La Desert X….

Visualizzazione 10 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #22191
      sec
      Partecipante

      …va be’… non dico altro altrimenti non mi fermate piu’ 😀 😀 😀

      Che mi piace il passato non e’ un mistero. E’ che mi manca quel mondo dove c’era una marca che produceva NON moto bensi’, che so, “cruiser di alta cilindrata e basse prestazioni, con una sola architettura motoristica ed un sound piu’ famoso di quello di Satchmo”.
      Poi c’erano quelli che facevano moto con le tette dritte. E quelli con le tette moscie. Quelli delle saltafossi. Quelli che facevano bombardoni con motori infiniti, ma non sempre guidabili. E quelli che si divertivano ad inventare architetture fantasiose non tanto perche’ erano migliori… ma per puro sfizio, per far vedere che erano capaci. Poi c’erano quelli che per decenni avevano 5 valvole nelle testate: non servivano a nulla, ma era la LORO soluzione, la loro identita’.

      Adesso tutto fa brodo. Tutti fanno TUTTI i tipi di moto, TUTTE uguali.

      Un tempo si poteva dire:

      – “scusa ma che marca e'”?
      – “Dai, sono quegli italiani che fanno moto da corsa. Quelle bicilindriche, col telaio a tubi”.

      … adesso mi aspetto solo uno scooter elettrico, poi resta spazio solo per caffe’ ed ammazzacaffe’..

    • #22193
      Mastic
      Amministratore del forum

      Ammazza che visione negativa che hai. Ti consiglierei un giretto con una Speed Triple. O anche con una Street Triple RS. Ma poi, io sono intrigato anche dalla Streetfighter. E da un sacco di altre moto.

      La Desert X è una gran bella moto. Mi fa sorridere il fatto che Cagiva e Ducati, che una volta avevano fatto una moto piuttosto leggendaria assieme, oggi abbiano proposto in contemporanea quasi la stessa moto. Solo che la Ducati ha un motore molto simile a quello dell’epoca, mentre la Cagiva ha un 3 cilindri in linea.

      Operazione nostalgia alla grande, cercando di prendere quei clienti che vogliono andare in fuoristrada con più cavalli della Ténéré.

    • #22198
      Fonso
      Partecipante

      Ho visto la bella prestazione ieri pomeriggio alle 16.00
      Da attuale possessore Ducati (che come sapete, sono molto soddisfatto),
      concordo con Mastic, un inseguimento alla Ténéré in ambito premium.
      Insomma bella ma non ha acceso quella emozione…

    • #22199
      sec
      Partecipante

      bella un corno! 😀 😀
      E’ ORRENDA! 😀

      Va be’, modero i negativismi senno’ Mastic mi rimprovera…

      Insomma… sono convinto che i contenuti ci siano. Senza contare che – stando ai dati dichiarati, quindi da verificare – ha almeno UN vantaggio non da poco ovvero il peso, che pare siano riusciti a contenere sui 200kg. Quanto la Tenere e parecchio meglio di tutta la rimanente concorrenza.
      Andra’ bene perche’ le moto le sanno fare e lo sappiamo bene.

      Detto cio’. E’ tutto da dimostrare che vada meglio della Tenere’, che 1) e’ il riferimento della categoria 2) e’ una moto semplice quindi sara’ piu’ affidabile e rompiballe da manutenere 3) e’ Yamaha quindi ci riportiamo al punto 2. 4) costa un terzo di meno.

      Ma il problema a cui mi riferivo non e’ quello perche’ ribadisco che sono sicuro che e’ una ottima moto.
      Il problema e’quello che diceva anche Ric:

      Mi fa sorridere il fatto che Cagiva e Ducati, che una volta avevano fatto una moto piuttosto leggendaria assieme, oggi abbiano proposto in contemporanea quasi la stessa moto.

      La moto leggendaria era Cagiva, con motore Ducati. Non Ducati, non MV.
      Ducati e MV – che hanno un nome pesantemente legato allo sport ed alle corse su asfalto – che si mettono a fare moto da sporco e’ un po’ curioso….
      E’ lo sgancio dalla tradizione che mi da fastidio. E lasciamo perdere pure la tradizione… e’ l’ aspetto “culturale” che mi da fastidio.
      Psicologicamente, se voglio una moto da sporco prendo una KTM che mi pare abbia un “minimo” di esperienza in piu’ su quegli affari.
      Adesso pare che siano diventati tutti bravi a far tutto.
      O, meglio: assumono l’ analista dati di turno, si fanno confezionare un bello studio ad hoc e costui, analizzando i dati di mercato, consiglia di “costruire una moto misto sporco/viaggio, che abbia un nome che contenga una combinazione delle parole Adventure – Desert – Trail con delle X sparpagliate nel mezzo”. Tanto sono quelle le moto che vendono (solo che adesso sul mercato ce ne sono 500 quindi le quote si ridurranno ad una manciata per costruttore).
      E’ questa omologazione che mi da un po’ fastidio. Prima non era cosi’: ognuno faceva SOLO le moto che sapeva fare bene. Poi c’ erano i giappi che scopiazzavano e facevano un po’ di tutto…. ed infatti erano le moto che ti compravi perche’ eri sicuro che andavano bene e costavano meno di BMW/DUCATI/HARLEY etc. Solo che avevano un quarto del fascino. Ecco: adesso TUTTE hanno un quarto del fascino.

      Ma quel giro sulle S. Triple me lo faccio volentieri… 😀 😀 😀

    • #22201
      albertopape
      Partecipante

      Sono d’accordissimo su tutto quello che dice Sec,tranne che sia una brutta moto!Poi bisognerà vedere cosa costa,pesi prestazioni ecc..
      Anche Ducati dopo Harley si è “abbassata” a fare moto da off,che poi basta vedere quanti vanno fuori da’asfalto con moto da 250kg e 25k euri,anche Honda era partita bene con la nuova Africa che costava il giusto,non aveva una grande elettronica e pesava sui 2 quintali.
      Forse,forse senza forse,il mercato vuole questo.Non mi interessa cosa costa e quanto pesa,voglio la moto prestazionale che ipoteticamente mi porti ovunque,anche alla Dakar!

    • #22202
      albertopape
      Partecipante

      tassello monello
      qui ne parlano dettagliatamente

    • #22204
      Anto
      Moderatore

      Per quanto bisogna farsela piacere perché è una Ducati, sinceramente non ce lo vedo questo genere di moto fatte per sporcarsi, ancora ancora la Scrambler Desert Sled -finto SUV- per me le Ducati sono fatte per andare solo su asfalto.
      Certo la Tenerè rimarrà il riferimento assoluto e sarà difficile fare meglio di lei

    • #22205
      Fonso
      Partecipante

      Grazie Anto.
      null

    • #22206
      sec
      Partecipante

      beh, Fonso/Muttley… in gran parte e’ vero che le Ducati nascono per essere sempre pulite, impomatate e vestite per l’ occorrenza… 😀 😀

      Spariamo due sciocchezze:
      In effetti… adesso che Anto l’ ha menzionata …. la Desert X pare proprio essere una Scrambler con le ruote/sospensioni ritoccate ed un nuovo vestito. Certo, non e’ poco e di fatto avra’ tutta un’ altra personalita’… ma il nocciolo della moto sembra proprio quello, telaio e forcellone sembrano proprio gli stessi.
      Una delle notevoli particolarita’ della Tenere’ e’ proprio il forcellone, che porta all’ estremo un caposaldo della cultura dello zozzo ovvero il punto di aggancio al telaio molto alto (e lunghezza > infinito). Quello Ducati mi sembra proprio un forcellone “stradale”.

      La sensazione e’ che la Desert X – che per inciso ribadisco sara’ un’ ottima moto – punti dritto dritto alla Africa Twin, ovvero una turistica ma ottimamente equipaggiata per l’ off road. Perche’ il peso e’ basso… ma dichiarato a secco, quindi coi liquidi/batteria si tornera’ ai soliti 220+.
      Infatti concordo con Alberto (lui ci sa andare sullo sporco con 250kg di BMW quindi se dice quello che dice, sa cosa dice —- :O —- cosa sto dicendo??? 😀 ).
      Difficile, ma proprio difficile che per il “fuoristrada turistico” si fara’ meglio della Tenere’ (perche’ per lo specialistico pure lei non e’ ‘sta cosa formidabile….).
      Se non altro perche’ costa meno, quindi si hanno meno remore ad inzozzarla ed ad ammaccarla con ripetute cadute.
      A proposito:

      2) e’ una moto semplice quindi sara’ piu’ affidabile e rompiballe da manutenere

      si capiva che era: “piu’ affidabile e MENO rompiballe da manutenere”, no?

      Pure l’ elettronica… ormai in Ducati mettono il controllo di trazione pure nei prodotti di merchandising, pure nelle T-shirt, e cercano di venderlo come cosa positiva. Il controllo di trazione, sullo zozzo, non lo devi “impostare”: LO DEVI SPEGNERE, DIAMINE! 😀

      La cosa simpatica e’ che poco tempo fa Claudio ci aveva riportato il risultato della comparativa off road in cui la Multistrada era risultata REGINA, distruggendo moto apparentemente piu’ specialistiche come la sua Africa. Beh… ovvio che noi non avevamo abboccato… ma a quanto pare non hanno abboccato neanche in Ducati, altrimenti non si spiega l’ esistenza della Desert! 😀 😀 😀

      Comunque, al di la di interpretazioni e qualche scherzo, resta una roba interessante eh! Anche come permutazione di una Scrambler… 😀
      Pero’ e’ BBRRRRRUUUUUUTTTAAAAA!! Sembra una Honda AX-1… solo che e’ tutta spigoli e tagli, come un Lego.
      In genere le moto si disegnano con la matita, poi si rifiniscono al CAD.
      Questa l’ hanno disegnata direttamente con la FALCE, ricavata dal pieno di un blocco di plastica!
      😀 😀 😀

      Oppure si sono ispirati a questo:

      f-117

      😀

      (mamma mia che CESSO di aereo… se c’e’ una cosa bella sono i caccia, sono sempre stupendi. Tranne LUI!)

    • #22207
      Fonso
      Partecipante

      ..infatti gli amici mi prendono in giro perché la mia è sempre pulita 🙂 🙂 🙂
      adesso a maggior ragione! :):)
      scherzi e ironia, che non guasta mai, a parte, stavo pensando a quanti sondaggi
      sono stati fatti da Ducati prima di lanciare la X
      Considerati gli investimenti, il momento e tutte le “Teste” che han lavorato su questo
      progetto, credo si aspettino un buon ritorno dal mercato.
      Vista come è andata con il V4 penso che comunque l’obiettivo lo centrino.
      Adesso dobbiamo aspettarci una Inglesina in spirito Dakar…..?

    • #22222
      cla_lo
      Partecipante

      Sec scrive: “poco tempo fa Claudio ci aveva riportato il risultato della comparativa off road in cui la Multistrada era risultata REGINA, distruggendo moto apparentemente piu’ specialistiche come la sua Africa. Beh… ovvio che noi non avevamo abboccato… ma a quanto pare non hanno abboccato neanche in Ducati, altrimenti non si spiega l’ esistenza della Desert!”
      A parte che ben sei tester di Motociclismo hanno proclamato con acclamazione la Multi V4 al primo posto anche in off-road mi sembra logico che Ducati voglia ribadire la sua presenza in questo settore che, è già abbastanza affollato. Perchè lo è? Le risposte possono essere tante. A me fa piacere sapere che la mia moto possa andare dovunque (il giorno che deciderò di porre termine al mio viaggio terreno ce la porterò anch’io). La comodità che garantiscono le sospensioni lunghe e le ruote grandi la trovo un plus assoluto. L’assetto di guida mi ha permesso anche con il braccio destro fuori uso causa operazione e lunga riabilitazione di tornare a guidare senza problemi. E tutto questo senza rinunciare ai viaggi veloci nè alla maneggevolezza in curva. Infatti ormai i 100 cv sono alla portata di tutte le moto, ma anche 80 possono bastare nel misto e in autostrada come fai ad andare a più di 140?. La differenza la fa chi guida. Quindi ha fatto bene Ducati visto anche l’insuccesso della Desert sled. Ovviamente la mia Africa Twin resta il top sia per estetica che per il cambio Dct

Visualizzazione 10 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.