Novità tecniche FMI nel CIV

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Sport e Gare Novità tecniche FMI nel CIV

  • Questo topic ha 0 risposte, 1 partecipante ed è stato aggiornato l'ultima volta 1 mese fa da Mastic.
Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #19237
      Mastic
      Amministratore del forum

      Con un comunicato stampa la FMI annuncia oggi alcune novità tecniche per il CIV 2021.
      La più importante riguarda la centralina unica per la SBK. Non so se sarà sufficiente a rivitalizzare un campionato che, perlomeno per la classe regina, sembra in forte crisi.

      Domenica scorsa a Vallelunga sono partiti in 10 e arrivati in 8. Ho visto il video della partenza, una tristezza. Si, c’è stato anche il problema con il Team Barni e le gomme non punzonate, ma sempre pochi restano.

      I motivi? Sempre i soliti: costi troppo alti ed eccessiva competitività di alcuni partecipanti. Il titolo è andato a Lorenzo Savadori, tester Aprilia MotoGP, che ha strappato il campionato a un altro illustre pilota, che fa invece il tester Ducati MotoGP. Per loro vincere nel CIV è un po’ come rubare le caramelle ai bambini.
      Non dovrebbero correre? No, questa domanda è vecchia come il cucco. Se deve essere campionato italiano ci debbono correre i migliori piloti italiani. Però bisogna rendere il campionato accessibile e attraente anche per i “normali”. Come? Mica ho la bacchetta magica io. Non lo so!

      Intanto ecco il comunicato FMI.

      Dopo aver incoronato i Campioni Italiani lo scorso weekend a Vallelunga è tempo di guardare al 2021 per l’ELF CIV. Confermata anche per la prossima stagione la collaudata formula di gara, con 6 round e doppie gare ogni weekend nei migliori circuiti italiani. Invariate le categorie (SBK, Moto3, SS600, Premoto3 e SS300). Non mancheranno invece novità tecniche nel 2021, a cominciare dalla centralina unica obbligatoria in SBK. Un progetto, annunciato inizialmente per il 2019, la cui prima fase è partita quest’anno, con i Team che hanno avuto l’opportunità di scegliere se usare o meno la centralina Motec, che sarebbe diventata obbligatoria nel 2021. Dalla prossima stagione infatti la SBK ELF CIV adotterà unicamente la centralina già utilizzata nel BSB e prossimamente nel Campionato Americano, con alcune differenze sostanziali. Nell’ELF CIV sarà infatti consentito l’uso di strategie di controllo volte alla ricerca di un maggiore equilibrio tecnico tra diversi motocicli senza trascurare l’aspetto della sicurezza. Il sistema sarà distribuito da Aviorace, maggior distributore e centro di assistenza europeo per Motec e partner della FMI nel nuovo progetto.

      Conferma in Moto3 per il motore 450 Yamaha fornito da Geo Technology S.A. Dopo il positivo esordio avvenuto in questa stagione, anche per il 2021 i Team della Moto3 ELF CIV potranno scegliere se affidarsi agli abituali motori oppure al nuovo modello 450, pensato per abbassare i costi, dare a tutti i giovani le migliori condizioni possibili di partenza per esprimere il loro potenziale e limitare le problematiche legate al rumore negli autodromi. Motore che in questo 2020 ha già permesso a giovani piloti come Andrea Giombini (Junior Team Total Gresini) di ottenere piazzamenti a podio.

      Restando in ambito motore, conferme arrivano anche nella Premoto3, dove sarà rinnovato per il 2021 l’accordo con Yamaha come fornitore unico di motori per la categoria entry level dell’italiano. Un progetto che, pensato per abbassare costi, prosegue in virtù della bontà del prodotto Yamaha, costruttore con il quale va avanti la convergenza di programmi per la crescita dei giovani.

      Simone Folgori, Responsabile ELF CIV: “Quello in corso è un anno particolarmente complicato, che non ha impedito però insieme a Team e Aziende di organizzare una bellissima stagione sportiva e di programmare la nuova, con la conferma dei 6 round e della medesima formula di gara. E con alcune importanti novità che a breve presenteremo. Sul piano tecnico invece, dal 2021 si definirà il progetto centralina unica obbligatoria in SBK, già ampiamente annunciato gli anni passati e che ha vissuto un anno di sperimentazione in questo 2020. Un progetto pluriennale in cui crediamo molto per il rilancio delle categoria nel breve e medio termine. A questo aggiungiamo la conferma sia del progetto della Moto3 con motore 450 – che già in questo primo anno ha cominciato a mostrare tutto il proprio valore -che del motore unico per la categoria Premoto 3, con Yamaha che, forte dell’ottimo prodotto messo in campo, sarà ancora fornitore unico di motori per la categoria entry level dell’ELF CIV”

Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti