Tagliando caro ma quanto mi costi?

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Pit stop (in officina) Tagliando caro ma quanto mi costi?

Visualizzazione 12 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #20798
      cla_lo
      Partecipante

      Ritiro la mia AT 1100, che ancora deve compiere un anno di vita, nell’officina autorizzata dove ha fatto il tagliando dei 12 mila km. Mi presentano il conto e la manodopera è di 100 euro. Per fare cosa? Cambio di olio e filtri olio (2), registrazione catena. Stop. Poi c’è il costo dei materiali e qualcosina avrei da dire sull’olio a 20 euro al litro, ma lasciamo perdere. Una volta non si chiamava tagliando e in officina oltre al cambio dell’olio, c’era da controllare il sistema di accensione con eventuale pulizia o sostituzione delle candele, la carburazione che andava registrata, il gioco valvole più altre cosette perchè le moto di un tempo di problemi ne avevano sempre. Pagavamo quei lavori e non un generico tagliando. Oggi si chiama così e spesso ti ritrovi in fattura (anche per le auto) il controllo della pressione delle gomme e del funzionamento dei fari. Ci devono pur mettere qualcosa per giustificare il prezzo non avendo altro da fare che cambiare olio e filtro. Molto più seri e affidabili i concessionari Honda. Per i precedenti tagliandi dello stesso livello (mille e 12 mila dell’attuale AT e di quella di prima) la manodopera non ha mai superato un’ora al costo massimo di 50 euro. L’officina autorizzata invece, si sente, appunto, autorizzata a raddoppiare il costo della manodopera fidandosi della reputazione del marchio. Perchè il cliente cerca su internet, trova un’officina autorizzata e si fida

      • Questo topic è stato modificato 3 settimane fa da Mastic.
    • #20799
      Mastic
      Amministratore del forum

      Sai che è un argomento del quale sto per occuparmi?
      Interessante. Riesci, magari sbianchettando l’intestazione, a pubblicarci una copia della fattura? Se vuoi la giri a me e te la pubblico io dentro il tuo messaggio.
      Poi magari vediamo anche cosa prevede il tagliando dei 12k sul manuale Honda.

      [P.S. come vedete la foto della fattura l’abbiamo pubblicata!]

    • #20802
      sec
      Partecipante

      Al di la del costo dell’ olio…. il “tagliando” dei 12000 prevede il solo cambio olio senza sostituzione del filtro, poi pulizia dello sfiato del carter e semplice ispezione della classica serie di cuscinetti sterzo, serraggio viti, refrigerante, liquidi freni, catena, sospensioni etc.
      Per un controllo “serio” dei componenti sopra i 100,00 non sarebbero totalmente ingiustificati… ma resta da vedere cosa e’ stato fatto e come.
      Diciamo che si paga per “un punto interrogativo”.

    • #20806
      Stefano.gr
      Partecipante

      Non entro nel merito del costo del tagliando , che essendo stato effettuato in rete ufficiale a occhio direi che ci siamo. Considerate che Volkswagen l’olio lo mette a 23 euro al litro , tanto per fare un esempio.

      Quello che non mi spiego , è la ricevuta fiscale. Da gennaio 2021 è scattato l’obbligo per tutti del registratore di cassa telematico , quindi o si emette lo scontrino , o si emette fattura elettronica ( anche a soggetti privi di partita iva ) o si emette il “documento commerciale di vendita o prestazione” che ha la stessa valenza dello scontrino fiscale emesso con il registratore telematico.

      Il documento commerciale si produce direttamente sul portale dell’agenzia delle entrate ed evita l’acquisto del registratore di cassa telematico.

      Quella è una vecchia ricevuta fiscale , in teoria ( ma anche in pratica ) non può essere più emessa.

      • #20808
        Mastic
        Amministratore del forum

        Con la contabilità semplificata è rimasta la possibilità di emettere ricevuta fiscale a mano. Non mi ricordo come si chiama la formula, ma esiste ancora.

        P.S. ti ho nominato nel messaggio successivo, senza sapere che stavi scrivendo 🙂

    • #20807
      Mastic
      Amministratore del forum

      Non sarei ancora neanche entrato nella questione punto interrogativo. Anni fa (parecchi ormai) su Dueruote pubblicai un’inchiesta. Trovai un ricambista che mi raccontò di vendere a sacchi pastiglie freno per scooter da 3-4 euro a coppia. Roba priva di qualunque omologazione o controllo di qualità. Sia sul contenuto di materiale tossico sia sulla qualità del materiale d’attrito e della colla che lo tiene attaccato al supporto.
      E trovai un paio di officine meccaniche (uno era un concessionario ufficiale) che chiedendomi di mantenere l’anonimato (ovviamente) mi dissero che mettevano olio motore scadente.
      In molti mi dissero che il gioco valvole si mette solo in fattura, ma non si controlla. Anche perché il vero bravo meccanico le valvole le sente a orecchio.

      Oggi magari le cose sono cambiate, le case sono più attente con i loro ispettori. Ma continuo a faticare a fidarmi di chi non conosco. Anche perché stando nell’ambiente di storie ne ho sentite e viste troppe. Chiedere a @multistrangola, che su questo argomento potrebbe scrivere un libro di aneddoti.
      Ovviamente poi ci sono i meccanici bravi e puliti. @stefano-gr ha l’officina sempre piena: evidentemente la qualità del suo lavoro gli è riconosciuta.
      (P.S. Stè, la Mercedes di mio suocero va bene! Stenta solo all’avviamento, all’inizio a benzina è irregolare, poi si scalda e va bene! Toh, perdonate questa piccola annotazione personale :-D)

    • #20809
      lukethebike
      Moderatore

      Ciao Claudio.
      Honda non ha una lista di prezzi fissi per i propri modelli, in quanto la variabile Manodopera è molto elevata tra città e città.

      Tuttavia il Prezzo pagato presenta a mio avviso 3 anomalie:
      1. 100€ di manodopera – L’anomalia non è il prezzo totale ma è non indicare il costo orario ed il tempo impiegato
      2. Il Filtro olio che a 12000km non andrebbe sostituito secondo quando riportato nel programma di manutenzione. Ma qui bisogna vedere cosa ha trovato il meccanico nell’olio…
      3. La quantità dell’olio non combacia col cambio filtro (sarebbero4,2lt nel caso del cambio filtro.. Non tel’ha cambiato?…

      Da un mio calcolo servono circa 2 hr per effettuare sia le sostituzioni che i CONTROLLI PREVISTI, che peraltro puoi verificare sul manuale di uso e manutenzione (I=Inspection significa che va controllato…).
      Se cosideriamo una media nazionale di 40€/hr sarebbero 80€. Ma magari in città del Nord o alcune zona di Roma e altre grandi città si trovano pure a 45/50€/hr… boh.

      Poi 20€/lt l’olio ti ha fatto lo sconto. Costa 21.01€/lt. (4 lt senza filtro. 4,2lt con filtro).
      Quando la rete honda utilizzava Castrol si vedevano prezzi intorno ai 30€/lt…
      Il Filtro pure te lo ha scontato. Costa 21,67€. Anche se non andava sostituito.
      Rondella di scarico costa 1,48€. Te l’ha cambiata? Non vedo il codice…
      PS Il materiale di consumo ammesso per legge, non è riferito ai piccoli ricambi, ma all’uso di Carta, quanti, grasso generico, shampoo spray ecc…
      Suppongo si tratti di una officina Autorizzata. In tal caso non è proprio professionale il conto che ti ha fatto.

      Per info allego un esempio di quello che MOLTI Concessionari Ufficiali fanno (non officine quindi..).
      Per i 12000km siamo sui 177€… se va tutto liscio…
      Ovviamente fatte salve anomalie riscontrate…
      Magari il Meccanico ha dovuto perdere tempo nella pulizia catena e pignone o con regolazione dei cuscinetti di sterzo per esempio… Nel caso perchè non l’ha specificato in fattura?

      Alla fine se non sei soddisfatto, cambia officina.
      Nel caso ti consigliamo una a te vicina… 😉

      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane fa da lukethebike.
      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane fa da lukethebike.
      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane fa da lukethebike.
      • Questa risposta è stata modificata 3 settimane fa da lukethebike.
    • #20814
      cla_lo
      Partecipante

      Grazie Luca, io ho scritto perchè le fatture dei tagliandi fatti in due concessionarie Honda per la AT che avevo prima (mille e 12 mila) e per questa (mille) indicavano un costo della manodopera che è la metà di quello pagato questa volta e mi è sembrato strano. Circa le operazioni fatte non saprei, credo siano quelle standard previste per i 12 mila km e indicate nella fattura con in più la registrazione della catena. La prossima volta andrò da un concessionario, almeno è tutto più trasparente.
      Grazie a Stefano Gr e a Sec

      • #20815
        Mastic
        Amministratore del forum

        E a me niente??? 😛

    • #20816
      cla_lo
      Partecipante

      GRAZIE RICCARDONE! Senza di te non staremmo qui a discutere e a scambiarci informazioni. E non leggeremmo tanti articoli interessanti

      • #20817
        Mastic
        Amministratore del forum

        Grazie. Ma io scherzavo! :-*

    • #20818
      multistrangola
      Partecipante

      nello officine come diceva il Mastic, ho visto cose che voi umani….
      quello che posso consigliare è rivolgersi sempre ad un meccanico che fa della qualità il suo punto fisso. Sono nato e cresciuto con un mantra di mia madre che mi ha sempre detto: Non sono abbastanza ricca da poter spendere poco!
      Sulle manutenzione delle moto, a mio avviso, il risparmio deve essere preso in considerazione fino ad un certo punto. poi ovviamente bisogna avere la massima fiducia nel meccanico. Ad esempio per me quello che dice @stefano.gr sulle auto è legge e non solo seguo pedissequamente le sue indicazioni, ma mi fido ciecamente su quello che è il suo operato.

    • #20821
      sec
      Partecipante

      Andrea… pero’ qui il problema non e’ quello di essere o meno disposti a spendere.
      Io credo di essere stato sempre disposto a spendere, pero’ il mio livello di soddisfazione non e’ mai stato pari alla spesa.
      In particolare, sono particolarmente insoddisfatto sulle officine ufficiali che – sempre secondo la mia esperienza – non offrono qualita’ necessariamente superiore ad un’ officina generica e ti becchi prese per il culo, legnate ingiustificate e ti devi pure sopportare un’ aura di supponenza e snobismo che e’ quantomeno fastidiosa.
      Ad esempio, mi sono molto probabilmente beccato la fregatura del controllo valvole “fittizio” di cui parlava Mastic in un concessionario ufficiale Ducati che genericamente chiameremo “Ducati Sud” (sud-Italia, intendo). In altra occasione, in un’ officina che chiameremo “Ducati Nord” (sempre Italia, eh!), mi presentai con una pinza freno bloccata da morchia. “Me la date una pulita?”. “Ma no, sbagli, e’ una tua sensazione, va bene cosi'”. Un paio di giri dopo mi ri-presento con un solco nel disco: “adesso me la pulite o lasciamo che se lo magni tutto?”.
      Auto? Idem con patate. Lasciamo perdere le cose “serie”. Mi presento in Alfa con la spia dell’ abbagliante del cruscotto saltata. “Ma no, non si puo’ far nulla. E’ una striscia di led, dovresti cambiare tutto il cruscotto e non ti conviene”. Torno a casa, smonto il cruscotto e ci trovo la suddetta striscia di led… piu’ qualche lampada separata per la retro-illuminazione e… per l’ abbagliante. Sostituisco io a pochi centesimi (e pochissimi minuti!) e via cosi’. In altra occasione mi presento con il blocco comandi del selettore delle bocchette dell’ aerazione abitacolo bloccato. “Ma che ti importa, tanto e’ bloccato sul parabrezza che e’ l’ unica selezione che serve davvero”.
      Prendo il ricambio usato a pochi euro e procedo io, smontando TUTTO il cruscotto e peraltro divertendomi un mondo:

      … e, concordando con Andrea, potrei anche io continuare per ore.

      E comunque, sara’ pure “normale”, ma io le maggiorazioni sul costo dell’ olio non le capiro’ mai e non gliele perdono. Per spendere 20 euro per un litro d’ olio devi prendere degli olii davvero particolari… e stiamo parlando di confezioni da un litro. Le officine l’ olio lo prendono in fusti e costa assai meno. Comunque qui in Grecia siamo piu’ fortunati ed e’ difficilissimo che per un cambio olio/filtro paghi piu’ di 60 euro. Con olio di qualita’, si intende, ed il materiale quello e’ e ti aprono le confezioni in tua presenza… L’ ultimo cambio olio/filtro che ho fatto: 55 euro con Castrol GTX 5W30 per la Ford della consorte.

      Non sparo a zero sulla categoria perche’ le eccezioni ci sono, come magari e’ il caso di Stefano. Ma bisogna star li come Diogene a cercarli con la lampada … o avere un culo della matosca.

      Comunque, nel caso delle moto che sono facili ed accessibili, molto si puo’ fare da se. Freni, refrigerante, olio… una cazzata ed almeno sei sicuro di quello che fai.
      Io l’ ho fatto e ci sono anche molti vantaggi collaterali: quando ti cambi l’ olio da te dai una bella guardata al tappo magnetico ed al filtro estraibile del carter e capisci in che stato e’ il motore. Se non vedi scaglie metalliche rilevanti non c’e’ assolutamente nessun motivo per essere vittima delle mille paturnie che ti innescano i concessionari ufficiali tra perdite di cromatura
      degli attuatori delle camme dei Desmoquattro (nel mio caso) o con il famigerato e temuto controllo valvole. Se il motore “suona bene”, e’ regolare al minimo, prende in moto alla prima botta ed e’ pronto di risposta al gas non c’e’ assolutamente nessun bisogno di smontare le teste per controllare il gioco valvole. A meno che non vi chiamate Bayliss e non avete bisogno di quel “mezzo cavallo” che si e’ perso per una regolazione non ottimale. E sempre non considerando che – nel caso dei Ducati con la distribuzione a cinghie – se il motore non e’ a punto la prima cosa da verificare e’ proprio la tensione delle stesse, che sminchia la distribuzione molto prima di eventuali giochi valvole erratissimi. Controllando le cinghie distribuzione della 748, sostituite in “Ducati Sud”, ho trovato cinghie NON marchiate e tese a 50/60 hertz. La tensione corretta e’ 110 quindi immaginate voi come stava funzionando quella distribuzione…

      La chiudo cosi’ che gia’ ho il sangue alla testa….

    • #20822
      cla_lo
      Partecipante

      Sono d’accordo Sec, non si tratta di risparmiare, ma di chiarezza e lealtà nei rapporti tra officina e cliente. Nei tagliandi della mia Suzuki Vitara era previsto a 40 mila km il controllo gioco valvole. Nell’officina Suzuki a mia domanda hanno risposto che non le controllavano perchè si faceva dopo i 180 mila km, ma stavano per addebitarmi il costo ufficiale del tagliando che quel controllo lo prevede. Un classico. Comunque nei concessionari Honda il tempo impiegato e che si paga è indicato nella fattura così chiunque può valutare se è coerente oppure no

    • #20826
      sec
      Partecipante

      Comunque nei concessionari Honda il tempo impiegato e che si paga è indicato nella fattura così chiunque può valutare se è coerente oppure no

      Certo Claudio…. ma il tempo indicato in fattura sara’ sempre coerente con l’ importo richiesto. Resta da vedere quanto “fittizio” sia.

      Comunque ve ne voglio raccontare una fresca fresca, credo sia assolutamente in tema.

      Menzionavo in altro thread che avevo concordato un lavoro sulla mia auto. Officina non ufficiale ma molto… diciamo apparentemente molto professionale, un’ installazione non piccola e visibilmente sempre molto indaffarata. Sono nuovo nella zona quindi non saprei… ma gli indizi erano positivi.
      Beh… dopo 3 giorni dalla consegna dell’ auto – indicata da loro – non avevano ancora cominciato a lavorarci su (figurarsi… sarebbe strano il contrario). Passo casualmente in zona, noto che l’ auto era esattamente nello stesso punto del piazzale all’ aperto dove l’ avevo parcheggiata e – insospettito e memore che l’ avevo lasciata aperta – mi fermo e controllo: auto ancora aperta ad officina chiusa. Era Sabato sera. Il piazzale e’ assolutamente accessibile dalla strada.
      Chiudo l’ auto e ci ritorno l’ altro ieri (Lunedi). Non menziono che l’ ho trovata aperta, chiedo informazioni e mi si dice che “l’ avrebbero cominciata il giorno stesso” (toh! guarda caso…). Evito di sotterrarli di improperi, riprendo l’ auto e vado di filato ad una delle concessionarie ufficiali Alfa, quelli tipo “ehhh noi siamo un’ officina storica ed ufficiale, ripariamo auto che vengono da tutta la Grecia”. Capito l’ antifona, no?
      Discutendo il problema col tecnico (sostituzione delle guarnizioni delle valvole) costui mi confonde con un uso incoerente del termine “coperchio” e chiedo lumi. Se qualcuno mi parla di “coperchio” io (e credo qualsiasi persona “normale”) intende il coperchio delle punterie. Invece si scopre che si parlava della testata.
      – “Scusa ma quella si chiama testata”.
      – “Noi lo chiamiamo coperchio”.
      – “E perche’?”.
      – “Perche’ copre il blocco cilindri”.
      – “Beh… se quello si chiama coperchio, come lo chiamate allora il coperchio delle punterie?”

      ….

      5 secondi di silenzio/panico …..

      “Il COPERCHIO DEL COPERCHIO”

      😀 😀 😀

      Mannaggia…. ma come si fa….. Stefano che gli devo dire a questo qui?????

      Adesso me ne cerco un altro….

    • #20827
      cla_lo
      Partecipante

      Sembrano battute da film. Incredibile

      • #20829
        sec
        Partecipante

        … magari! 😀

        • #20831
          Mastic
          Amministratore del forum

          Sec, loro ovviamente avevano una chiave dell’auto. Altrimenti te la potevi portare via direttamente alla sera, dal piazzale.

          L’uso della parola coperchio potrebbe essere uno slang greco?

        • #20832
          sec
          Partecipante

          Ci avevo pensato a portarmela in quel momento ma supponi correttamente: avevano una chiave anche loro quindi ho preferito non complicare le cose.

          Slang? Forse qualche slang loro, estremamente circoscritto…. ma lo vedo improbabile, sinceramente e’ la prima volta che mi capita di veder usato quel termine cosi’.
          Testata = κυλινδροκεφαλή o semplicemente κεφαλή ovvero “testa dei cilindri” o “testa”.
          Coperchio punterie = καπάκι εκκεντροφόρων ο καπάκι βελβίδων (coperchio camme o coperchio valvole).

          Fidati: al mio arrivo qui, quasi 30 anni fa, il greco l’ ho imparato su a)Asterix e b) Riviste di moto 😀

        • #20834
          Mastic
          Amministratore del forum

          Per me non l’hai mica imparato. Metti a caso dei caratteri greci confidando nel fatto che tanto noi non capiamo! Anche perché deve essere un casino tale che anche i greci mica lo capiscono. Fanno finta e si intendono con i gesti. Chettecredi

        • #20835
          sec
          Partecipante

          Per me non l’hai mica imparato. Metti a caso dei caratteri greci ….

          Ehi! E’ la stessa cosa che mi dice mia moglie (greca)! 😀 😀 😀

          (Infatti mi e’ scappato pure il refuso: sono Βαλβίδες, non Βελβίδες 😛 )

Visualizzazione 12 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti