Solo tre passi, prima che ….

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Quelli che viaggiano Solo tre passi, prima che ….

Visualizzazione 6 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #24296
      Mirco Marzotto
      Partecipante

        Dove eravamo rimasti? Ah! si in effetti non siamo neanche partiti. E’ sabato 8 ottobre e non ho la più pallida idea di cosa fare, intanto faccio colazione. La moglie mi chiede se ho intenzione di fare un giretto che, tradotto, significa: “non avrai intenzione di rimanere a casa vero?” “no, no tranquilla, adesso vado e non so quando torno” In realtà non so davvero dove andare, qualche giorno fa mi era balenata un’idea: Gavia e Stelvio. Avevo dato un’occhiata alle webcam sui passi: NEVE! Caspita peccato quest’anno ormai è andata, sarà per l’anno prossima. Però oggi alle 10 del mattino è una giornata limpida, calda, quasi quasi, dai proviamoci. E’ un po’ che non prendo la r1200rs, quale occasione migliore?
        Si accende subito (e avrei voluto vedere, la batteria era sotto carica, serbatoio pieno e via! Faccio strada del Pasubio e Vallarsa e poi a Rovereto decido il percorso. Valle dei laghi, verso Sarche e poi poco prima di ponte Arche devio per Molveno e Andalo o mi faccio Madonna di Campiglio? propendo per la seconda ipotesi anche perchè è da un poche non faccio quella strada. Nei pressi di Campo Carlo Magno mi fermo a guardare il panorama che, in effetti, merita

        Giunto a Dimaro decido di fare prima il Gavia e poi lo Stelvio e quindi necessariamente via per il Tonale dopo avermi gustato la compostezza della motoretta, ideale per questo tipo di giretti

        ::: SEGUE!

      • #24363
        Mastic
        Amministratore del forum

          Eccolo!

        • #24364
          ICE2000
          Partecipante

            è il bello di essere arrivati ormai al 100 di agosto, di questa strana stagione che non finisce mai.
            noi ieri ultima( o forse penultima) mangiata di pesce della stagione a marina di massa, raggiunta attraverso il passo delle radici, passo del vestito. passo del cerreto per il ritorno.
            per novembre mi piacerebbe poter fare una lessinia, mercatini di natale a riva del garda per dicembre

          • #24367
            Mirco Marzotto
            Partecipante

              Mastic:

              Vper novembre mi piacerebbe poter fare una lessinia

              Ottima idea, la lessinia in novembre (autunno) è meravigliosa … un giretto ieri prima di pranzo

              Campofontana - passo gioiche

            • #24368
              Mirco Marzotto
              Partecipante

                Riprendiamo. Arrivato dunque al Tonale portato dalla RS. La strada sembra quasi formata alle specificità della moto, quasi non sembra un passo di montagna, curve da pennellare, mantenendo una discreta velocità ma senza correre. Pochi intutati con moto sportive (o sportivissime), molti turisti soprattutto tedeschi con le immancabili GS in maggioranza. Come si può vedere dalle foto il tempo è particolarmente bello, un piacere anche fermarsi per fare qualche foto. Ormai ho anche preso familiarità con il cambio della RS (mai guidato un boxer bmw) anche in scalata, gas tutto chiuso, colpo deciso sesta, quinta, quarta … dalla terza meglio utilizzare la frizione, però dai pensavo peggio. Anche la guida non mi sembra malaccio, anzi. Il quasi semimanubrio non stanca e penso che me lo terrò originale, così è anche bel riparata dall’aria. L’unico dubbio è rappresentato dalla strada stretta del Gavia e dai tornanti dello Stelvio, per capirlo c’è solo una cosa da fare: provarli. E quindi via, discesa verso Ponte di Legno

                …Segue

              • #24369
                Mirco Marzotto
                Partecipante

                  Dal Tonale quindi direzione Ponte di Legno, che faccio in tutta tranquillità. A dire la verità volevo, dato che ero in zona fare anche un salto all’Aprica ma poi sarei dovuto tornare indietro e, stante l’ora non era veramente il caso. Quasi sbaglio la deviazione per il Gavia, ma riesco ad imboccarla senza problemi. Guardo se ci sono cartelli, lo vedo ed è verde, ottimo si può transitare. La preoccupazione in verità era nata dalla vista della neve nei giorni precedenti e dall’aver leggo di lavori di asfaltatura. Bene dai proveremo anche l’asfalto nuovo. Mi arrampico, asfalto ottimo, solita strada stretta con auto che scendono … per fortuna che sono in moto! ma eccoci e quindi spazio alle foto. Il rifugio Bonetta mi accoglie

                  Rifugio Bonetta

                  Tempo meraviglioso, solo qualche giorno fa era impensabile

                  Passo Gavia

                  Passo Gavia

                  Passo Gavia

                  Pace e traquillità, il Gavia mi piace

                  Passo Gavia

                  Passo Gavia

                  Sarei rimasto, ma il tempo tiranno mi imponeva di muovermi

                  Passo Gavia

                  Passo Gabvia

                  Passo Gavia

                  E quindi via, lo Stelvio mi attende; passaggio obbligato per santa Caterina Valfurva e poi, dopo sosta benzina in quel di Bormio, su per i tornanti che mi porteranno al passo dello Stelvio. A proposito, ho dato un’occhiata agli strumenti e, fino a qui, mi segnava 21 km/l
                  … segue

                • #24372
                  Mirco Marzotto
                  Partecipante

                    Dai terminiamo il giro. Sono arrivato a Bormio, fatto benzina e quindi su per raggiungere lo Stelvio, sua maestà dei passi alpini italiani (o perlomeno quello più famoso). Preferisco farlo salendo da Bormio e non da Trafoi. Non c’è una ragione tecnica precisa ma solo la sensazione di godermelo di più. A Bormio, quando mi sono fermato a fare benzina, ho visto che ci sarebbe la possibilità di una strada (ultima parte sterrata se non ricordo male) che si arrampica (si arrampica proprio e non è eufemismo alla località denominata Torri di Fraele per proseguire poi ai laghi di Cancano. Preso nota …. faremo anche questo. Ma intanto facciamoci lo Stelvio. La strada è piacevole, traffico discreto (a scendere) e la motoretta dimostra una agilità insospettabile stante la stazza (e il peso). Mi ha piacevolmente sorpreso, bene dai, brava BMW anche se hai tolto il telelever. Salgo, guardo il paesaggio, trovo anche un semaforo. Mi immergo nei miei pensieri la temperatura è gradevole, incredibile in questa stagione. Al passo sarà di 9 gradi, incredibile!
                    Quasi senza accorgermi sono arrivato. Sul passo come una sagra paesana, quasi non c’è posto neanche per la moto che posteggio vicino ad un distributore di panini caldi.

                    Stelvio e R1200RS

                    Rispetto al Gavia il cielo è meno limpido ma nessuna minaccia di pioggia

                    Stelvio

                    Ancora qualche traccia della neve caduta nei giorni scorsi

                    Stelvio

                    Come dicevo prima bancarelle, negozi a rovinare la sacralità del posto

                    Stelvio

                    Stelvio

                    Stelvio

                    Stelvio

                    Ma sono ormai le cinque del pomeriggio, meglio che parta, uno sguardo ai tornanti anche per i quali il passo è famoso. Li affronto in discesa, più facili, anche se la motoretta si è dimostrata piacevole

                    Stelvio tornanti

                    e vado a riprendermela

                    Stelvio r1200rs

                    Quindi discesa fatta senza affanni particolari, Trafoi mi saluta. Decido di non prendere autostrada nonostante il buio incomba: Merano, Bolzano e, a seguire, Valle dell’Adige, tangenziali di Verona ed eccomi a casa alle 21.30, col buio ma è stata una bella giornata

                Visualizzazione 6 filoni di risposte
                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.