Passaggio all’elettrico nel 2035? Non diciamo stronzate!

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Parliamo d’altro? Passaggio all’elettrico nel 2035? Non diciamo stronzate!

Visualizzazione 3 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #23210
      Mastic
      Amministratore del forum

      Sono sempre stato un sostenitore dei veicoli elettrici, lo sapete. Per questo mi sono beccato anche delle critiche. Però ho anche fatto notare come il passaggio obbligato alla vendita solo di veicoli elettrici (auto e furgoni) dal 2035 fosse irrealizzabile tecnicamente. Si legga il mio articolo: il paradosso della rivoluzione elettrica.

      Dopo una compatta fuga in avanti, ora il mondo politico sta iniziando a fare retromarcia. Ora l data del 2035 sta diventando per tutti “indicativa”. Insomma, non abbiamo capito bene.
      Solo che nel frattempo le case si sono strutturate per questo passaggio. Hanno abbandonato lo sviluppo del motore terico. E ora tornare indietro appare difficile.

      A livello motociclistico siamo sicuramente messi meglio che nelle 4 ruote. Di moto non si è parlato direttamente finora, e le nostre case sono andate meno avanti sull’elettrico rispetto a quelle dell’auto. Per capire l’aria che tira, torna utile però una bella intervista di Roberto Lo Vecchio di Quattroruote a Carlos Tavares, il numero uno di Stellantis. Che non le manda a dire: “Io come industria sarò 100% elettrico dal 2030, l’ho dichiarato. Ma abbiamo una strategia energetica pulita pronta per quella data? Questa è una domanda da girare ai leader politici. E lo stesso si può chiedere sull’infrastruttura di ricarica. E a quel punto dobbiamo anche considerare la necessità per gli Stati di finanziare queste politiche, a fronte della diminuzione degli introiti derivanti dalla tassazione sui prodotti petroliferi. La sfida è tutta per la politica. Non più per noi: noi stiamo disassemblando le linee di montaggio delle auto a combustione e stiamo trasformando le nostre fabbriche per la produzione di batterie, di motori elettrici e veicoli elettrici. Siamo nella fase di esecuzione del piano. Per il 2030 potremmo avere una gamma 100% elettrica in Europa e al 50% negli Stati Uniti“.

      L’intervista completa – interessantissima – è reperibile cliccando QUI

    • #23216
      sec
      Partecipante

      E’ un bell’ articolo, capo, molto interessante.
      Deve essere un tipaccio Tavares. Anche perche’ non e’ il “solito” CEO incravattato ed impomatato. Quello e’ uno che il gas glielo sa dare.

      Pero’ va sempre ricordato che bisognerebbe fare la TAC ad ogni parola che dice. Un po’ come succede con Musk e Toyoda. E’ gente che, se parla, lo fa sopratutto per tirare acqua al proprio mulino.

      Cio’ non toglie che resta una bella lettura.

      • #23217
        Mastic
        Amministratore del forum

        Però sono gli stessi dubbi che avevo enunciato io nel mio articolo. Il che significa che Carlos legge Motoskills.
        Infatti sono 2 giorni che lo cerco per dirgli che poteva almeno citare il nostro sito, ma non mi risponde.

        Certo che ognuno tira l’acqua al proprio mulino. E che dobbiamo fare la tara a tutto.

        • #23219
          sec
          Partecipante

          Infatti sono 2 giorni che lo cerco per dirgli che poteva almeno citare il nostro sito, ma non mi risponde.

          😀

          Hai ragione, capo. Tra l’ altro, abbiamo versato fiumi d’ inchiostro su quest’ argomento e so cosa ne pensi, nel bene e nel male.
          Io credo ancora meno di te al fatto che la transizione sia cosi’ facile come credono lorsignori, lo sai. Parlo dei politici, non di Tavares.
          E mi da fastidio che la transizione sia di fatto “imposta dall’ alto”.
          Anche perche’ i recentissimi avvenimenti fanno in modo che si ricomincino a ripensare tante recenti teorie/certezze sull’ evoluzione della gestione dell’ energia.
          Si riparla di nucleare. E si riparla di carbone/lignite. Alla faccia della cultura “verde”.

          Continuo a credere che, come stanno le cose oggi, e’ il concetto stesso di mobilita’ come la conosciamo oggi ad essere superato e problematico dal punto di vista ambientale. Indipendentemente dal tipo di propulsore. Ed e’ ovvio che mi dispiace perche’ e’ una filosofia a cui sono affezionato anche io.

          Ne abbiamo da vedere ancora tante….

    • #23220
      zio franco
      Partecipante

      Già…

    • #23510
      sec
      Partecipante

      😀 😀 😀 😀

      Mannaggia… sto ancora ridendo…. adesso e’ ancora piu’ chiaro perche’ vanno quei 12/15″ piu’ lente 😀 😀

Visualizzazione 3 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.