Le moto del 2021

Visualizzazione 13 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #19652
      Mastic
      Amministratore del forum

      Apro una nuova discussione su questo tema, perché intendo tornarci.
      Intanto, ecco il link al talk show fatto con gli amici di In Moto su questo argomento.
      Con me in video, oltre ai colleghi di In Moto e a Roberta Lanfranchi, ci sono i rappresentanti di Honda, Yamaha, Benelli, Suzuki, Ancma e Nolan 🙂

      https://www.inmoto.it/video/motoweek/2020/11/30-3677909/motoweek_novita_2021_le_moto_della_prossima_stagione/

    • #19731
      Mastic
      Amministratore del forum

      I giorni fra Natale e Capodanno. Momento di riflessioni, di bilanci.
      Io penso al 2021. Sto pensando a come saremo, e a cosa faremo.
      Dovremo attendere per le nostre uscite di gruppo. Sono partiti i vaccini, si, ma credo che per tornare a vederci, magari con un po’ di attenzione in più rispetto alla scorsa estate, dovremo attendere ancora qualche mese.
      Poi torneremo a darci qualche appuntamento.

      Intanto guardo le moto nuove delle case. E scopro che sia l’Harley Davidson che la Ducati hanno deciso di scendere in campo contro la BMW GS. Strana cosa, in un mondo dove aumenta il divario nel potere d’acquisto fra chi ha i soldini e fra chi combatte per arrivare a fine mese. Le case puntano sui modelli top, con prezzi da capogiro. E scommettono sul fatto che torneremo a usare quegli incrociatori che sono ormai le endurone stradali di alta cilindrata.

      Parallelamente qualcun altro va in competizione in altri segmenti. La Triumph Trident punta dritto dritto al segmento delle naked di media cilindrata e prestazioni non eccessive. Ha anche la parte posteriore, sella e gruppo ottico molto simili alla Benelli Leoncino (ora arriva la 800).
      Il mondo è cambiato.

      Poi ci sono gli scooter. Che crescono di cilindrata. Una volta c’erano i maxiscooter, che erano 500 e oltre. Poi c’erano i 300, che erano una via di mezzo. Adesso, complice la Euro 5 (ma non solo), gli scooter sono saliti a 350cc, e qualche volta a 400. Poi la Honda, che sperimenta sempre roba nuova e inventa nuovi segmenti, ora ha lanciato anche il Forza 750.
      Perché rimane in noi la voglia di avere il top di gamma. E allora, piuttosto che una moto tranquilla di media cilindrata, meglio uno scooter bombardone, che poi non è proprio uno scooter, ma neanche una moto.

      In mezzo ci sono dei bei progetti. Sulla carta mi piace molto la Yamaha MT09. Ho guidato parecchio la versione 2019, apprezzandola in tutto, meno che nelle sospensioni. Ora esce la versione rinnovata, che promette bene. E non costa troppo. Una giusta via di mezzo.

      Poi, poi, poi… qualcuno ha qualche previsione da buttare lì per il 2021?

      • #19732
        sec
        Partecipante

        … ‘mazza quanto scrivi! 😀 (aehmmm…)

        Previsione? Accidenti… e’ quasi impossibile farle in un periodo come questo! Un po’ le pandemie, un po’ il periodo di transizione…. mi domando a cosa pensano le case prima di ipotizzare il lancio di un nuovo modello o motorizzazione…
        Pensa a come sono cambiate le cose… quest’ anno esce il modello nuovo della campionessa SBK… e ci si glissa sopra alla grande! Figurati 10/15 anni fa come sarebbe stata accolta…
        A dirla tutta, il mercato 2021 piu’ che per una ‘presenza’ e’ marcato da un’ ‘assenza’ altamente simbolica. La R6 si vendera’, ma solo in versione pista non omologata. Pazzesco… un mercato senza R6, qui si parla della storia del motociclismo…
        A me non piace una certa deriva, lo sai. Quella che tu chiami ‘modelli top, prezzi da capogiro’ ed io chiamo ‘modelli stupidi ed inutili’. Apprezzo pero’ molto della roba ‘usabile’. Il mercato al giorno d’ oggi e’ meno ancorato a modelli simbolici e di richiamo, rispetto a quello che succedeva un tempo. Si Vendono le Benelli, le Honda CB e NC, le MT Yamaha e derivate… questa e’ tutta roba estremamente intelligente. Ok, c’e’ sempre la GS 😀 ma quello resta un fenomeno in parte inesplicabile.
        Non mi piacciono le anti-GS: Harley (parli della Pan-America, no?) e Ducati hanno tradito la loro tradizione troppo radicalmente, sia dal punto di vista estetico che tecnico. E’ un errore (come e’ un errore la ‘rivoluzione’ del Monster). I crucchi ci hanno insegnato che restare uguali a se stessi FUNZIONA, eccome. Sia in campo moto che auto. La vera rivoluzione della Multistrada poi non e’ il telaio o tutta la tecnologia (frena ed accelera da sola…. perche’ non viaggiare in treno, che ci si legge un bel libro?) ma il motore. Controllo valvole a 60000km… impensabile fino a qualche tempo fa… assolutamente un segno di progresso, sopratutto per una viaggiatrice. Che poi i motori ‘da auto’, letteralmente, sono un trend molto forte. L’ Honda 750 ormai lo mettono anche nelle lavatrici… e fanno benissimo. Le moto da puristi va bene che siano pure. Le moto che si usano tutti i giorni devono essere toste e basta.
        La MT09 sara’ ottima… ma e’ un po’ anonima. Insomma, non ha una personalita’ spiccatissima.
        A me piace l’ idea della V7 col motore un po’ maggiorato. In fondo, l’ essere anemica era un po’ il principale difetto, perche’ di personalita’ ne aveva da vendere. Qualche numero lo fara’.
        Personalmente…. non modelli 2021 ma… le moto che mi fanno ‘impazzire’ sono le MV. Io non sono mai stato tifoso del ‘top di gamma’ bensi’ della moto affascinante di cilindrata media, secondo me piu’ accordata all’ uso stradale. Beh… che gli vuoi dire al ‘centrocampo’ MV? Brutale, F3 e Turismo Veloce, 675/800. Motorizzazione intelligente, vanno da Dio e estetica LETALE, di gran lunga le piu’ belle (e non di poco) e pure ad un prezzo ‘relativamente ragionevole’. Meglio 14000 di Turismo Veloce Rosso (da 200kg) o un qualsiasi maxi-incrociatore da 250kg a 3-6000 euro in piu’? La mia risposta te la do prima ancora che hai finito di pronunciare la domanda…
        Con la testa… Yamaha Tracer 7 e Tenere 700. Costo contenuto, belline, telai azzeccatissimi e prestazioni piu’ che adeguate. …e ZERO elettronica! 😀

      • #19733
        sec
        Partecipante

        … dimenticavo: Buon anno, capo. A te e tutti gli altri!

    • #19734
      Mastic
      Amministratore del forum

      Sec, hai detto un sacco di cose intelligenti. Non sempre sono d’accordo con te, ma hai detto un sacco di cose intelligenti.
      Ti critico incredibilmente forse una cosa: trova il modo di provare la MT09. Solo il rumore che fa vale il biglietto. Ed è molto utilizzabile. Ci si va anche molto forte.
      La amerei anch’essa di più se non avessi guidato la Street Triple RS. Che è PERFETTA! (avrai letto la mia prova?)

      Per il resto… Boh, a me le moto piacciono tutte.
      Ah, buon anno a tutti! 😘

    • #19737
      Anto
      Moderatore

      Ho come l’impressione che si voglia dare un taglio col passato per quanto riguarda le linee e la tecnica e lanciare nuove forme a cui ci dovremo abituare, linee un pò troppo spigolose e anonime (vedi Yamaha) e nuove basi tecniche (vedi Multistrada) si più affidabili e forse meno costose da mantenere ma il classico esempio che almeno in questo caso sono le Case ad imporre nuove mode senza che i clienti le abbiano richieste. Sicuramente ci faremo l’abitudine anche ai nuovi scarichi-scaldabagno euro5.

      Molto azzeccata la Trident (effettivamente si ispira un pò alla Leoncino 😁) bella anche l’Aprilia RS660 e la Tracer 700, fortunatamente moto modeste per chi cerca semplicità senza rinunciare al divertimento a buon mercato.

      Auguri a tutti ne riparliamo durante l’anno con altre proposte

    • #19738
      sec
      Partecipante

      Ric, giusto per evitare fraintendimenti… sono arciconvinto che la MT09 sia una gran moto efficace, utilizzabile e veloce. So che in giovane eta’ c’ erano state molte critiche sulle sospensioni. Lo dici anche tu e ricordo anche le parole di nic, che aveva avuto la Tracer 9. Sono arcisicuro che la cosa sia stata sistemata col tempo, sopratutto nelle versioni SP. Quando parlavo di anonimita’ era una mera questione di ‘pancia’ ed estetica. Ci sono naked molto piu’ affascinanti, a cominciare proprio dalla tua amata Street Triple. Certo che l’ avevo letta la tua prova… si, traspariva che ti era piaciuta tanto tanto 😀 A me le Triumph sono sempre piaciute, il ‘3’ e’ roba loro da decenni … e la Thruxton e’ stupenda!
      Alla MT09 non perdono il fatto che in edizione Tracer e’ una delle piu’ sobrie, eleganti ed “aggressive il giusto” della sua categoria. Anzi, esagero, la metto seconda dopo la MV. In versione MT non colpisce cosi’ tanto. Poi andrebbe vista da vicino ma… mai vista una. Qui di Tracer se ne vedono tante, le 9 anche piu’ delle 7. Scovare una MT non e’ cosi’ facile. Vabbe’, qui le on-off dilagano ancora piu’ che altrove: non abbiamo un grosso rispetto per la qualita’ dei ns. asfalti, quindi le sportive faticano a farsi strada nel cuore dell’ utente medio.
      Anto, anche a me piace la RS660. Non ci aspettiamo che fara’ grandi numeri… ma sulla carta e’ un modello sportivo ‘umano’, anche come prezzo, che almeno su strada dovrebbe essere piu’ che divertente. Anche bella esteticamente, con tutti quei richiami alla RSV4.
      Piuttosto… quando si parla di nicchie, avvero MV, Aprilia, Triumph, Ducati… ecco, dalle mie parti e’ proprio difficile conviverci per quanto riguarda l’ assistenza. Difficile trovare chi sa/vuole mettere le mani su oggetti non di grossa circolazione. Convivere con una Honda o Yamaha e’ TROPPO piu’ comodo. Li’ sullo scoglio,poi, neanche vi dico. Dovevi impacchettare e spedire sulla terraferma col carro attrezzi. Per questo ‘adoro’ l’ Alfiat, con lei mai un problema serio nonostante gli anni di servizio. Ne ho viste di auto tedesche partire sul carro attrezzi e stare via per giorni in assistenza ufficiale per qualche ‘scemenza’. Ho visto anche giapponesi con i motori che ballavano letteralmente nel telaio perche’ i supporti avevano ceduto… Il mio odio per l’ inutile sofisticazione e’ “filosofico”… ma in gran parte dovuto anche alla mia esperienza sul campo nelle condizioni dove mi sono ritrovato a vivere per anni. Lo stesso 748… se non avessi saputo mettere io stesso le mani dentro il serbatoio mezzo corroso, smontando mezza moto, probabilmente quella sarebbe stata ‘fine della corsa’. Non vi ammorbo ma potrei parlare per ore… quando mi impunto su qualcosa non e’ per vezzo ma per esperienze fatte. In fondo sono come Riccardo: quanto di meno vezzoso esista, a me le moto piacciono tutte e sono fermamente convinto che sia sempre questione mai di mezzo… bensi’ di manico 😉

    • #19739
      Mastic
      Amministratore del forum

      Posso tagliare la testa al toro? Il problema (che non è un problema) è che la moto è un oggetto che amiamo in maniera non razionale. Ci piace perché ci trasmette determinate emozioni, e questo è molto soggettivo. Razionalmente magari sappiamo che la nostra moto, o quella che vorremmo comperare, non è la migliore scelta. Io scherzando – se ve ne ricordate – quando ho preso la Tuono feci un articolo per raccontare quanto fosse folle e irrazionale la mia nuova moto; e conclusi dicendo che la amavo proprio per questo.

      Quindi a me la MT09 è piaciuta perché… perché mi ci sono divertito a guidarla forte sulle strade della Sardegna. Ho avuto bisogno di essere veloce in alcune occasioni, e lei è sempre stata all’altezza del compito. Anche troppo, a dire il vero. Con un suono melodioso allo scarico che mi è piaciuto da matti. E un motore che non è mai troppo (fosse un 1200 sarebbe meglio), ma neanche troppo poco. Certo, aveva delle sospensioni un po’ carenti, ma pazienza.
      Poi l’amico Sandrino con la MT09 andava molto bene su strada, giuro. Però si è reso conto che era una moto imperfetta, infatti ora ha l’MT10.

      Dai, il problema è che amiamo con la pancia. E questo è sufficiente a non farci capire più un cazzo davanti alla moto che “ci smuove”. Ma mica è una cosa brutta. Altrimenti gireremmo tutti con la NC750 o con uno scooterone. (lo dico volendo bene alla NC 750 eh ;-))

      • #19740
        Fuzz
        Partecipante

        Concordo al 1000×1000 😉 d’altra parte fra motociclisti pancini, ci si capisce al volo.
        Un po meno, quando dici che le moto ti piacciono tutte…a me piacciono solo alcune,
        devono trasmettermi un qualcosa, altrimenti non le “vedo”… che vadano tutte discretamente bene e che “avanzino” al 90% dei motociclisti in circolazione, non ci piove. La MT09, provata a suo tempo, l’ho trovata molto divertente da guidare, magari non coerente di sospensioni fra ant e post..ma forse, perché gli stavo facendo fare un mestiere non suo 😉

        Sulle moto nuove, non mi esprimo…sono troppo complicate e farcite di cose difficili da far comprendere ad un dinosauro come me, tu pensa che nei giorni scorsi sono passato in Ducati per prendere un ricambio, per il Monster di Marta…in vetrina c’era una 1200 DVT Pike Peaks, bellissima e pari al nuovo…è una moto che vorrei mettermi in garage, più avanti, ma…non mi convince, forse la dovrei provare bene ( non è un problema, il boss mi ha detto; vieni, la prendi, la provi…se non ti piace me la riporti) per capirla, ma così a pelle… la trovo “troppa” in tutto.

        Magari andando avanti con l’età, cambio idea…come ha fatto il Turista 🙂

    • #19742
      Mirco Marzotto
      Partecipante

      come ha fatto il Turista 🙂

      Che moto si è preso?

      • #19743
        Mastic
        Amministratore del forum

        Una Ducati Streetfighter V4. Infatti @fuzz lo vedo male in quella compagnia con la Multi 2V. Ho sognato la sua moto in vendita, chissà se ci ho azzeccato 😀 😀 😀

        • #19745
          Fuzz
          Partecipante

          No, ancora non lo è 🙂 le voglio troppo bene…e poi ho sempre il vantaggio, che il 99% delle volte che usciamo, la strada la so io 😉 quindi volenti o nolenti, devono rispettare il capofila…e quasi sempre lo fanno.
          Comunque davvero, dovessi prenderne una nuova domani…sarei in difficoltà, la ragione direbbe la Pike Peaks, più versatile e comoda, (anche se Mirco Benvenuti, mi ha detto, se non ricordo male, che non mi divertirò più, come con la mia)…ma il diavoletto sulla spalla, sussurra : KTM SD milleduenovantaaaaaaa!

    • #19744
      Mirco Marzotto
      Partecipante

      Infatti @fuzz lo vedo male in quella compagnia con la Multi 2V

      Concordo 🙂 🙂 🙂

    • #19746
      sec
      Partecipante

      …azz! Leggo appena ora che a Bruxelles pare che entrino in vigore limiti di velocita’ a 30kmh in centro.
      Per favore, qualcuno dica al Turista che se dovesse andare da quelle parti si porti un pacco di dischi frizione nello zainetto. A furia di pattinare…ne avra’ bisogno! 😀
      … facciamo due, quello che ha sara’ gia’ mezzo consumato facendo km dietro la Multi 2V di Puzz!

      😀

    • #19805
      Mastic
      Amministratore del forum

      Le moto del 2021…
      Nei giorni scorsi ho scritto la top 10 delle moto del 2021. Ho considerato quelle secondo me più interessanti dal punto di vista del progetto e dal punto di vista commerciale. Qualcuno ha criticato l’assenza della Multistrada V4. E vabbè, io sceglierei la GS 1250, ma non c’è neanche quella! Qualcuno ha criticato la presenza del Beverly 300, ma è un progetto che merita rispetto: da una vita è subito dietro l’SH Honda nella classifica delle vendite.

      Poi sono usciti i dati del mercato 2020. E c’è stata una conferma: i motociclisti stanno cambiando sottopelle. Le moto si sono vendute nonostante la pandemia. Ma se ne sono vendute di differenti.
      Il mercato si sta polarizzando sempre più. Da una parte le moto economiche (la Benelli TRK ne è la regina), dall’altra quelle top di gamma. Manca il ceto medio, assai poco rappresentato. Ma forse si riducono anche i motociclisti di lunga tradizione, in favore di nuovi motociclisti. Che saranno pure meno esperti, ma che comprano moto e vanno in moto.

      • #19808
        sec
        Partecipante

        Sono d’ accordo con la top 10! Ecco… giusto il Monster, perche’ sono un cagacazzi ed un ducatista duro e puro. 😀 Che poi, mannaggia… sulla carta e’ pure un’ ottima moto venduta ad un prezzo “stranamente ragionevole” se comparata agli altri modelli della casa. Ma non ci posso fare niente, non riuscirei mai a preferirla ad un Monster originale a due valvole, raffreddato ad aria. Che poi… passi per me che i motori li bistratto… ma per voi che amate guidare rotondi e sottocoppia i due valvole dovrebbero proprio essere motori piu’ divertenti ed efficaci.
        Dai, contrattiamo: togliamo il Monster e mettiamoci la Tuono 660, appena presentata. Lo so, sembra piu’ un “giocattolino” rispetto al Monster… pero’ e’ piena di contenuti ed ha un motore che mi piacerebbe provare. E’ un bicilindrico parallelo da 660… ma tira fuori 100 cv. Non e’ affatto male: per un bicilindrico, a naso, mi sembra quello dal miglior rapporto potenza/cilindrata mai uscito da una linea di produzione.

        Una piccola osservazione sui dati di vendita: a me, come essere umano, fa piacere vedere la Multi 950 che vende meglio della 1260, anche se la differenza e’ lieve. Sara’ il segno che i motociclisti abbiano finalmente messo un po’ di sale in zucca?

        • #19810
          Mastic
          Amministratore del forum

          Sec scrisse:

          Una piccola osservazione sui dati di vendita: a me, come essere umano, fa piacere vedere la Multi 950 che vende meglio della 1260, anche se la differenza e’ lieve. Sara’ il segno che i motociclisti abbiano finalmente messo un po’ di sale in zucca?

          Secondo me hanno solo meno soldi da spendere. Altrimenti comprerebbero la 2300 Turbo Intercooler che ha @multistrangola.

          Sempre Sec sfotte:

          per voi che amate guidare rotondi e sottocoppia i due valvole dovrebbero proprio essere motori piu’ divertenti ed efficaci.

          Voi chi?!? Mannaggia a te, che ora mi fai fare anche un OT.
          In realtà chi mi insegno i fondamenti della guida in pista (non su strada) infiniti anni fa, mi disse che dovevo guidare dolce. Senza stare a raccontare tutto quello che mi spiegò, ti dico che su strada, ancora più che in pista, paga la guida dolce. Che non significa tenere il motore sottocoppia!
          Io quando cammino il motore lo mando su, anche perché serve. Al rosso lo mando in pista. Su strada di solito cambio marcia un po’ più giù del rosso e lo porto su più morbido 😉

          P.S. Grazie per avermi dato l’opportunità di ricordare a me stesso che la moto si può guidare. Mi manca in questo periodo del cavolo. Appena spiove mi ci scappa un giro!

        • #19811
          sec
          Partecipante

          😀

          Aho, mica e’ colpa mia! Siete tu e Puzz che mi avete sbomballato con i ” 5000 giri in sesta marcia” ! 😀
          Concordo, “dolce” non indica necessariamente il numero di giri. Anzi…
          Dai, seriamente (ed in parte OT): tu un po’ non li rimpiangi i due valvole? Li hanno uccisi senza possibilita’ di appello, ma secondo me e’ una motorizzazione stradale molto piu’ intelligente dei 4v: e’ ottimizzato per lavorare su regimi piu’ bassi… pensa te, sarebbe meglio anche per questioni di impatto ambientale, di cui si parla dall’ altra parte ;P
          Per esempio… ricordo che i vecchi xt500 due valvole erano piu’ divertenti dei 600 4 valvole, per quel tipo di moto ed utilizzo.

          Il Multi 950? Hai ragione ed anch’ io credo che in fondo non ci sia speranza, il motociclista resta un essere di pancia. Ma c’e’ un piccolo margine: lo dici tu stesso che la moto piu’ venduta in fondo rimane il GS, se si sommano le varie versioni. Per quella, i soldi si trovano sempre…

    • #19812
      Fuzz
      Partecipante

      Mastic

      ti dico che su strada, ancora più che in pista, paga la guida dolce. Che non significa tenere il motore sottocoppia!

      puro vangelo, è una regola, che cerco di applicare il più possibile…e mi ci diverto come un cretino.

      Ciccio Sec

      Dai, seriamente (ed in parte OT): tu un po’ non li rimpiangi i due valvole? Li hanno uccisi senza possibilita’ di appello, ma secondo me e’ una motorizzazione stradale molto piu’ intelligente dei 4v:

      Tu sai, che io nasco coi 4v..888/916/S4rs…moto con cui ho fatto di tutto, che ho nel cuore e (una sola purtroppo)in garage, e sono ormai passato al 1100 2V del mio Muflone, bene…su strada, non le rimpiango nemmeno un po’…e considera, che proprio intelligente…ancora non lo sono!

      • #19817
        sec
        Partecipante

        Fossi in te, io il Muflone lo terrei a vita. Provai la 1000 e sto ancora ridendo. Non e’ rigorosa e precisa come una sportiva pura… ma nel suo caso e’ un vantaggio perche’ ha un carattere cosi’ sbarazzino che e’ uno spasso allo stato puro. Quella ruota davanti proprio non voleva stare attaccata a terra… con buona pace degli anti-wheelie! 😉
        Potenza giusta, andamento della coppia piu’ piatto delle zinne di una ginnasta da oro olimpico (mi si scusi il paragone irriverente), leggera il giusto, stretta il giusto…. ed a me piace pure. Non sara’ una bellezza appariscente… ma ha personalita’ da vendere e la preferisco a molte, moltissime.
        Certo… star dietro al Turista resta dura 😀 ma come moto stradale e’ assai meglio di una sportiva, naked o carenata.

        Io ho due motori due valvole che mi sono rimasti nel cuore.
        Uno era il desmodue della SS600. In famiglia abbiamo avuto anche la SS900 (quella di Terblanche)… ma il piccolo era piu’ divertente. Aveva il kit Gio.ca.moto (leggi Ducati Corse)… frullava… frullava… prendeva gli 11000 giri (bicilindrico 2 valvole raffreddato ad aria!) facile, con una velocita’ sorprendente per il tipo di motore e cavalleria. Uno “scugnizzo”.
        L’ altro era il boxer dell’ Alfa 33 1.5 Quadrifoglio. Uno spasso… acceleravi tipo in terza marcia, lei alzava il muso e faceva stridere i pneumatici per 100 metri. Una bara… ma una bara divertente. Col piffero che i 4v hanno quel tipo di erogazione cosi’ stupidamente irriverente…

        • #19823
          Mastic
          Amministratore del forum

          Certo che le zinne di una ginnasta…
          Tra l’altro non sentivo dire zinne da 27 anni, credo.


          @sec
          , contrariamente a te, io non divido i motori in 2 e 4 valvole. Si, il Ducati 2V lo conosco bene, so quanto valga. Manca un po’ di allungo, ma si impara a cambiare marcia.
          Io divido i motori in albero motore corti e lunghi. Perché quando ho avuto il Suzuki ho scoperto con stupore negativo che non riuscivo a metterlo dentro le curve a schiaffo come facevo con i Ducati. E alla fine il problema è che non sono mai stato abituato a guidare un 4 in linea. Che oltre tutto gira molto alto e quindi ha una conservazione della quantità di moto superiore.
          Difetto mio, perché il mondo è pieno di piloti ben più veloci di me con motori 4 in linea. Però dal Suzukone sono tornato al motore a V.
          Poi, per strada questa cosa non si sente eh… ma ho scoperto che preferisco proprio i motori a V

        • #19829
          sec
          Partecipante

          Beh, mi pareva che “zinna” fosse un termine dalla potenziale carica umoristica piu’ alta! 😀

          Bello, hai ragione. Albero lungo ed albero corto… anche questo e’ un bel modo di caratterizzare un motore. Il 4 in linea dei vantaggi in moto li ha: butta tutto il peso in avanti e carica meglio l’ anteriore. Non e’ un caso che la M1 (ed ora anche la Suzuki) siano considerate le moto piu’ “guidabili”. Avrebbe anche il vantaggio che e’ piu’ bilanciato … ma di quello se ne fregano un po’ tutti perche’ in parte lo sbilanciano sfasandolo, per ottenere un’ erogazione piu’ morbida. Vedi Yamaha con i crossplane, che non e’ soluzione recente perche’ il vecchio TRX850 – che pero’ era due in linea – gia’ usava questo tipo di motore per cercare di somigliare al carattere dei Ducati V2. Oggi la Yamaha usa il crossplane pure sul 700 della Tenere/MT07 e credo anche l’ Aprilia RS660 sia tale. Non so di altri ma potrebbero essercene…
          Pero’ hai ragione tu: al di la di alcuni vantaggi, l’ albero lungo in moto E’ un problema. Credo che nei modelli agonistici, che sono piu’ estremi e vengono usati in condizioni piu’ estreme, risolvono parte del problema facendo girare l’ albero al contrario. Nei vecchi due tempi c’era anche un’ altra soluzione: ogni bancata aveva il suo albero ed i due alberi ruotavano in senso opposto.
          … bella la meccanica, neh? 😛

    • #19837
      Mastic
      Amministratore del forum

      La meccanica è bellissima. Però guarda che far girare l’albero al contrario risolve altri problemi secondo me, ma non quello che dico io. Quello che dico io è legato unicamente all’inerzia di un giroscopio e al braccio del giroscopio. l’inerzia, è funzione diretta di massa e velocità (di rotazione), il braccio è la lunghezza dell’albero. A naso, perché fisica I l’ho data appena appena qualche anno fa.
      Però mo ci ho preso il via e chiamo @lukethebike, che già anni fa mi parlava del motore Yamaha, che ha l’albero che gira al contrario (allora non era neanche sicuro).

      P.S. Per me il motore migliore è quello a V anche in MotoGP. Non a caso Honda, che sicuramente ha sviluppato 3-4-5 cilindri a V, in quadrato, in cerchio e a triangolo, alla fine ha scelto il motore a V. E se lo hanno fatto loro, stai tranquillo che è la scelta migliore.
      Perché alcuni altri hanno il 4 in linea? Forse perché è un po’ più facile da progettare e realizzare per chi da tempo fa motori 4 in linea (il primo Yamaha mi sembra avesse una parentela con i motori stradali). E perché progettare, sviluppare e collaudare un motore nuovo da MotoGP e solo per la MotoGP costa un mare di soldi. Ci vogliono tempo e risorse (anche umane). E mi sa che non è proprio così facile

    • #19885
      zio franco
      Partecipante

      Come Renzo sono passato in concessionaria alla prima occasione di libera uscita e mi sono fatto tentare da Renato che venderebbe anche un Guzzi galletto a Marquez

      Poi ho pensato,e questa è una notizia !
      Il mese prossimo finisco di pagare la rifugiata MV,tanto lo so che poi mi prende la malinconia e vado a ricomprarla chissà dove stavolta,ho ancora più di due anni di debito con lo stato,l’848 ha 42mila km o poco più,ma chi me lo fa fare…

      Certo prima o poi se salvo la buccia Renato mi convince,senza insistere più di tanto,quante cazzate potrò fare ancora ?

      • #19886
        Mastic
        Amministratore del forum

        Potrei essere felicissimo di leggerti e felicissimo di quello che scrivi!
        Mi consultasti privatamente per la MV. Ora ti ripeto la stessa cosa pubblicamente: va dove ti porta il cuore. Ovviamente è una moto bellissima, che merita. Anche se non l’ho messa fra le novità del 2021 😉

        Poi però mi racconti come va e come ti ci trovi

    • #19891
      sec
      Partecipante

      uhmmm…. no so, zio.

      Io, alla tua eta’ 😀 … ti vedrei meglio su una cosa cosi’:

      Vespa

       Vespa

      Vespa

      L’ ho beccata qualche tempo fa nei vicoli del Pireo. Che facciamo? Sei interessato? Rintraccio il proprietario? 😀

      Ciao zio…

      • #19902
        zio franco
        Partecipante

        Sec, hai detto un sacco di cose intelligenti

        Ecco,l’anno vecchio l’avevi finito bene, con l’anno nuovo sei tornato allo standard 😉

        • #19904
          sec
          Partecipante

          Hey. Ho un “brand” da difendere. Perdiana!
          😉

Visualizzazione 13 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti