mentre si passa sui dissuasori, e parcheggiare “IL PIU POSSIBILE VICINO”
      alla tabaccheria. OK cerco di evitare, ma la categoria è quella e mi sa che è quello il
      problema. Non capisco. La mia educazione stradale è nata quando il parco macchine del
      paesino era composto da due seicento grigiotopo, qualche carretto trainato da un cavallo
      e la mobilità erano i piedi , o al massimo una bicicletta.

      goodbytes rt

      • #21538
        sec
        Partecipante

        Rob, d’ accordo che e’ dissuasione come e’ dissuasione anche su statali ed autostrade, ma il limite c’e’ ed e’ reale.
        Succede che ti fermano e se non gli piace come inarchi il sopracciglio mentre ti fanno la ramanzina, poi il multone te lo fanno.
        Preferirei dei limiti piu’ “verosimili”.
        A 30kmh e’ davvero, davvero difficile andare…

        • #21542
          kitcarson
          Partecipante

          Oggi test.
          Sono andato con la vecchia N°7 a pigliare le sigarette.
          In terza a 1800 giri a 30 km/h non strappa.
          E’ una palla ma non c’e’ problema…
          E poi saluti tutti i bimbi che ti guardano 🙂

          goodbytes rt

        • #21543
          sec
          Partecipante

          E’ una palla ma non c’e’ problema…

          Beh… forse il primo pacchetto puoi anche andare a comprarlo cosi’. Certo… ti si anchilosano un po’ il polso ed un po’ gli zebedei. Praticamente sviluppi contemporaneamente la sindrome compartimentale e la sindrome COMPORTAMENTALE. 😀
          Pero’ si puo’ fare.

          … ma, dopo il quinto pacchetto di sigarette:

          a) mandi tutto a quel paese e ti fai il tragitto fino al tabaccaio a 100kmh in monoruota, facendo lo slalom tra i bimbi che ti vedono arrivare e si scansano al grido “si salvi chi puo'”
          o
          b)… SMETTI DI FUMARE! 😀 😀 😀

Visualizzazione 6 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.