Considerazioni dopo le elezioni politiche del 2022

Home Forum Motoskills – Forum Motoskills – Parliamo d’altro? Considerazioni dopo le elezioni politiche del 2022

Visualizzazione 17 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #24221
      Mastic
      Amministratore del forum

      Le elezioni sono fatte, i risultati sono chiari. Ora parleranno i vincitori, ed è inutile aggiungere altro.
      Certo, i leader dei 3 partiti principali dello schieramento vincitore, hanno tutti e tre violato il silenzio elettorale, dando un’idea chiara del loro rispetto delle regole. Ma è inutile farlo notare oggi. Avranno 5 anni per essere al centro dell’attenzione ed essere giudicati.

      Mi scappa invece una riflessione fatta ieri mattina, quando sono andato a votare.
      C’era una fila lunghissima, sono stato oltre un’ora in attesa.
      Ho visto gente che studiava i manifesti con le formazioni che si presentavano che interpretava le coalizioni leggendo il manifesto in verticale, piuttosto che in orizzontale. Mi spiego meglio?
      Sulla riga orizzontale si leggevano ad esempio FDI, Lega, Forza Italia e Noi Moderati. 4 partiti che si presentavano assieme. In un’altra riga si leggevano PD, Sinistra Italiana e Verdi etc. Siccome VERTICALMENTE il PD era sopra FDI (vado a memoria), un tizio ha chiesto se votando FDI si votava anche il PD.
      Significa non avere la minima idea di cosa siano quei partiti e cosa rappresentino.

      Ho visto una persona chiacchierare con la moglie e chiedersi cosa votare. “Vita! A me piace la vita, si! Però qui c’è questo tizio, aspetta, l’ho visto in TV, quasi quasi voto questo (Paragone)”.

      Alla stessa persona, che non sapeva dove fare la X, ho spiegato come si votava, azzardandomi a dire che non era possibile il voto disgiunto (mannaggia a me!).

      Allora. C’era la fila, quindi non parlerei di odio per la politica. Però parlo di ignoranza e disinformazione.
      Colpa del fatto che ormai ci si informa sui social piuttosto che su canali più ufficiali? Colpa dell’asteroide, che ancora non ci ha centrato?
      Però è stato francamente deprimente. E avrei voluto dire: ma perché siete venuti a votare? Non potevate rimanere a casa? E non lo dico per il risultato elettorale (che chi mi conosce sa che non mi soddisfa affatto), ma perché vorrei dei concittadini che fanno una scelta politica informata e consapevole.
      Da giornalista mi sembra un fallimento

    • #24241
      cyrano
      Partecipante

      … imho questo paese sta avendo da decenni un imbarbarimento civile e culturale, i motivi sono molteplici e complessi ma la sostanza non cambia.

      … per usare un eufemismo, visto siamo messi, il suffragio universale è ampiamente sopravvalutato, fino a pochi anni fa mai avrei immaginato di scrivere una cosa del genere … ma tant’è.

      Sempre Vostro

      Cyrano

    • #24242
      zio franco
      Partecipante

      1/3 degli aventi diritto non è andato,sono 17 milioni su 51

      Speravo nella generazione Fridays for future,speravo nella generazione nipoti dei partigiani,speravamo nell’orgoglio di una costituzione scritta e votata da 458 su 520

      E niente,ha scelto il popolo anche grazie alla stessa
      Ora testa bassa a lavorare,anche stavolta si vince la prossima

    • #24243
      cla_lo
      Partecipante

      La democrazia è faticosa. Bisogna informarsi, riflettere, prendersi delle responsabilità…. Ci sono tanti impegni, distrazioni, stimoli più attraenti. Le questioni politiche, invece, sono noiose e complicate. Purtroppo è così e tanti finiscono per votare “a naso”, per simpatia o antipatia o seguendo vaghi impulsi che provengono dalla loro vita quotidiana. Condivido l’amarezza di Riccardo. Che dobbiamo fare? Abbiamo alternative? Una ci sarebbe: affidarsi al gruppo dominante (come in Russia) e sottomettersi. Dopo penseranno loro a tutto
      ps: comunque in una democrazia bastano minoranze a tener viva l’attenzione e a decidere; in fin dei conti anche la nostra prossima presidentessa del Consiglio è stata votata da una minoranza di italiani (il 26% del 64% di votanti sul 100% di aventi diritto)

    • #24244
      topomotogsx
      Partecipante

      Anche stavolta ha vinto, crescendo, il partito degli astensionisti. Come mai?
      Ho visto, come mai prima, una campagna elettorale che, su TUTTI i fronti, è stata incentrata più sull’infangamento degli avversari piuttosto che sulle proprie proposte più o meno valide.
      Sempre più in auge la pessima moda di affossare gli altri per la propria incapacità di emergere.
      Ovvio che parte degli elettori cadono nello scoramento e si scollino dalle istituzioni, io per primo.
      Anche se a votare ci vado sempre (ho saltato solo un turno ad un ballottaggio per l’elezione del sindaco del mio comune di residenza, nel 2016, perché ero in viaggio per Nordkapp), ho sempre meno voglia di invecchiare in questo Paese, tanto che sono sempre più convinto che la mossa migliore sia abbandonarlo non appena mi permetteranno di andare in pensione. Non vedo margini di miglioramento futuro per questo Paese, non esiste più una classe politica in grado di guidare lo Stato verso un risanamento economico e morale. Sono pessimista? Di solito no, ma se si parla di Italia, del suo futuro, non riesco a pensare positivo, non trovo argomenti validi e sufficientemente forti per riuscirci.

    • #24245
      Bobpezzadoo
      Partecipante

      io cerco sempre di non parlare mai di politica, credo che il problema più grande sia nell’informazione, io premetto che ho votato e chi ho votato non è arrivato all’1%, come sempre del resto.
      L’informazione ha spinto chi ha voluto in campagna elettorale, e così abbiamo avuto fino ad oggi una lode continua a Draghi, mentre le urne lo hanno bocciato sonoramente, quindi era logico che avrebbe vinto chi aveva o fatto finta di non appoggiare il governo dei migliori.
      La storia ci insegna che chiunque vinca a fine legislatura ci arriva il partito democratico al governo.
      L’informazione ha tenuto segreto anche un dato importantissimo, il numero dei non vaccinati, solo repubblica a due settimane dal voto ha rivelato che uno su quattro non aveva iniziato o completato il ciclo vaccinale, 15 milioni di persone che avrebbero potuto far si che si superassero le differenze palesate tra varie forze politiche presentandosi unite. Un discorso non da poco perchè si poteva avere un partito con percentuali a due cifre.
      Mai come quest’anno ci si è domandato quali fossero le intenzioni di chi presentava la propria candidatura, e questo è l’unico segno di speranza della tornata elettorale, così facendo persone secondo me impresentabili per incoerenza come il ministro degli esteri anche se in collegi superblindati, sono stati sonoramente battuti ed estromessi dal Parlamento, altro caso quella che ha il cane con 24 mila euro nella cuccia, messi dagli operai che avevano fatto i lavori tempo prima………… Non so se conoscete ditte di edilizia che lasciano soldi dai cani, io ne ho due e mi piacerebbe molto ristrutturare.

      C’è da augurarsi davvero che la Meloni faccia un buon lavoro, soprattutto per noi, però come ho sempre detto: chiunque vinca i creditori rimangono i soliti.

    • #24247
      Mastic
      Amministratore del forum

      Il discorso sull’informazione è lungo e delicato. Non so neanche se addentrarmici. Ovviamente secondo me chi vuole avere le notizie e i numeri può averli. O attingendo direttamente sui siti ufficiali o attingendo da chi cita le fonti di ciò che scrive.
      Però questo è poco importante, perché ormai ci si informa attraverso i social e non attraverso i giornali o le TV. E io che mi pago un paio di abbonamenti e leggo notiziari stranieri, capisco di essere una mosca bianca.

      Però sarebbe importante che le persone capissero che non si vota con la pancia. E che il voto è importante.
      Perché, pur avendo forti critiche per tutti i partiti che si presentavano, personalmente sono convintissimo che NON FOSSERO TUTTI UGUALI. E che molto sarebbe cambiato votando uno piuttosto che l’altro.

      Il voto dovrebbe essere ragionato. Dovremmo perdere tempo a informarci. A capire le ragioni degli uni e degli altri. Non votare chi ci ispira fiducia a pelle. Dovremmo valutare le ricadute di un voto. E il discorso si allargherebbe molto.

    • #24248
      ICE2000
      Partecipante

      tengo un tono di analisi su temi generali, senza scendere nei particolari/particolarismi
      in america, che viene SPACCIATA come la piu’ grande democrazia del mondo, l’affluenza alle urne per le presidenziali è attorno al 50-60%. per quelle di metà mandata pure piu’ bassa. l’ultima elezione tra Trump e biden ha segnato un netto aumento.
      il ns paese, attraverso il suo elettorato sta prendendo quella pericola china: se ci sono meno voci, se si restringe il numero chi deve giudicare l’operato della classe politica, la base è piu’ facilmente controllabile/indirizzabile.
      Nel 2022, non poter far votare i fuorisede non è una roba stupida, è una condotta antidemocratica.
      Altro problema secondo me è il sistema elettorale: credo che siamo l’unica democrazia al mondo che cambia sistema elettorale ad ogni tornata. l’unico problema che vogliono risolvere i partiti di governo e come fare per restare al governo. del resto interessa poco o niente.
      ci manca la visione a lungo termine, non puo’ essere che si passi mezza legislatura a distruggere cio’ che si è fatto prima.
      ultimo ma non ultimo il modo indegno con cui i mezzi d’informazione raccontato cio’ che succede. non c’è analisi, non c’è profondità e approfondimento.
      ora vediamo cosa combina la giorgia, che non si puo’ certo fregiare del mio voto, che puo’ contare su ampie maggioranze delle 2 camere, senza avere la necessità di andare sempre via con una scarpa ed una ciabatta come abbiamo fatto da neppure piu’ so da quante legislature.

      • #24250
        Mastic
        Amministratore del forum

        Sai che su Rainews (vedo quella di solito) non ho visto commenti fatti male alla tornata elettorale? Mi sembra sia stata raccontata e approfondita bene.

        Quanto al discorso che si passi mezza legislatura a distruggere ciò che è stato fatto prima, confesso che lo vedo come una cosa normale, tanto siano antitetici i due schieramenti. È anche una cosa che mi fa incazzare, perché evidentemente qualcuno fa errori veramente grossolani.

        A parte questo, c’è un problema irrisolvibile. Per risanare l’Italia serve un progetto di lungo termine, che vada oltre i 5 anni del mandato governativo. Un progetto sgradevole, che porterebbe sicuramente alla non rielezione. Chi mai potrà farlo? A parte qualche tecnico che non mira a tornare sulla poltrona perché ha già un lavoro, chi altro lo farebbe mai? Infatti non lo fa nessuno

        • #24257
          zio franco
          Partecipante

          un progetto di lungo termine, che vada oltre i 5 anni del mandato governativo. Un progetto sgradevole, che porterebbe sicuramente alla non rielezione

          Anfatti,non è per caso che ho riportato questo

          una costituzione scritta e votata da 458 su 520

          Se personalizzi partiti e movimenti,se parliamo anche noi di tizio e di caio,invece di progetti e piani di lavoro,se le vignette sono con i personaggi piuttosto chessò sulla guerra,l’energia,i trasporti,l’ambiente….cosa si può aspettare,che ciascuno dei personaggi faccia il proprio interesse e quello dei suoi amici

          Si sono demonizzati i partiti,quelli dove si studiava,addirittura esisteva il “governo ombra” che si preparava all’opposizione per fare meglio,non per distruggere come dicevate sopra,ma per fare meglio,e all’opposizione è facile,vedrete !

          458 su 520 hanno scritto la costituzione,l’opera omnia della politica,eppure l’hanno partorita tutti insieme
          Sembra fantascienza oggi,eppure era il più grande progetto di lungo termine di tutti i tempi

          ps
          Impariamo a parlarne di questi argomenti,fa bene anche se siamo diversi,si può fare

    • #24251
      Carota
      Partecipante

      Bello sto post … bello quello che avete scritto … pure io avrei preferito morì prima, tanto per chiarire … però non andiamo a cercare spiegazioni inutili.
      Alla gente non gliene frega un cazzo e come già successo più volte, Trump e Johnson insegnano (ma pure Conte), quelli che sono motivati vanno a votare e vincono.
      E’ triste ma è così.
      Ed è la cosa peggiore.
      Non si può non decidere … non si può non andare a votare …
      Una persona mi ha confessato di essere restato a casa a fare il tifo affinché non si raggiungesse il 50% degli aventi diritto così non si sarebbe raggiunto il quorum … è italiano, lavora ed ha pure un figlio. Dovrei aggiungere una bestemmia, fate conto che l’ho scritta, a lui l’ho detta.

    • #24252
      Carota
      Partecipante

      Oggi ho dato un’occhiata ad una analisi del voto … il 27% delle donne che è andata a votare ha scelto FdI!
      Donne … probabilmente solo perché la Meloni è donna … e l’aborto … e le coppie omosessuali … e le pari opportunità …
      Me la fate mettere la bestemmia?

      • #24254
        Mastic
        Amministratore del forum

        Già… 🙁

    • #24253
      ICE2000
      Partecipante

      uno dei commenti politici piu’ azzeccati che ho visto è cosi’ riassumibile

      letta ha dichiarato che farà da traghettatore e non si torna a candidare alla segreteria.
      matteo vuole stare saldo al suo posto.

    • #24256
      Mastic
      Amministratore del forum

      A proposito di informazione, quest’anno invece delle tribune politiche, i politici sono andati a Porta a porta.
      Il sito lavoce.info si è preso la briga di fare il fact-checking delle loro dichiarazioni.
      Vi anticipo che non c’è Giorgia Meloni, perché ha parlato di argomenti e cifre non verificabili. Ci sono però gli altri.
      E si nota come, a parte Letta e (in parte) Calenda, tutti gli altri hanno detto BUGIE. BUGIE! Numeri falsi.

      Diciamo che quei personaggi incorrono regolarmente in “sviste” di questo tipo. E di fact-checking che li riguardano ne ho letti diversi. Quindi, insomma… si sa…

      Per chi fosse interessato, questo il link

      Il fact-checking sulle dichiarazioni dei politici a Porta a Porta

    • #24258
      Stefano.gr
      Partecipante

      Qualche considerazione in ordine sparso.

      Faccio parte di quel 36% di persone deluse ed incazzate , non voto neanche se mi pagano !!!

      Invece , qualcuno che viene pagato per votare c’è. Ad oggi , possiamo dare un significato al claim “uno vale uno” , nel senso che ogni percettore del reddito di nullafacenza ha espresso (almeno) un voto per i cinque stelle.

      Il cazzaro verde con quota 41 ha raccolto meno di quanto si aspettava , evidentemente il bacino di prostituzione al quale ha cercato di attingere non è poi cosi ampio come pensasse. Avrebbe fatto meglio a farsi fare due conti dall’INPS sui potenziali “clienti” di quota 41.

      Giorgia , per quanto strilla la vedrei molto bene in un mercato rionale qui di Roma , giacché lei stessa s’è presentata con due meloni , insomma una fruttivendola nata !!!

      Nel frattempo ieri ho richiesto l’elemosina di 200 euro per le partite iva , è di 350 se hai il reddito sotto i 20000 euro. Ve lo devo dire che gran parte dei miei colleghi prenderanno 350 euro , anche in questo caso , mi appunto sul petto la medaglia del coglione , su Amazon ne ho acquistate per tutte le occasioni.

      Stiamo per essere schiacciati dalle bollette e questi che fanno ? cazzeggiano !!! Ma ci rendiamo conto dell’effetto domino che il costo dell’energia sta innescando ? Al confronto la pandemia è stata una carezza !!!

      E comunque

      Sulla riga orizzontale si leggevano ad esempio FDI, Lega, Forza Italia e Noi Moderati. 4 partiti che si presentavano assieme. In un’altra riga si leggevano PD, Sinistra Italiana e Verdi etc. Siccome VERTICALMENTE il PD era sopra FDI (vado a memoria), un tizio ha chiesto se votando FDI si votava anche il PD.
      Significa non avere la minima idea di cosa siano quei partiti e cosa rappresentino.

      questa è la chiara dimostrazione che abbiamo quello che ci meritiamo , un popolo mediocre con una classe politica mediocre.

    • #24260
      Mastic
      Amministratore del forum

      Io mi ero limitato a una valutazione sugli elettori, e a un generico “non sono tutti uguali”. Stefano entra nel merito, ponendo temi importanti. Lo conosco personalmente, so sia quanto sia preparato nel suo lavoro sia quanto lavori. Eppure non gode del benessere economico e della tranquillità meritate.
      Il suo grido è forte e generalizzato. Nel senso che non è l’unico a lanciarlo.

      Però debbo anche dire che non credo Draghi potesse fare di meglio. La situazione di fortissima tensione sui prezzi oggi ha un’origine che va oltre i confini nazionali. Anche oltre quelli europei. Ci sono una serie di meccanismi che hanno innescato la tempesta perfetta.
      L’Italia di certo è messa malissimo. Per una serie di errori accumulati negli anni. Da tanto, tantissimo tempo.
      Un esempio è l’approvvigionamento dell’energia elettrica. Il referendum post Chernobyl è stato disastroso. Oggi compriamo l’energia dai paesi confinanti (che la producono con le centrali).
      Non abbiamo più un’industria petrolifera, stiamo chiudendo le raffinerie. E questo pure ci rende vulnerabili. Ed esposti agli aumenti stabiliti da altri.
      Si potrebbe andare avanti a lungo, purtroppo.

      Su questo c’è -secondo me- una strategia europea fallimentare nella gestione della guerra Russia-Ucraina. L’Europa forse poteva muoversi in maniera differente. Perché ora arriva l’inverno, e Putin ci tiene per le palle. E gli americani non aiutano affatto. I loro interessi sono diversi dai nostri.

      Ecco, siamo in una tempesta perfetta. E non invidio affatto Meloni&Co, che usciranno con le ossa rotte sia perché sono incapaci e demagoghi (l’ho detto), sia perché sarebbe impossibile uscirne bene in questo momento.

      Un piccolo esempio di vita quotidiana?
      Devo comprare il combustibile per una stufa. Lo scorso anno 20 litri li pagavo 55 euro al negozio. Oggi il negoziante mi dice che non tratta più quel prodotto perché costa troppo e non riuscirebbe a venderlo.
      Ieri lo trovo su Amazon a 77 euro, il tempo di verificare con altri 2 commercianti che conosco, questa mattina torno sul portale per fare l’ordine e oggi costa 88 euro. Lo stesso prodotto.
      Idem con il pellet, che molti commercianti non trattano più.
      E con altri prodotti. Vediamo gli aumenti giorno per giorno anche sui grandi portali come Amazon, che hanno il vantaggio delle scorte e dei grandissimi numeri che fanno girare.
      Sta succedendo un casino. E non possiamo farci nulla

    • #24261
      MT
      Partecipante

      AAAAAA
      cercasi scafista, zona basso Adriatico per fuga in Albania
      si accettano compagni di viaggio per condivisione spese

    • #24262
      MT
      Partecipante

      quello che mi fa rabbia è che gli eletti si vantano delle percentuali ottenute sui votanti.
      CI HA ELETTO IL POPOLO
      dovrebbero, se fossero persone serie, ricalcolare tali percentuali sugli aventi diritto di voto.
      chi prende chessò il 25% dei voti, con il 60% dei votanti, ha avuto solo il 15% dei consensi,
      non mi sembra che il popolo gli abbia chiesto di rappresentarli

    • #24263
      sec
      Partecipante

      …. si ragazzi, vabbe’…. lo so che mal comune NON e’ mezzo gaudio… ma tutti gli altri non e’ che stanno messi meglio di noi italiani.
      E poi si, sono d’ accordo che non tutti sono uguali ed anche io sono assolutamente deluso dall’ ampiamente atteso risultato…. pero’ le opportunita’ per far bene… benino…. per far qualcosa (!!) le hanno avute tutti. E le hanno sprecate.
      Sinceramente ho perso la speranza. Ribadisco: non solo in Italia. Passi per gli Orban, i Boris Johnson ed i Trump…. qui i FINLANDESI, persone notoriamente serie, si sono ritrovati con una pischelletta che “si diverte” a fare la splendida ai parties.

      Ma di cosa stiamo parlando?
      La politica dovrebbe essere sinonimo di saggezza, visione, genio, inventiva, giustizia, equita’.

      No, vabbe’…. parliamo di moto, dai. Meglio ancora se di tette. Scusate lo scazzo.

      • #24264
        Mastic
        Amministratore del forum

        Sec scrisse:

        i FINLANDESI, persone notoriamente serie, si sono ritrovati con una pischelletta che “si diverte” a fare la splendida ai parties.

        Maddai Sec! Chiunque continua a vivere anche quando fa politica. Quella c’ha 36 anni, cosa dovrebbe fare, chiudersi in convento? In fin dei conti ha solo ballato. Soprattutto, non ha mescolato la sua vita pubblica con la vita privata. I filmini che girano sembra siano stati “rubati” dai telefoni degli amici che erano con lei. Ha fatto il test antidroga ed è uscita negativa. Boh, non vedo il problema, se non nel fatto che “qualcuno” ha cercato molto di screditarla.

        Sul resto concorderei assai con te. Quanto al parlare di moto, ti confesso che per una volta sono contento di leggere i vostri interventi su questa discussione. State tutti aggiungendo qualcosa

        • #24265
          sec
          Partecipante

          party con lesbiche a tette nude? noooooooooooooo. Non credere sia bacchettone….. ma certe cose devono restare fuori dalla politica. Altrimenti ci tocca sdoganare pure il bunga bunga.

          Ma non e’ quello il problema. E’ che e’ una pischelletta. ‘azzo vuoi che ne capisca di politica… o di vita? A me non piace questa ondata di politici giovani, belli e moderni. Tutta gente pilotata. Lei, Trudeau, Sanchez…. Kurz (che si e’ suicidato alla faccia del fatto che gli austriaci sono gente integra a differenza dei meridionali)… bleah…. non mi fido. E’ apparenza, moda.
          Non dico che il politico dovrebbe necessariamente essere quello ritratto da Platone in “politeia”… ma neanche se ne dovrebbe allontanare troppo. E non dovrebbe fare i festini a tette nude.

        • #24266
          Mastic
          Amministratore del forum

          Il Bunga bunga è stato ben altra cosa, non comparabile direi.
          L’età non credo sia una discriminante per capire se un politico vale o meno. Trudeau ogni volta che ho letto qualcosa di lui mi è piaciuto. Magari se lo seguissi con più attenzione scoprirei dettagli meno edificanti, ma finora m’è sempre piaciuto.
          La Marin confesso che l’ho conosciuta solo ora che i russi hanno hackerato i telefoni dei suoi amici e hanno diffuso i filmati. Fino ad allora era un’illustre sconosciuta per me. Ha partecipato a delle feste private, fuori da palazzi istituzionali e lontano dal suo desk di lavoro? Sembrerebbe anche che quella gente lei poteva non conoscerla. Ma, francamente, tutti nel suo paese, compreso il presidente, hanno detto che non ha minimamente messo in discussione la sicurezza nazionale. ha pure fatto un test antidroga (lo avevo già scritto, lo so). Boh.

          Per me la discriminante per fare il politico è quella di aver studiato. Primo bisogna essere formati. Secondo, bisogna aver fatto la scuola politica. Bisogna avere un’esperienza che parte dal basso. La politica è un mestiere, e non va presa sottogamba. E non funziona one man show. Bisogna affidarsi ai propri tecnici per operare, per valutare, per decidere. Ecco, i tecnici che conoscevo al Ministero dei Trasporti mi dicevano sempre che le loro valutazioni non erano minimamente prese in considerazione da politici intestarditi a fare qualcosa.
          Ma sono andato OT e mi fermo qui

        • #24268
          sec
          Partecipante

          Bisogna avere un’esperienza che parte dal basso.

          e’ esattamente questo il punto. Esperienza, quella che i giovani non possono avere.
          Dai… non metto in dubbio che un giovane di talento possa costruire per se e per gli altri un gran futuro. Ma deve passare per la gavetta e fare esperienza, ci vogliono anni, specialmente in un mestiere duro come la politica che e’ una combinazione di conoscenze tecniche, arti diplomatiche e caratteristiche personali che rendono estremamente difficile il poter farsi strada. Puoi essere il miglior talento.. ma senza essere introdotti dalle persone giuste carriera non la fai. E per essere introdotto dalle persone giuste… devi essere come loro, che spesso vuol dire che sei troppo tendente al compromesso e poco ad una vera, positiva spinta in avanti del sistema. E’ un bran bordello, non se ne esce.
          Trudeau piace anche a me come persona. Pure Sanchez. Ma da li a considerarli persone che hanno lasciato un segno…
          Perche’ e’ quello il problema: il segno non lo lascia piu’ nessuno. Tutti allineati, poca fantasia, poca volonta’ di risolverli per davvero i problemi.
          Ci si attiene alla mentalita’ diffusa… alla linea comune… e si va avanti. Scompaiono le ideologie ed i disegni di ampio respiro e tutti li’ sullo stesso motivo, semplicemente a limare la percentualina ed ad aggiustare decimali di tassi, imposte, prezzi…
          Non esiste piu’ la Politica. E la colpa e’ dei politici. Il pesce puzza dalla testa.

          E si’ che ci sono fior di intellettuali o economisti di primo piano che puntano il dito, mica solo cazzoni come noi…. eppure sono voci che si perdono nel vento. Come se le menti davvero brillanti non avessero piu’ diritto alla parola. Ed una societa’ che ignora le sue voci piu’ autorevoli e’ destinata al disastro.
          No.. secondo me non ci servono i modelli prestati alla politica. Ci serve gente con un cervello adatto a disegnare strade alternative. Perche’ questa – adottata all’ unanimita’ da tutti – semplicemente non funziona. Guardate il declino pluriennale: servono altre prove?

    • #24267
      cla_lo
      Partecipante

      Quanto malumore! Il mondo ideale non esiste. In quello reale ci sono il bianco, il nero e tante sfumature e pure noi, presi uno per uno, non siamo perfetti. Vediamo di individuare i rappresentanti più capaci, ma se poi arrivano milioni di elettori che votano quelli meno capaci che possiamo fare? Come ho già scritto la democrazia è faticosa e, come disse uno tanti anni fa, è il peggior sistema politico …. tranne tutti gli altri. Comunque contribuisco anch’io: la situazione è disastrosa perchè nel passato non abbiamo costruito le basi giuste e tutti i problemi che ci bloccano oggi hanno una lunga storia. Come se ne esce? Boh

Visualizzazione 17 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.