Caldo e sicurezza

Visualizzazione 8 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #21037
      cla_lo
      Partecipante

      Fa caldo e ogni giorno il dilemma è: mi proteggo e soffro o mi scopro e rischio?
      Molti, direi la maggioranza, hanno risolto scegliendo la seconda opzione e sulle due ruote vanno in maglietta, pantaloni corti e sandali. In scooter quasi tutti. In moto un pò meno, ma sono sempre tanti.
      Tutti sappiamo che una semplice scivolata sull’asfalto senza protezioni può fare molto male eppure la maggioranza non si protegge. Io non ho dubbi: in moto ci si protegge e i medici che hanno fatto un pò di Pronto soccorso confermano. Però il caldo opprime e ripropone la scelta. Per quello che ne so se ci si vuole proteggere un pò bisogna soffrire e non c’è traforato che tenga perchè poi il paraschiena ci vuole e così i pantaloni lunghi rinforzati, per non parlare di casco e guanti. Voi che ne dite?

    • #21040
      MT
      Partecipante

      direi che un giubbotto ben ventilato, ho ripristinato il mio vecchio arlen ness in rete, risolve la quasi totalità del problema
      spesso svestirsi troppo è anche peggio, a basse velocità, più del sole è il motore a scaldare

      si può sempre optare per l armatura da cross senza giubbotto

      • Questa risposta è stata modificata 4 settimane fa da MT.
    • #21042
      cla_lo
      Partecipante

      Il traforato ce l’ho già, ma andrò a vedere se il mercato offre di meglio

    • #21046
      Mastic
      Amministratore del forum

      Io sono un convintissimo utilizzatore del traforato di qualità.
      Sono convinto che appena la moto si mette in movimento, grazie all’evaporazione indotta del sudore dalla pelle, ci porti via molto calore dal corpo. Svestiti si sente più caldo. E ci si scotta con il sole.

      Però il traforato deve essere buono. E ben studiato.
      Ho appena ricevuto il nuovo abbigliamento Alpinestars. Il nuovo traforato è pesante. Ha molte parti in tessuto spesso. Eppure, appena ci si muove è fresco. Inaspettatamente fresco. Pur rimanendo protettivo. Mi hanno stupito con questo prodotto.

      C’è il paraschiena? Si, vero. Anche quello ha una struttura che comunque riduce le aree di contatto con la nostra schiena. E, alla fine, si sta bene. In movimento. Poi, appena ti fermi devi spogliarti.

      Resta il problema città, dove io apro un po’ di zip, sia sulla giacca che sui guanti.

    • #21048
      cla_lo
      Partecipante

      Cercherò l’Alpinestars. Il mio traforato (da supersvendita) ha varie parti (diciamo in tessuto, ma io direi plastica), che impediscono la traspirazione. Sarebbe interessante se Riccardo scrivesse un articolo dedicato a quelli che girano in calzoncini, maglietta e sandali. Se poi volesse esagerare in quanto giornalista potrebbe fare qualche domanda nei pronto soccorso e tirarci fuori una vera e propria inchiesta. Sono sicuro che molti traumi potrebbero essere evitati semplicemente vestendosi da motociclisti

      • #21049
        Mastic
        Amministratore del forum

        Purtroppo non lo togli dalla capoccia della gente che andare in moto spogliati in caso di una piccola scivolata porta grossi danni. Ho perso le speranze.
        Però continuerò a occuparmi di questo.
        Grazie Claudio

    • #21053
      lukethebike
      Moderatore

      Per gli Appassionati di Alpinestars, segnalo che HMR – Honda Moto Roma Tiburtina, ha in svenditissima uno stock enorme ALPINESTARS con grande varietà.

      Lo visitato qualche giorno fa e devo dire ottima roba e davvero tantissima…. più del magazzino Alpinestars stesso! tutta roba buona onestamente.

      Penso abbiano preso uno stock intero.

      Hanno aperto un magazzino apposta dietro lo Store di via tiburtina.

      • #21054
        cla_lo
        Partecipante

        Grazie Luca, informazione preziosa

    • #21099
      sec
      Partecipante

      Tema spinoso perche’ il caldo, di fatto, contribuisce molto attivamente a far calare, di parecchio, il livello di sicurezza se ci si ostina a muoversi protetti al 100% o giu’ di li. Basso comfort, movimenti impacciati, scarso controllo del corpo e del mezzo, cali di concentrazione e di attenzione.
      Guanti e casco sempre, ovviamente. Almeno i jeans. Ma per brevi distanze o tratti in citta’ la t-shirt e’ quasi imperativa, per me. Meglio sdrucciolarsi che sderenarsi.
      Discorso differente per viaggi, tratti lunghi e la quasi certezza di velocita’ almeno “da statale”. Li si sopportano i capi molto tecnici e si porta pazienza nelle soste….

      • #21103
        cla_lo
        Partecipante

        Per tanti anni sono andato in moto senza altra protezione che il casco e i guanti. Poi si sono aggiunti un paraschiena piccolo e una giacca Dainese con paracolpi. Adesso paraschiena completo e sempre pantaloni e giacche con paracolpi. Si soffre, ma ricorrendo all’autocontrollo si regge anche alle alte temperature. La concentrazione funziona e non fa calare l’attenzione anche a 40 gradi

        • #21134
          sec
          Partecipante

          eh, non so… dipende dal caldo. Ricordo un dannatissimo viaggio Catania-Napoli tutto bardato, in piena Estate. Stavo morendo, letteralmente, non so come abbia fatto ad arrivare vivo.

          …. anche se una parte della responsabilita’ del malore andrebbe senz’ altro attribuito a due bestie di arancini da 20cm mangiati in traghetto durante la traversata!
          😀

    • #21135
      cla_lo
      Partecipante

      I tuareg ci insegnano che contro il caldo ci si copre per mantenere la temperatura del corpo e per impedire l’evaporazione eccessiva. Quante volte attraversiamo strati di aria che ci sembra quella dell’asciugacapelli? E’ proprio quella che aumenta l’evaporazione dalla pelle se siamo scoperti e che può portare alla disidratazione. Meglio soffrire un pò

      • #21140
        Mastic
        Amministratore del forum

        No Claudio, debbo contraddirti. i Tuareg si coprono per evitare il contatto con l’aria rovente. in questo modo beneficiano di un microclima che si crea intorno al loro corpo e che ha una temperatura dell’aria inferiore.

        Quanto all’evaporazione, questa in condizioni di caldo è SEMPRE auspicabile, perché assorbe calore.

        Il principio di funzionamento del traforato è proprio l’unione di questi due: creare un microclima con una trama di tessuto e consentire una controllata circolazione d’aria non per rinfrescare direttamente ma per aumentare l’evaporazione del sudore dal nostro corpo.

        Quando correvo il titolare della MWA mi dette in prova un sottotuta che garantiva proprietà di riduzione della temperatura sulla superficie del corpo. Era di un tessuto con filo d’argento, che accelerava l’evaporazione del sudore. ero incredulo, ma appena indossato è vero che si aveva una sensazione piacevole.

        stop, smetto di fare il professorino

        • #21142
          sec
          Partecipante

          eehhhhh, senti, capo, da quando sei diventato nuovamente genitore hai tirato fuori la “mappatura famiglia, fai il professorino e per giunta raccomandi a tutti di mettersi il giubbottino per coprirsi, che’ altrimenti ci ammaliamo.

          Diamoci una calmata, pergiove!

          … no, vabbe’… scherzo…

          😀 😀 😀

        • #21148
          Mastic
          Amministratore del forum

          Dici che sono proprio un rompicoglioni?!?!? 🙁

        • #21154
          cla_lo
          Partecipante

          Spiegazione completa. Ora, però, mi è venuta voglia della tuta d’argento

    • #21144
      MT
      Partecipante

      In auto ho uno schienale con ventilatore, sto studiando un sistema per il sottochiappe, che non risolve tutto il problema ma aiuta
      Nel paraschiena due ventilatorini tipo computer dovrebbero starci, in alternativa i blocchi refrigeranti tipo pic nic, ma bisogna portarsi la borsina termica per il cambio blocco

Visualizzazione 8 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Vai alla barra degli strumenti